Paura irrazionale

Quando un essere umano si trova di fronte a un pericolo ha paura di essere sopraffatto e si difende per salvare la vita.

Infatti, per garantire la sopravvivenza individuale la Natura ha predisposto nell'organismo umano tre meccanismi di difesa che possono

scongiurare il pericolo. Il primo è quello di aggredire il pericolo per eliminarlo > il secondo è scappare dal pericolo per evitarlo > il terzo è fingere

di essere morto per non morire.

In ogni caso, scongiurato il pericolo il soggetto torna alla normalità del vivere e i meccanismi di difesa si disattivano automaticamente.Invece,

quando un essere umano “crede” di essere di fronte a un pericolo, ma il pericolo nella realtà non esiste, scattano ugualmente i meccanismi di

difesa per scongiurare il pericolo e conservare la vita, solo che in questo caso il pericolo che non esiste non può essere scongiurato e quindi lo

stato di allarme rimane sempre attivo e crea grave disagio esistenziale permanente.

COSA PUÒ FARE UN ESSERE UMANO PER USCIRE DALLO STATO DI ALLARME PERMANENTE DETERMINATO DA PAURA

IRRAZIONALE?

In effetti non può fare nulla di razionale, anche quando sa razionalmente che il pericolo non esiste. Infatti questo tipo di paura è definita “Irrazionale”

appunto perché non ha una dimensione concreta. Oggi la paura irrazionale è molto diffusa a tutti i livelli generazionali. Ragazzi, adulti, donne,

uomini si dibattono, si affrontano e si scontrano per effetto di problemi di diffidenza di dominanza, di concorrenzialità, cioè difese da pericoli che

nella realtà non esistono..

QUALI SONO LE CAUSE CHE DETERMINANO LA PAURA IRRAZIONALE?

Le cause sono tante e ogni soggetto ne ha certamente anche una personale, probabilmente vissuta nei primi tre anni di vita, ma il problema del

disagio da paura irrazionale non si risolve scoprendo le cause, bisogna invece fare qualcosa di concreto per costruire le sicurezze che mancano

e attivare i valori e i poteri naturali che ogni essere umano ha dentro di sé per gestire in sicurezza la propria esistenza. Si tratta di applicare

esercizi razionali e analogici di carattere didattico pedagogici esistenziale. Non è facile sviluppare questo programma, il Logoanalista del ciss

ha imparato a farlo e sa anche insegnarlo, gratis come volontariato culturale.