Comunicazioni‎ > ‎Comunicazioni‎ > ‎

Nuove disposizioni della Regione Liguria (A.LI.SA) per le Strutture di cura (Studio/Ambulatorio)

pubblicato 23 mar 2019, 14:29 da Walter Dugoni   [ aggiornato in data 30 nov 2019, 04:42 ]

Aggiornamento. Nota ALISA prot. 24545 del 11/11/2019 "Istanza di autorizzazione per le strutture veterinarie operanti sul territorio di Regione Liguria - charimenti"

In risposta alla nota A.N.M.V.I. del 22/10/2019 avente come oggetto la richiesta di "revoca nota A.Li.Sa. prot. n. 17471 del 07/08/2019" ed in riferimento alla comunicazione trasmessa in data 14/10/2019 dall'Avv. Mauro Frigerio, che in rappresentanza dell'Ordine dei Medici Veterinari della Provincia di Genova ha inoltrato la richiesta di rettifica della medesima nota di A.Li.Sa. con specifico riguardo ai requisiti dei servizi igienici delle strutture sanitarie veterinarie, si ritiene opportuno procedere al seguente chiarimento:
la nota A.Li.Sa. prot. 17471 del 07/08/2019 precisa che negli ambulatori veterinari il "Servizio igienico non può essere raggiungibile attraversando aree o locali dove si svolgono prestazioni".
In ottemperanza al Decreto del Presidente della Repubblica 24 luglio 1996, n. 503 "Regolamento recante norme per l'eliminazione delle barriere architettoniche negli edifici, spazi e servizi pubblici" (art.8) i servizi igienici pubblici devono essere accessibili, così come stabilito ai sensi del Decreto Ministro dei Lavori Pubblici 14 giugno 1989, n. 236 relativo alle prescrizioni tecniche necessarie a garantire l'accessibilità, l'adattabilità e la visitabilità degli edifici privati e di edilizia residenziale pubblica, ai fini del superamento dell'eliminazione delle barriere architettoniche, ove per accessibilità (art. 2) si intende la possibilità, anche per persone con ridotta o impedita capacità motoria o sensoriale, di raggiungere l'edificio e le sue singole unità immobiliari e ambientali, di entrarvi agevolmente e di fruirne spazi e attrezzature in condizioni di adeguata sicurezza e autonomia.
Si intende pertanto precisare che per le strutture sanitarie veterinarie operanti sul territorio di Regione Liguria e presenti prima dell'entrata in vigore della Legge Regionale 11 maggio 2017 n. 9, che hanno presentato o presenteranno, entro i termini stabiliti, l'autocertificazione del possesso dei requisiti ai fini dell'ottenimento dell'autorizzazione sanitaria, il requisiti relativo al "Servizio Igienico" è da intendersi rispettato qualora sia garantita agli utenti l'accessibilità in condizioni di adeguata sicurezza ed autonomia.
Il titolare della struttura sanitaria dovrà garantire che il raggiungimento dei servizi igienici da parte dell'utenza non determini alcuna esposizione a potenziali pericoli di natura biologica, chimica, fisica o qualsiasi altra tipologia, interdicendo il passaggio pubblico dai locali dove sono in essere contestualmente prestazioni sanitarie, o attività potenzialmente rischiose correlate.

Il Commissario Straordinario
Dottor G. Walter Locatelli

In allegato le note pervenute da ALISA :
  • Nota allegato 1: domanda per autorizzazione sanitaria per ambulatorio veterinario
  • Nota allegato 2: chiarimenti su scorte farmaci studio/ambulatorio
Solo chi è interessato ad ottenere l’autorizzazione sanitaria per AMBULATORIO VETERINARIO deve compilare integralmente la nota 1 ed inviarla con fotocopia documento di identità del titolare/direttore sanitario alla S.C. Sanità Animale della ASL competente per territorio.

Si consiglia comunque a tutti di prendere visione della nota 2 in merito ai chiarimenti su scorte farmaco.

Si precisa che non sono pervenute da A.LI.SA. comunicazioni in merito all'eventuale pagamento di diritti sanitari dovuti ai Comuni o alla ASL per il rilascio dell’autorizzazione sanitaria per AMBULATORIO e pertanto non siamo in grado di quantificare il costo della pratica né le modalità di pagamento.