La Nostra Festa

€ 3.269 raccolti e già inviati in Bangladesh - Grazie

Iscritti al pranzo

AURORASIMONA e MASSIMOANNAMONICAFLORAMAUROMORENA e MAURIZIOLORETTACRISTINA e GIANCARLOLAURA e RENZOBRUNA e ALBERTOMARINA e FIORENZOROBERTA e STEFANOMARIA ROSA e DANIELE---Per contribuire al pranzo:con Carta Credito -> QUIcon Bonifico / CCP -> QUI

a festeggiare con gli amici del Comitato

Da domani, 3 giugno, si potrà girare in tutta Italia... ma con le "stesse regole" seguite fino ad ora!

31 maggio 2020

danni ciclone Amphan

Emergenza Ciclone Amphan

La foresta del Sunderban ha protetto ancora il Bangladesh, ma...

Padre Luigi Paggi è amico di lungo corso del Comitato.

Quando, nel 2001, Romano ci lasciò prematuramente e io fui catapultato nel bel mezzo dell'associazione, una cosa mi colpì all'epoca: una moltitudine di cartoni pieni di copie di un libro...

Padre Luigi Paggi

Missionario Saveriano

I DALIT DEL BANGLADESH

Gli Intoccabili

Libro che Romano aveva curato, trascritto al PC, fatto stampare (maggio 2000).

_______________

Ma torniamo a padre Luigi. Il video che ci ha trasmesso e che avete potuto vedere nella terza newsletter della FESTA del 2 GIUGNO (ed anche qui, trasmesso da MundaTV) fa vedere il disagio che proprio in questi giorni stanno vivendo le persone di quei luoghi.

Noi, grazie alla generosità di tutti, abbiamo raccolto circa 3.500 Euro e li abbiamo anche già trasferiti in Bangladesh tra le varie missioni. E proprio padre Luigi ci ha scritto che li utilizzerà subito per dare un po' di "normalità" nel dopo ciclone.

Alcune ragazze di padre Luigi venute in Italia per il 2 giugno 2019

Bahamoni - in Italia il 2 giugno 2019
Opona - in Italia il 2 giugno 2019
Nilima - direttrice della cooperativa SAMMSS
Carousel imageCarousel imageCarousel image

La lebbra esiste ancora

Sr. Roberta del PIME ed il suo ospedale a Khulna

da AsiaNews.it [09/02/2018, 10.28]

...Nel 1998, riporta, “l’Organizzazione mondiale della sanità (OMS) ha dichiarato che la lebbra era stata debellata. Ma così non è per il Bangladesh. In quel momento è cessato l’interesse mondiale per la lebbra e nessuno si è più occupato di ricerca, cura e diagnosi della malattia. La nostra è stata l’unica struttura che ha continuato il servizio per i malati in tutto il Paese”. (leggi tutto l'articolo)

25 maggio 2020

La scuola di Botyaghata

Pang'ono, il Comitato di Gemellaggio e Paolo

Gian Paolo Colangeli non mette solo la faccia in quello che fa. Lui ci mette il cuore. Ed è così che anche per la scuola di elementare Botyaghata.

  • Deciso il progetto
  • trovati ed inviati i fondi (attraverso il Comitato)
  • il 30 ottobre 2019 era sul volo aereo che lo portava in Bangladesh assieme ai nostri Alberto e Fiorenzo.

La struttura di cemento e ferro, così bene rifinita dagli artigiani bengalesi, i bei banchi e gli arredi nuovi donati dagli amici del Comitato (raccolti €1500), hanno preso vita, incarnandosi nel centinaio di bambini festanti che ora la riempiono ogni giorno. Per non dimenticare le mamme, che hanno chiesto di poter anche loro fare un po' di scuola, poiché non hanno avuto questo privilegio quando erano in età scolare.

L'esperienza di viaggio di Paolo potete leggerla nel n.15 del COMIT-NEWS, premendo QUI.

I Tokai e p.Riccardo

Dal 1982 in Bangladesh, padre Riccardo ha scelto, nelle difficoltà, il lavoro migliore:

stare con i bambini

Casa della Solidarietà

Giovanni Gargano sx (p.Giuà)

. . . 13 maggio 2020

La casa della solidarietà è un modo per stare vicino alla gente e nello stesso tempo far crescere le persone verso la condivisione. Per questo, la Casa della solidarietà sarà aperta due volte la settimana: il Martedì e il Venerdì dalle 8,30 alle 14.

Coloro che desiderano portare qualcosa da mangiare oppure dare una semplice offerta devono venire tra le 8,30 e le 10, 30 perché dalle 10,30 verranno le persone a prendere un po' di cibo.

Noi alla persona che viene daremo ciò di cui ha bisogno per quel giorno. Per esempio: se a casa ha solo il riso e le cipolle allora lei può prendere l'olio e il “Dal” oppure se gli serve il sale prende anche quello. E' un modo per educare anche i poveri a pensare che ci sono altre persone che hanno lo stesso bisogno. Poi se abbiamo del riso allora diamo anche qualche kg. di riso.

Abbiamo iniziato Venerdì 1° Maggio.

Carousel imageCarousel imageCarousel imageCarousel imageCarousel imageCarousel image

. . . 22 maggio 2020

Oggi, alla Casa della Solidarieta' abbiamo consegnato 80 pacchetti.

In queste settimane ci siamo accorti che dare tutto gratis non e' mai una Buona cosa..

Per quasi 3 settimane, un signore anziano si serviva del Pacchetto della Casa della Solidarieta. Ma prima di prendere il Pacchetto lasciava nel box 10 tk. Allora mi sono chiesto: tutti possono dare 10 tk. Martedi scorso abbiamo annunciato a tutti di questa nuova iniziativa e tutti oggi hanno dato con gioia 10 tk.

Insegnamento: Ricevo aiuto e Dono aiuto! Questo e' l'obiettivo della Casa della Solidarieta: di non pensare solo a se stessi... anche se povero posso aiutare un'altra persona.

Grazie per il vostro sostegno!