Anagrafe canina e identificazione del cane


          IMPORTANTE          

Nota prot. P1/20 del 10/01/2020 ad Alisa e Regione Liguria.
Con la presente segnalo ad Alisa ed al competente Assessorato le difficoltà rappresentate dalla recentissima ed incompiuta modifica dell’anagrafe canina regionale. Molti colleghi mi hanno contattato lamentando l’ulteriore complicazione cui sono soggetti nello svolgimento dell’attività professionale a seguito della decisione della Regione Liguria di modificare l’anagrafe canina.
Senza entrare nel merito di questa iniziativa, assunta si spera con valide motivazioni, senza dubbio la tempistica di comunicazione ed attuazione di un cambiamento, così repentino e di grande impatto, di una procedura operativa conosciuta e consolidata, è assolutamente inadeguata.
Non si può modificare una attività con carattere ufficiale svolta da liberi professionisti, con un preavviso di 10 giorni sulla scadenza e fornendo indicazioni sommarie e poco chiare, peraltro comunicate solo verbalmente durante l’incontro del 19.12.u.s. senza alcuna formalizzazione.
La trasmissione dei dati raccolti dai colleghi per tramite del Presidente dell’Ordine come dichiarato dalla Dott.ssa Cosma è una procedura non accettabile trattandosi comunque di dati ufficiali, tale adempimento non rientra nelle prerogative dell’Organo che rappresento.
Ritengo inoltre che l’inadempienza delle strutture pubbliche (Regione Liguria? Alisa? IZS Teramo?) nelle modalità e tempi di modifica dell’anagrafe canina non possa essere surrogata dall'attività dei liberi professionisti.
La reazione spontanea dei colleghi sarà di dirottare gli utenti verso gli uffici delle ASL con le conseguenze che si possono immaginare stante la cronica ridotta presenza di personale veterinario in servizio.
Confidando in una rapida soluzione del problema propongo l’attivazione di un tavolo tecnico permanente tra Regione, ALISA, ASL ed i rappresentanti della professione veterinaria in occasione di cambiamenti importanti delle normative vigenti, come peraltro già auspicato in altre occasioni.

Distinti saluti
Il Presidente
(Dott. Giuseppe Peirano)


Aggiornamento del 08/01/2020

con la presente si inoltra il file di DECODIFICA DELLE RAZZE e il NUOVO FILE di compilazione dei dati della banca dati degli animali d’affezione che sostituisce il precedente invio, in cui viene correlata la tavola PERSONA con la tavola ISCRIZIONE.

Messaggio riservato ai colleghi delle ASL: VetIdFiscale va interpretato come codice fiscale dell'operatore accreditato in anagrafe che effettua la registrazione sia medici veterinari che amministrativi che operatori


Genova, 19/12/2019 - Prot. 29/19

A tutti i veterinari iscritti

In relazione alla riunione odierna convocata da ALISA S.C. Sicurezza Alimentare e Sanità Animale si comunica quanto segue:

  • dal 01/01/2020 non sarà più attivo ma oscurato l'attuale sito dell'anagrafe regionale canina;
  • l'anagrafe regionale canina verrà sostituita con la banca dati nazionale in data da stabilirsi

Entro il 31/12/2019 si consiglia a tutti i colleghi che hanno scorte di microchip non ancora caricati sull'attuale sito anagrafe regionale canina, in via di dismissione, di provvedere ad inserirli .
Qui sotto le istruzioni fornite da ALISA con i file da compilare per la raccolta dei dati nel periodo in cui non si potrà accedere alla nuova anagrafe animali d’affezione nazionale.

Ecco alcune indicazioni per una migliore comprensione del documento che si chiama ”File compilazione banca dati animali d’affezione regione liguria”,

le tabelle da compilare sono tre:

  • Persona
  • Iscrizione
  • Microchip

Ognuna delle tre tavole ha la sua legenda che la precede.

Sono da compilare solo le colonne in rosso che sono quelle OBBLIGATORIE, nella legende le ultime tre colonne sono da leggersi in questo modo:

  • Nella colonna T la voce “A” deve intendersi che vanno inseriti caratteri alfanumerici, numeri e lettere;
  • Nella colonna L il numero inserito indica la lunghezza del campo: per esempio nella tavola persona RIGA 2 La colonna ”perCognome” max 40 caratteri alfanumerici;
  • Nella colonna “Obb” se il dato è obbligatorio o meno.
A titolo di esempio è compilato un ipotetico inserimento di dati nelle tavole.

Si allegano al file le tabelle inviateci da Teramo con i codici Istat dei comuni e le decodifiche degli stati mondiali e la tabella del Capitolo 0 per i completare i dati sulle caratteristiche degli animali.


Per ulteriori informazioni:

ALISA
Area Sanitaria
Piazza della Vittoria 15 - 3° Piano 16121 Genova
Dottoressa Valeria Cosma, DVM

[PRECEDENTI COMUNICAZIONI]

ANAGRAFE CANINA/IDENTIFICAZIONE DEL CANE 
Il cane deve essere identificato entro due mesi dalla nascita e non può essere ceduto prima dei due mesi di età, quindi è obbligo del proprietario della fattrice identificare gli animali prima della separazione dei cuccioli dalla madre. In assenza della documentazione di provenienza è necessario che il detentore del cane autocertifichi l’origine del cane (art.46 DPR 445/2000). La mancata iscrizione nei tempi stabiliti comporta l’irrogazione di una sanzione di € 51,65 da parte del Sevizio Veterinario della ASL competente. 

Applicazione del Microchip 
Dopo l’inserimento verificare che il microchip sia correttamente funzionante utilizzando il lettore, procedere poi all’inserimento dei dati in Anagrafe Canina della Regione Liguria; stampare la scheda di iscrizione che sarà firmata da veterinario e da proprietario.
La documentazione raccolta dovrà essere consegnata alla S.C. Sanità Animale entro 2 mesi.
Eventuali anomalie riscontrate vanno prontamente segnalate e il proprietario indirizzato agli uffici della S.C. Sanità Animale. 
Al momento dell’iscrizione di un animale in banca dati è necessario identificare il proprietario, che deve essere maggiorenne, mediante il controllo di un valido documento di riconoscimento in corso di validità.
L’inserimento dei dati ed il rilascio della cedola d’iscrizione devono essere contestuali all'applicazione del microchip.
Il microchip deve essere introdotto (dal veterinario della ASL o dal libero professionista accreditato) entro 60 giorni dalla nascita e in ogni caso entro 30 giorni dal possesso di un animale non identificato. 

NB: si ricorda che sulle certificazioni o sulla richiesta di esami relative a malattie denunciabili o segnalabili alla S.C. Sanità Animale (es: leishmania), il cane deve essere identificato indicando il numero di microchip oltre i dati anagrafici del proprietario. 

Ċ
Walter Dugoni,
20 mar 2016, 01:57
Ĉ
Walter Dugoni,
25 dic 2019, 09:11
Ĉ
Walter Dugoni,
25 dic 2019, 09:11
Ĉ
Walter Dugoni,
25 dic 2019, 09:12
Ĉ
Walter Dugoni,
8 gen 2020, 05:11
Comments