Little italy (paesaggi italiani 2003/2008)

Fotografie tratte dall'archivio di lavoro dell'autore, relative alla sua attività di architetto libero professionista esercitata nel territorio suburbano a nord di Roma, tra il 2003 ed il 2008. Ordinari paesaggi contemporanei, brani di città più o meno diffusa e degradata, antichi borghi, territori agricoli frammisti ad incalzanti espansioni urbane, intimi spazi di vita quotidiana. Una raccolta di indizi sulle relazioni tra la dimensione esistenziale dell'individuo, la sua storia e la sua memoria, le sue più personali dimensioni affettive: e le modalità in cui tali elementi vanno ad estrinsecarsi nella matericità degli spazi vissuti.
Una riflessione sui gesti di significazione, rituali ed archetipi, a cui gli individui fanno ricorso nei processi di appropriazione dei propri spazi di vita, ed una problematizzazione dei livelli di consapevolezza e degli esiti di tali azioni, esercitate sia dall'uomo comune, sia dall'uomo-architetto: vittime e/o carnefici?
Il progetto è costituito da un totale di 140 fotografie, suddivise in 7 gruppi, ed è originato a partire da fotografie eseguite con la funzione di allegati di comuni pratiche edilizie, realizzati con le più disparate fotocamere, per lo più di tipo low-quality - 2009

Little italy (italian landscapes 2003/2008)
Photographs taken from the author's archive, relating to his activity as freelance architect practised in the suburban area north of Rome, between 2003 and 2008. Ordinary contemporaries landscapes, more or less widespread and degraded pieces of cities, ancient villages, agricultural areas interspersed with pressing urban expansions, intimate spaces of everyday life. A collection of signs on the relationships between the individual's existential dimension, his history and his memory, his most personal affective dimensions, and the manner in which these elements going to objectify the materiality of lived space. Some thoughts on the motions of signification, rituals and archetypes, to which individuals have recourse in the processes of appropriation of their living spaces. A problematization of the levels of awareness and outcomes of such actions, accomplished by the common people, and by the 'architect-man": victims and / or executioners?
The project consists of a 140 photographs in total, divided into 7 groups. The originalphotos taken with the function of attachment common building practices, fulfilled with many different cameras, mostly low-quality type - 2009

Fabricae

Oggetti
Objects

Dettagli
Details
Interni
interiors

Cortili
Backyards
Cantieri
Buildinbullg sites
Strade
Streets