L'indirizzo Sanitario è stato offerto dall'U.O. di Fisica Sanitaria dell'ospedale di Livorno, ed organizzato dalla direttrice Dott.ssa Simona del Tredici.

Gli studenti hanno vissuto per una settimana, tutte le mattine, a fianco degli operatori dell'unità, approfondendo l'utilizzo di vari tipi di macchinari per la cura e la diagnostica ed effettuando alcune misure.

Al termine della prima settimana gli studenti, a gruppi, hanno rielaborato le misure relative a dosimetri, misure di coefficienti di attenuazione e curve caratteristiche dei tubi a raggi x per realizzare la presentazione finale.

Un modo per verificare sul campo l'utilità degli argomenti di matematica e fisica affrontati in classe.

Misura del coefficiente di attenuazione di alcuni materiali

Estratto dal report finale di Chiara Carbone, Alice Orlandi, Lavinia Di Maio, Margherita Petta, Filippo Martelli (4BLS), Alice Keyes (4BSA)

Gli operatori di Fisica Sanitaria misurano l'attenuazione di diversi materiali per capire quali siano più adatti al fine di proteggere un soggetto esposto a raggi X, calcolando l’assorbimento dei fotoni emessi in funzione dello spessore

Misure con fantocci per la TAC

Estratto dal report finale di Serena Biondi, Clara Citi, Rebecca Savazzini (4BSA)

TAC: Tomografia Assiale Computerizzata, è un'apparecchiatura che fa uso di raggi X:

  • Il tubo radiogeno ruota intorno al paziente ed emette radiazioni ionizzanti.
  • Le radiazioni attraversano il corpo, subiscono un' attenuazione e incidono sui rivelatori.
  • I rivelatori misurano l'attenuazione e effettuano misurazioni relative alle dosi assorbite dal corpo del paziente.
  • Le misurazioni vengono inviate all'elaboratore di dati che attraverso algoritmi ricostruisce l'immagine tramite retro-proiezione filtrata (filtered back projection).

Vari tipi di TAC possono acquisire dati in modo diverso

Acquisizione assiale: immagini su piano assiale acquisite ogni volta che la macchina si ferma

Acquisizione a spirale: immagini continue ottenute durante lo scorrimento ininterrotto del lettino

La scala di Housfield

E' una scala di unità di misura usata per descrivere la densità dei materiali.

E' composta da numeri che vanno da -2000 a +1000, che corrispondono alle diverse densità.

Per verificare il buon funzionamento dell'apparecchiatura si utilizzano dei "fantocci" con materiali a densità nota (a sinistra) e si verificano le corrette indicazioni della strumentazione (a destra)