Wii4dida project

Wii4Dida, in continuazione della conclusa sperimentazione sLIM4Dida , propone pratiche volte alla sperimentazione dell’utilizzo della Lavagna Digitale WiiLD (acronimo di Wiimote Lavagna Digitale , cioè una lavagna interattiva realizzata a partire dal risponditore Wiimote) durante la normale attività didattica con l’obiettivo di introdurre cambiamenti migliorativi nell’utilizzo delle nuove tecnologie.

La prima fase si è concretizzata nell’individuazione di docenti delle scuole trentine che fossero già esperti utilizzatori di strumenti tecnologici e disponibili alla collaborazione.


Innovazione didattica

Il coordinamento di progetto è svolto dall'ufficio Progetti Innovativi e Nuove Tecnologie per la Scuola (il direttore, Daniela Ceccato, affiancata per il progetto da Ugo Costa e Stefano Chesini) e dal Dipartimento Innovazione, Ricerca e ICT nella persona di Benjamin Dandoy.

Il professor Marco Ronchetti dell'Università di Trento (Facoltà di Scienze – Dipartimento di Ingegneria e Scienze dell'Informazione) avrà il compito del coordinamento scientifico, il prof. Massimo Bosetti (Facoltà di Scienze – Dipartimento di Ingegneria e Scienze dell'Informazione, Dipartimento di Fisica - Laboratorio di Comunicazione delle Scienze Fisiche) insieme al prof. Matteo Ruffoni guideranno e supporteranno i docenti coinvolti dal punto di vista tecnico e didattico. 

Ricerca e sviluppo

Il percorso ha inoltre la valida consulenza tecnica del dottor Pietro Pilolli, Fondazione Bruno Kessler, per lo sviluppo di una serie di tool ad hoc per l'utilizzo della WiiLD, e per ideare e, ove possibile, realizzare strumenti tecnologici per l'insegnamento in stretta relazione con i docenti stessi. Approccio, questo, che promuove il desing partecipativo per la realizzazione di strumenti utili ed efficaci di cui il software ardesia ne è il primo esempio.

Comments