Italian‎ > ‎Ultime notizie‎ > ‎

Guida introduttiva ai dati strutturati

posted May 30, 2013, 7:01 AM by Giacomo Gnecchi   [ updated May 30, 2013, 7:02 AM ]

Livello webmaster: tutti

Se Google comprende i contenuti dei siti web in modo strutturato, può presentarli in modo più preciso e accattivante ai suoi utenti. Ad esempio, i nostri algoritmi possono migliorare i risultati di ricerca relativi al vostro sito aggiungendo "rich snippet" se capiamo che una pagina riguarda la scheda di un prodotto, una ricetta, una recensione, un evento o altri elementi simili. Possiamo inoltre visualizzare i vostri dati nei riquadri del Knowledge Graph o nelle schede Google Now per contribuire a far conoscere i vostri contenuti.

Oggi siamo entusiasti di annunciare due funzioni che consentono di utilizzare le funzionalità relative ai dati strutturati con molta facilità. La prima funzione è un ampliamento dello strumento Evidenziatore di dati con l'introduzione di sette nuovi tipi di dati strutturati. La seconda è uno strumento nuovissimo: Assistente per il markup dei dati strutturati.

Supporto di prodotti, attività commerciali, recensioni e non solo in Evidenziatore di dati

Evidenziatore di dati è stato introdotto a dicembre 2012 come strumento point-and-click per far conoscere a Google il pattern dei dati strutturati relativi agli eventi presenti sul sito web, senza dover modificare il codice HTML del sito. Ora potete utilizzare Evidenziatore di dati anche per informarci di tanti altri tipi di dati strutturati del vostro sito: 
Per iniziare, visitate Strumenti per i Webmaster, selezionate il vostro sito, fate clic sul link "Ottimizzazione" nella barra laterale a sinistra, quindi fate clic su "Evidenziatore di dati". Vi verrà chiesto di inserire l'URL di una pagina del vostro sito con una struttura tipica (ad esempio la pagina di informazioni su un prodotto o un evento) e di "taggare" i relativi campi chiave con il puntatore del mouse.

Evidenziatore di dati Google


Per la codifica occorrono circa cinque minuti per pagina o circa 15 minuti per un pattern di pagine con formattazione uniforme. Al termine della procedura, avrete la possibilità di verificare la modalità di interpretazione dei vostri dati strutturati da parte di Google e, se è corretta, di "pubblicare" i dati su Google. Dopodiché, con le varie scansioni nel tempo, il vostro sito diventerà idoneo alle visualizzazioni migliorate di informazioni quali prezzi, recensioni e valutazioni direttamente nei risultati di ricerca di Google.

Nuovo strumento Assistente per il markup dei dati strutturati

Evidenziatore di dati è perfetto per far conoscere rapidamente a Google i dati strutturati del vostro sito senza dover modificare il codice HTML, ma è preferibile incorporare il markup dei dati strutturati direttamente nelle pagine web, in modo che tutti i motori di ricerca possano comprendere i contenuti strutturati. Per aiutare gli autori del Web in questa attività, siamo felici di annunciare un nuovo strumento: Assistente per il markup dei dati strutturati.

Come in Evidenziatore di dati, dovete iniziare con l'invio di una pagina web (URL o codice sorgente HTML) e il "tag" delle proprietà chiave dei tipi di dati pertinenti, utilizzando il puntatore del mouse. Al termine, Assistente per il markup dei dati strutturati genera il codice HTML di esempio con il markup dei microdati incluso. Questo codice può essere scaricato e utilizzato come riferimento durante l'implementazione dei dati strutturati sul sito web.


Assistente per il markup dei dati strutturati


L'assistente per il markup dei dati strutturati supporta un sottoinsieme di tipi di dati, inclusi tutti i tipi di dati supportati da Evidenziatore di dati e diversi tipi utilizzati per incorporare i dati strutturati in Gmail. Visitate il sito schema.org per leggere la documentazione completa sugli schemi.

Ci auguriamo che questi due strumenti agevolino l'utilizzo per tutti i siti web della suite sempre più ampia di funzioni per i dati strutturati di Google. Come sempre, pubblicate eventuali domande o feedback nei nostri forum.


Scritto da Justin Boyan, Product Manager
Comments