Marcolfe di Fanano

 
Gionata Orsini, un giovane scalpellino della pietra di Fanano - da sempre attento ricercatore delle storie e delle tradizioni fananesi - da anni ha riscoperto questa antica tradizione, legata alla cultura dei Friniati. Oggi la ripropone nel marchio "Marcolfe di Fanano" ©, una linea di prodotti originali e molto apprezzati che troverete nei migliori mercatini degli hobbisti della montagna.
 
 
 
Le Marcolfe
(o maschere, mummie)
Sull'Appennino Tosco-Emiliano nella zona del Frignano si possono ancora vedere delle teste scolpite nella pietra poste sulle facciate delle case.  Alcuni ricercatori ne fanno risalire l'origine al macabro rito compiuto al termine di ogni battaglia dall'antica popolazione dei Nord Umbri che abitava queste montagne. Al fine di proteggere se stessi e le loro famiglie dagli spiriti del male, essi decapitavano i guerrieri nemici e, dopo aver infilzato le teste sulle punte delle lance, le ponevano davanti alle proprie abitazioni. In tempi più recenti tale barbara usanza fu sostituita con la riproduzione delle teste scolpendole nella pietra o nel legno. Le troviamo sull'architrave della porta d'ingresso delle case o delle stalle, oppure nell'angolo da cui è iniziata la costruzione. Nelle valli del Dardagna e di Ospitale (Lamola) questa simbologia si può riscontrare anche nei camini tondi culminanti con una pigna di sasso. Sempre con significati propiziatori di fertilità e prosperità sono quei sassi posti agli angoli delle case che riproducono una semisfera..
On the Appennino Tosco-Emiliano, in the Frignano area, can still be found some heads sculpted into the stone and placed at the front of the houses. Some researchers date it back to a macabre rite that the North Umbri, an ancient population living in these mountains, used to do at the end of every battle. To protect themselves and their own families from the evil spirits, they used to behead the enemy warriors and after sticking the tips of their spears into their heads, they put them in front of their houses.Later on, that cruel habit was replaced by reproducing the heads carving them in the stone or wood. They are now visible on the lintel of the front door of houses, stables or on the corner where the construction had begun. In Dardagna and Ospitale (Lamola) valleys this symbolism can be also found in the round chimneys ending with a pine made of stone. Alwais carring a propitiatory meaning of fertility and prosperity, it's those stones placed on the corners of the houses, reproducing a half-sphere.
 

Le Marcolfe di Gionata

 

Gionata Sculture e decorazioni

 
 
 
 
 
Gionata Orsini
 
 
 
 
 
 
 
 
 
Comments