The Wicker Man

The Wicker Man

THE WICKER MAN (GB 1973)



Questo film è da tempo oggetto di culto sia in Inghilterra che negli Stati Uniti.
Non so se sia mai stata prodotta una versione italiana, di certo non ho trovato in commercio DVD o VHS con dialoghi o sottotitoli in italiano. Un motivo in più per gustare la meravigliosa dizione “scottish” originale degli attori, eccettuata quella di Britt Ekland che fu doppiata da Annie Ross.
L’attrice era svedese e non riusciva a riprodurre un accettabile dialetto scozzese. Era stata scelta più che altro per ingraziarsi il mercato americano, visto che era diventata famosa per essere stata la moglie di Peter Sellers fino al 1968. Sempre Britt Ekland creò qualche altro grattacapo alla produzione definendo Dumfries e Galloway (nel sud-ovest della Scozia dove fu girata la maggior parte delle location del film) “i posti più squallidi della terra”. Seguirono delle scuse ufficiali dei produttori alla popolazione non poco indispettita. La maggior parte dele comparse di Summerisle è stata, fra l'altro, reclutata fra i veri abitanti del luogo. Ci si mise di mezzo poi anche Rod Stewart, suo partner a quel tempo, che cercò di portare in tribunale gli stessi produttori per le scene di nudo della compagna che riteneva oscene. Da notare che alcune di queste scene incriminate furono segretamente girate con una controfigura, anche perché Britt non poteva ballare agevolmente in quanto incinta dopo una storia con Lou Adler, il quale due anni dopo avrebbe prodotto un altro film culto: il Rocky Horror Picture Show.

Altra attrice con accento straniero è Ingrid Pitt, la bibliotecaria, della quale è stato però inspiegabilmente mantenuto il seppur corto intervento in anglo/polacco. Effettivamente lei nacque in Polonia con il nome di Ingoushka Petrov e da bambina dovette sopportare tre anni di prigionia in campo di concentramento durante la seconda guerra mondiale.

Comunque, la stella del film è ovviamente Christopher Lee che addirittura accettò di lavorare gratuitamente pur di interpretare la parte di Lord Summerisle. Un po’ quello che accadde con Burt Lancaster per il Gattopardo di Visconti. Tutt’oggi Lee ritiene che The Wicker Man sia il film a cui si sente più legato… e detto da uno che di film ne ha girati più di 220, tra cui il plurivincitore di Oscar “Il Signore degli Anelli”…
Lee incontrò nuovamente Britt Ekland l’anno successivo sul set di 007 – L’uomo dalla pistola d’oro. Lui era ovviamente il cattivo di turno, Scaramanga, e tenne praticamente in piedi il film da solo con la sua interpretazione, vista la fragilità della sceneggiatura e delle altre recitazioni.

L’interprete dell’antagonista di Lord Summerisle è invece una “terza scelta”, per quanto perfettamente riuscita. Il regista Robin Hardy voleva infatti Michael York per il ruolo del sergente Howie, ma York era indisponibile e così pure David Hemmings, desiderato in alternativa; e allora lo scrittore Anthony Shaffer (autore del soggetto e della sceneggiatura, a lui ispirati da un racconto di David Pinner, "Ritual") ed il produttore Peter Snell raccomandarono calorosamente Edward Woodward, che era sempre stato per loro il preferito, a dispetto delle originarie intenzioni del regista Hardy.

La bellissima Diane Cilento che interpreta la maestra della classe femminile si era già ritirata dalle scene, quando fu convinta ad accettare la parte da quello che poi sarebbe diventato il suo compagno e marito, Anthony Shaffer, gemello di Peter anche lui scrittore. Abbandonò Sean Connery per Anthony, e rimase accanto a lui fino alla morte di quest’ultimo avvenuta nel 2001 per un attacco di cuore. Diane è la madre di Jason Connery

Di The Wicker Man si vociferava un remake ambientato in U.S.A. con protagonista il “nostro” Nicolas Cage, ma poi non se ne fece più nulla. Più probabile un sequel con Hardy alla regia e ancora Christopher Lee che recita con Vanessa Redgrave per un titolo che dovrebbe essere May Day (evidente il gioco di parole tra il giorno di Beltane e il segnale di attenzione). (Nota: come è facile intuire, scrissi l'articolo prima del pessimo remake Il Prescelto e del titolo definitivo del sequel The Wicker Tree, dove, però, il ruolo di Lee è marginale e la Redgrave non fu poi chiamata)

Esistono, o sono esistite, varie versioni di questo film, da 84 fino a circa 120 minuti (la più completa ed anche la più misteriosa, visto che nessuno sa se esista ancora o sia andata distrutta in mezzo agli attrazzi del magazzino che la custodiva).
Personalmente ho visionato la versione inglese destinata alle sale cinematografiche da 84 minuti e il “director’s cut” di un quarto d’ora circa più lungo, con i commenti in sottofondo di Lee, Woodward e Hardy; ci sono in giro anche versioni destinate al mercato americano da 88 e 99 minuti.

Le differenze sostanziali consistono nel prologo dell’azione che si snoda più agevolmente nella versione “extended” e nella prima notte supplementare passata dal sergente al Green Man, in cui vediamo un giovanetto, Ash Buchanan, che viene portato da Lord Summerisle al cospetto di Willow-Britt Ekland che collabora entusiasticamente in prima persona al rito di iniziazione al sesso del novizio.
In una delle versioni “di mezzo” ce n’è una che apre con una schermata differente da quella di tutte le altre versioni: al posto dei ringraziamenti al “vero” Lord Summerisle appare la data molto significativa: 29 aprile 1973 un giorno prima di Beltane.








Il sergente di polizia Howie atterra sull’isola di Summerisle per indagare sulla scomparsa di una dodicenne, Rowan Morrison. Gli abitanti non lo accolgono affatto cordialmente, e ostacolano le sue indagini, negando addirittura l’esistenza della ragazza. Scende la notte e il sergente è costretto a prendere in affitto una stanza in una locanda.








Arrivato lì, il padrone gli presenta sua figlia, la giovane e avvenente Willow, e subito gli altri clienti iniziano ad intonare un motivetto, con espliciti riferimenti all’atto sessuale, e tutti ridono e sghignazzano su di lui. Howie, religiosissimo, è talmente infastidito da tutto ciò, che esce a fare una passeggiata, ma fuori dal locale assiste a delle scene di sesso libero, addirittura in pubblico, così, sconvolto, torna subito indietro e va nella sua stanza. Mentre prega, si accorge che Willow, nella stanza accanto, canta e balla nuda, chiamandolo e invitandolo a passare la notte con lei.








Il poliziotto rifiuta di concedersi ed il mattino seguente, alla richiesta di spiegazioni da parte di lei, egli risponde che, per rispetto della religione (la sua - quella cristiana), è ancora vergine ed intende rimanerlo fino al matrimonio. Si reca così alla scuola dell’isola per interrogare anche l’insegnante, ma ella nega di aver mai visto la ragazza e con lei il resto della classe; controllando il registro di classe, però, spunta fuori il suo nome e decide quindi di andare al cimitero per cercare la sua tomba.








Dopo averla trovata, il custode del posto gli dice che se volesse aprirla, dovrebbe avere il permesso di Lord Summerisle (Christopher Lee), il signore dell’isola. Howie è sempre più indignato per l’indifferenza che la popolazione dell’isola mostra verso gli insegnamenti cristiani, e anche perché essi sembrano professare un culto pagano verso gli dei della fertilità, e come se ciò non bastasse, la loro cultura immorale è caratterizzata di un’esplicita simbologia fallica e da riti per auspicare la fertilità femminile.








Il culto aveva avuto origine da quando un antenato di Lord Summerisle aveva reso fertile l’isola, e ogni anno, il primo di maggio, culminava con un rito che prevedeva, tra le altre cose, un sacrificio umano. Dopo aver ottenuto il permesso, apre la bara, ma dentro vi trova un coniglio morto. Fuori di sé si reca di nuovo da Lord Summerisle, per dirgli che ha intenzione di tornare indietro e di denunciare il fatto che sull’isola si praticassero dei sacrifici umani, ma l’indomani scopre che il suo aereo è stato sabotato.
Il dialogo originale tra Lord Summerisle e il Sergente Howie

Sergente Howie: "You've got fake biology, fake religion! Sir, have these children never heard of Jesus?"

Lord Summerisle: "Himself the son of a virgin impregnated, I believe, by a ghost. Now, those children out there, they're jumping through the flame in the hope that the god of the fire will make them fruitful. Really, you can't blame them. After all, what girl would not prefer the child of a god to that of some acne-scarred artisan?"

Sergente Howie: "And you encourage them in this?"

Lord Summerisle: "Actively! It's most important that each new generation born of Summerisle be made aware that here the old gods aren't dead."

Sergente Howie: "And what of the true God, to whose glory churches and monasteries have been built on these islands for generations past? What of Him?"

Lord Summerisle: "Oh, He's dead. Can't complain. He had His chance and, in modern parlance, blew it."








Essendo costretto a rimanere lì, inizia a fare il giro di tutte le case, in cerca di Rowan, ma intuisce che la ragazza sta per essere sacrificata.








Ruba il costume da Fool (buffone) e si unisce al grottesco corteo, fin quando non arriva il momento del sacrificio.








Avendo riconosciuto la ragazza, cerca di portarla in salvo, ma si accorge ben presto che è una trappola, e persino la ragazza è d’accordo.








La vittima sacrificale è lui stesso, un maschio vergine unitosi spontaneamente alla celebrazione, proprio come richiedeva la tradizione, e tutto per invocare un raccolto migliore di quello del tutto insufficiente dell’anno precedente. Catturato e imprigionato in un enorme fantoccio di paglia (il Wicker Man) assieme ad altri animali con il suo stesso destino, muore bruciato vivo mentre prega per la sua anima.









Per concludere ricordo che Britt Ekland ha detto che alcuni animali sono realmente morti durante la lavorazione del film; Edward Woodward assicura che durante le riprese dentro al fantoccio ha ricevuto certi “ricordini” dagli animali rinchiusi sopra la sua testa.
Il film ambientato nel maggio del 1973 è stato invece girato nell’autunno del 1972.
Il Wicker Man fu costruito e poi bruciato a Burrowhead, sulla costa sudorientale della Scozia.


Credits:

Interpreti:
Edward Woodward - Sergente Neil Howie
Christopher Lee - Lord Summerisle
Diane Cilento - Miss Rose
Britt Ekland - Willow
Ingrid Pitt - Bibliotecaria
Lindsay Kemp - Alder MacGregor
Irene Sunters - May Morrison
Russell Waters - Ufficiale del porto

Troupe:
Regia: Robin Hardy
Sceneggiatura: Anthony Shaffer
Soggetto: Anthony Shaffer
Montaggio: Eric Boyd-Perkins
Fotografia: Harry Waxman
Scenografia: Seamus Flannery
Musica: Paul Giovanni


Bibliografia:
http://www.horrortv.it/wickerman.htm
http://cinema.castlerock.it/film.php/id=2304
http://www.imdb.com/
http://www.steve-p.org/wm/
http://www.scotlandthemovie.com/movies/fwickerman.html
http://guide.supereva.it/druidismo/interventi/2004/11/184440.shtml
http://www.compulsiononline.com/wicker3.htm
Comments