Home page‎ > ‎

Chi siamo


Presentazione associazione


Per prima cosa siamo qui per la fame d'ideali che via via vanno scemando al giorno d'oggi; ma anche per l’esigenza concreta e reale di difendere gli interessi e i diritti di una categoria che, qualora non sapesse trovare la forza e l’energia per continuare a battersi per essi, rischia di scomparire o restare relegata in un "limbo" - le Graduatorie d’Istituto - che li condannerà per sempre ad una vita precaria ed incerta.


Perché "La Voce dei Giusti"? In prima analisi, spieghiamo lo ‘slogan’ (per utilizzare un termine “scozzese”, dal significato di ‘grido di guerra’, ‘propaganda politica’, ‘motto’, 'parola d'ordine') della nuova Associazione. “La Voce dei Giusti” potrebbe sembrare un nome altisonante e ambizioso, ma anche se è questa la prima impressione che ha creato in noi “fondatori” nella scelta fra le varie opportunità di presentazione, il dialogo costruttivo e il ragionamento l’hanno fissata opportunamente come nostra ‘insegna’ identificativa.


La “Voce” è quella che da qualche tempo, a causa di modificazioni interne nella gestione dell’ente e della condotta di alcuni elementi, non riuscivamo purtroppo più a far sentire nell’Associazione ‘Madre’ , che ringraziamo per averci “donato” la nascita, risvegliando le nostre coscienze, rendendoci consapevoli dei nostri “Diritti” primari nel mondo del lavoro e nella scuola; ma che allo stesso tempo, avendo ai nostri occhi perduto il suo spirito originario, non è più in grado di incarnare quegli ideali e quelle idee di cui in passato si era fatta eroicamente e coraggiosamente portatrice.


Il termine “Giusti” indica non solo l’appartenenza di un gruppo di persone al rispetto dei principi di moralità, moderazione, correttezza, equilibrio e onestà, ma si riferisce anche al concetto più profondo di “Diritto” e di “Giustizia”. E’ questa la “parola chiave” e l’impronta che l’Associazione si propone di conservare. L’esperienza nella vecchia Associazione, l’enorme lavoro di ricerca e riflessione giuridica, le importanti scoperte, ci hanno insegnato non solo che la "questione III fascia" nasce da una serie di violazioni a livello giuridico di diritti, aspettative e prerogative dei lavoratori che ad essa appartengono, ma che questo principio ha una valenza universale che va ben oltre la questione stessa e coinvolge praticamente quasi ogni aspetto del nostro vivere civile. Ogni qual volta si verifichino ingiustizie e disuguaglianze, alla base vi è una scorretta applicazione delle norme e del diritto, avallata e resa possibile da una scarsa conoscenza e inconsapevolezza degli stessi interessati di quelle che sono le norme e leggi a propria tutela. Se si riparte dalla consapevolezza, si comprende immediatamente che la soluzione non solo al problema ‘III fascia’, ma più in generale alle principali questioni sociali, nasce dalla conoscenza, dallo studio delle norme e dalla diffusione di tali nozioni.


L’esperienza accumulata da molti di noi  ci ha insegnato inoltre che chi si batte per la giustizia e per la legalità, non lo fa solo per interesse personale, ma spesso ad animarlo è un più generale e profondo senso del dovere e di giustizia, perché quasi sempre per far riemergere il diritto ci si trova a scontrarsi con i cosiddetti "poteri forti". Il più delle volte ci si sente come un minuscolo David che combatte contro un gigantesco Golia, e la sola ‘convenienza personale’, se non è retta da un più che solido senso di giustizia e del dovere non è sufficiente a donare le energie necessarie per proseguire.


Il “Diritto”: questa la "parola chiave” che ha spinto la nuova Associazione ad inserirsi nel contesto del reperimento e della raccolta sotto una comune bandiera di quei consensi ideologici tra i Docenti Precari, o pseudo-Precari; ed ora vi fanno parte gli stessi “autori” delle principali scoperte giuridiche che hanno sempre caratterizzato il motore trascinante della precedente Associazione.


Ed è insieme ai VERI “artefici” della nostra ricerca giuridica nell'esteso territorio della Legislazione Italiana ed Europea, e avendo sottomano importanti scoperte normative a difesa del nostro status di Docenti di Terza Fascia d’Istituto, che siamo ora impegnati nella prosecuzione della ricerca e della lotta per il raggiungimento di un inserimento nelle Graduatorie Permanenti ad Esaurimento e per il diritto alla stabilizzazione del lavoro.


Animo e coraggio a tutti voi, Associati vecchi e nuovi! Apriamo le nostre “danze” con una vera Partecipazione Associativa, non dimenticando che ogni dubbio merita una risposta, e ogni questione può essere risolta con il Dialogo... attraverso il Forum, il nostro “ufficio di ascolto” per i nostri problemi e per le nostre richieste.


Buon lavoro e felice “appartenenza” a tutti...



Il Nostro operato

Esponenti

Presidente
: Francesca Bertolini

Vice Presidente: Daniele di Flavio

Segretario: Bruno Falasca

Tesoriere: Amedeo de Amicis

L'elenco degli amministratori e degli amministratori consiglieri verrà pubblicato nei prossimi giorni.

Curiosità...
L'attuale comitato amministrativo dell'associazione è composto per intero da musicisti e artisti...
La dolce musica di sottofondo è stata scelta per ispirare tutti coloro che leggendo si rendono conto che  le battaglie si vincono soprattutto con il cuore...

Impossibile trovare URL specifiche del gadget
Brian Crain-Song for Sienna