Il treno della memoria

Il Treno della Memoria non è stato un semplice viaggio o una gita scolastica ma un pellegrinaggio laico, uno spazio di conoscenza, un viaggio nella storia e nella memoria attraverso un percorso educativo che comincia a novembre e si conclude in primavera e riassumibile in tre parole chiave: Storia, Memoria e Impegno. Il progetto infatti ha unito attività ludiche, testimonianze dirette della storia, incontri e laboratori con la finalità, chiara e condivisa con i partecipanti, di formare nuovi cittadini attivi nell'interpretare e cambiare la realtà che li circonda.

Il progetto è nato dalla convinzione che la costruzione di una cittadinanza attiva e consapevole non possa prescindere dalla conoscenza della Storia e della Memoria, dei momenti che hanno cambiato il volto dell’Europa e dall’ascolto delle Testimonianze dei protagonisti di questi cambiamenti. Il progetto, quindi, si inserisce in un discorso di altissimo livello artistico, culturale e etico. La costruzione di una coscienza etica parte dalla conoscenza della storia e degli eventi che l’hanno caratterizzata. La necessità di fare memoria non solo per spiegare i drammi passati, ma soprattutto per trarre insegnamenti affinché essi non accadano mai più.

Il progetto ha coinvolto tutte le classi e si è concluso con l’allestimento della “Stanza della Memoria” in entrambi i plessi e la grande manifestazione cittadina, conclusasi nel piazzale antistante la stazione con un momento di musica, poesia e riflessioni a tema.