RDA srls

Ecobonus + Sismabonus + Superbonus 110%

chiavi in mano

www.rdasrls.it

RDA srls - Design italiano

General Contractor, Sconto in Fattura, Riqualificazioni Energetiche

bonus casa system

via Rio del Colle n° 1 - via XII Settembre n° 1 - Civita Castellana (VT) tel. 0761090669 - roberto.rda.srls@gmail.comVia Pace n.2 - Morciano di Leuca (LE)

Sviluppo sostenibile

I lockdown in tutto il mondo hanno rivoluzionato la nostra realtà e i nostri stili di vita, trasformando le nostre abitudini e il nostro modo di utilizzare la casa con un' evoluzione dell'uso degli spazi, tutti all’insegna del comfort, della familiarità, della cura e delle relazioni:

in una parola Homefullness.

Tendere a un modello sostenibile di consumo energetico per ridurre le emissioni annue di gas serra con la stabilizzazione delle agevolazioni edilizie quindi prorogare almeno per un quinquennio l’incentivo fiscale oltre l’orizzonte temporale attuale, con un’aliquota crescente in base alla bontà dell’investimento per permettere la pianificazione degli investimenti sugli immobili e continuare a migliorare i livelli di risparmio energetico e di conseguenza risparmiare sulle bollette consentendo benefici per tutti i cittadini.

La diagnosi energetica permette di conoscere in modo approfondito lo stato di fatto di un edificio oggetto di riqualificazione energetica, così da intervenire per il suo efficientamento nel modo migliore possibile. Un intervento di riqualificazione consapevole è fondamentale per il nostro patrimonio esistente, spesso causa di grandi sprechi di energia.

il superbonus ci consente di migliorare l'efficienza degli involucri edilizi, dei nostri impianti riducendo la emissioni di CO2 e le nostre bollette, avviandoci verso la sostenibilità ambientale.

L’eccellenza della materia, le conoscenze dell’uomo relative alle tecniche di lavorazione, la volontà di recuperare le tradizioni del passato per dar vita a scenari contemporanei. O meglio, la soggettività della percezione.

la cessione del credito di imposta: si può trasferire la detrazione fiscale a altre imprese, banche, enti o professionisti. In cambio della cessione del credito, chi ristruttura casa ha la possibilità di avere subito i soldi che servono per iniziare i lavori oppure per accedere a un mutuo o a un finanziamento. Una persona che vuole fare dei lavori di efficientamento energetico può pagare l’impresa, invece che una somma ipotetica di 10mila euro, con il credito d’imposta di 11mila euro. Chi compra un credito di imposta fa un investimento sicuro, se sa che può poi cederlo a sua volta per esempio a una banca.

info Superbonus

Dopo le modifiche apportate dal decreto aiuti e gli ulteriori cambiamenti in arrivo con la prossima Manovra 2023, il Governo sta pensando a una possibile proroga del Superbonus al 110% per i condomini, per lo meno fino al 31 dicembre 2022.

Superbonus, studio Censis: con 55 mld investiti, 115,8 mld di produzione aggiuntiva


Imposte, tasse e contributi che possono essere pagati con i crediti d'imposta.

La Circolare delle Entrate n. 24/2020 specifica quali sono le imposte, le tasse e i contributi, che possono essere pagati con i crediti utilizzabili in compensazione, ovvero:

  • imposte sui redditi,

  • Iva,

  • lrap,

  • contributi previdenziali dovuti da titolari di posizione assicurativa,

  • contributi previdenziali e assistenziali dovuti dai datori dei lavori,

  • premi per l’assicurazione contro gli infortuni sul lavoro e le malattie professionali,

  • tasse sulle concessioni governative,

  • tasse scolastiche,

  • imposte sostitutive delle imposte sui redditi e dell’Iva,

  • somme che i soggetti tenuti alla riscossione dell’incremento all’addizionale comunale debbono riversare all’Inps.

Al contribuente viene ricordato e specificato che i cessionari e i fornitori destinatari dei crediti d’imposta derivanti dagli interventi che danno diritto al Superbonus, o da quelli elencati nel secondo comma dell’articolo 121 del decreto legge n. 34/2020, possono utilizzare gli stessi crediti esclusivamente in compensazione, tramite modello F24, ai sensi dell’articolo 17 del decreto legislativo n. 241/1997.


Superbonus 110% e bonus edilizi: serve una regolamentazione della cessione del credito ed adottare provvedimenti strutturali che facciano parte di una politica industriale di settore orientata alla sostenibilità

il Superbonus 110% rappresenta in particolare per l’efficientamento energetico degli edifici e la produzione di energia elettrica (in alternativa all’utilizzo del gas), l’unico strumento rapido nei tempi ed economico per lo Stato, rispetto alle lungaggini degli appalti pubblici, ai costi che ne deriverebbero per la Pubblica Amministrazione e le incertezze del risultato finale da raggiungere sui tempi dettati dall’Europa, atteso che le altri fonti per produrre energia elettrica, (centrali di vario genere )presentano tempi di realizzazione stimati mediamente in otto anni

Abi e Ance chiedono, quindi, una misura tempestiva e di carattere straordinario che consenta agli intermediari di ampliare la propria capacità di acquisto utilizzando una parte dei debiti fiscali raccolti con gli F24, compensandoli con i crediti da bonus edilizi ceduti dalle imprese e acquisiti dagli intermediari. Questa soluzione, scrivono i presidenti di Abi e Ance, permetterebbe agli intermediari di ampliare la loro capacità di acquisto di crediti certi e verificati dagli intermediari stessi, al momento non utilizzabili.

Inoltre, RDA srls si pone come qualificata interfaccia al fine di vigilare, durante tutto il percorso, sul rispetto di ogni adempimento tecnico ed amministrativo con una ristrutturazione chiavi in mano

Acquisizione del credito di imposta secondo modalità consentite dalla normativa vigente