archivio notizie

Lidia Menapace a Rovigo  

 Giovedì 6 marzo al Museo dei grandi fiumi a Rovigo alle 21, in occasione della Festa della Donna, la Sinistra Arcobaleno polesana organizza un incontro con Lidia Menapace



Sinistra Arcobaleno: assemblea pubblica a Porto Tolle venerdì 29 febbraio      (qui il manifesto

 Nella foto da sinistra: Angelo Motta (PdCI), Renato Arzenton (Verdi), Claudio Bortolotti (PRC), Armando Cappellozza (SD).

Qui un commento sulla serata. 


Sabato 23 e domenica 24 febbraio i banchetti della Sinistra Arcobaleno

Cerca nelle piazze polesane nel fine settimana i banchetti dell'Associazione per la Sinistra Arcobaleno veneta: Rovigo piazza Vittorio, Taglio di Po, Ceregnano, Adria, Occhiobello, Lendinara, Porto Tolle, Villadose, Ariano Polesine (solo lunedì), Porto Viro (solo mercoledì).

Visita il sito SinistraVeneta.it

 

Porto Tolle: prove di Sinistra Arcobaleno

A Porto Tolle i quattro partiti della Sinistra Arcobaleno guardano insieme alle elezioni comunali di primavera. Inizia un percorso congiunto e aperto intorno a precisi punti programmatici: il no al carbone, il sì al parco, il sì alle attività compatibili col territorio, prime fra tutte la pesca e il turismo. Leggi il comunicato congiunto pubblicato dopo il primo incontro dell'11 gennaio.

 



Anno 2007


Si è svolta a Roma l'8 e 9 dicembre l'Assemblea della Sinistra e degli ecologisti, che vuole costruire un nuovo soggetto federativo a sinistra. Leggi la Dichiarazione di intenti che si rivolge alle forze politiche, ai gruppi organizzati, ai movimenti, al popolo della sinistra, a tutte le singole persone che vogliono partecipare attivamente alla costruzione.



Sabato 1 dicembre si tiene a Rovigo il congresso dei Verdi regionali per la presentazione dei candidati alla elezione di Presidente regionale e dell'Esecutivo. Dopo il breve saluto dei Verdi polesani interviene l'avvocato Gianluigi Ceruti, padre della legge quadro sui Parchi. A seguire le relazioni del presidente uscente Paolo De Marchi e del candidato alla Presidenza Gianfranco Bettin. Lista unica per i candidati all'esecutivo; le votazioni si tengono domenica 2 dicembre. Qui i dettagli

 



20 anni senza nucleare

Sabato 10 novembre a Roma una manifestazione nazionale promossa dai Verdi in occasione del ventennale della vittoria referendaria contro il nucleare in Italia. Un'occasione per ribadire il no a quanti stanno tentando di riproporre nucleare e carbone e per rilanciare una forte politica a favore del solare e delle altre fonti rinnovabili. Una giornata di dibattito, musica e festa. I Verdi del Veneto hanno organizzato un pullman gratuito da Venezia, Padova e Rovigo. Per le adesioni telefonare allo 041 438 12 23.

 

Rovigo. Venerdi 9 novembre, dalle ore 18 alle 20, in piazza Vittorio Emanuele i Verdi allestiranno un banchetto informativo sull'uso degli OGM in agricoltura. Si potrà anche firmare la petizione Liberiamoci dagli OGM.

 

Verdi, PRC, PdCI e Sinistra Democratica organizzano un convegno su lavoro e precarietà venerdì 26 ottobre alle 20.30 al Museo dei grandi fiumi di Rovigo. Relatori Dino Greco della CGIL e Gianni Boetto delle RdB di Padova. Scarica qui il volantino.


 

Dai Verdi polesani sostegno e adesione al sit-in di protesta del 18 ottobre all'autodromo di Adria contro il convegno di Confindustria dedicato al polo energetico nel Delta. Leggi il comunicato.





Verdi, PRC, PdCI e Sinistra Democratica organizzano un convegno sull'ambiente mercoledì 26 settembre alle 20.30 al Museo dei grandi fiumi di Rovigo. Relatori il prof. Gianni Tamino e Giambattista Polo. Scarica qui il volantino.

 




Pubblicato un un comunicato dei Verdi polesani: arroganti le parole di Emma Marcegaglia a Pecoraro Scanio al convegno di Montebelluna. Il ministro verde dipinto dalla vicepresidente di Confindustria (e proprietaria dell'isola di Albarella a Rosolina) come "antisviluppo", al quale va preferita "gente seria, concreta, che voglia bene all'Italia". L'articolata risposta della portavoce dei Verdi Rizzato: Marcegaglia consideri che contro uno sviluppo non rispettoso dell'ambiente vi è anche lo stesso comune di Rosolina. E se vuole fare e disfare ministri, Marcegaglia non ha che da presentarsi alle elezioni.



I Verdi chiedono le dimissioni di Federico Saccardin da presidente dell'Ente Parco Delta del Po. Saccardin, nella sua altra veste di presidente della provincia di Rovigo, nel consiglio provinciale del 5 settembre si è mostrato non contrario al carbone. Se è legittimo (ma non condivisibile) che il presidente della provincia cambi idea sul carbone, ciò non può essere concesso al presidente dell'Ente Parco, che tutela quell'area.

Leggi il comunicato dei Verdi e la delibera consiliare di "non contrarietà", approvata da gran parte del centrosinistra e del centrodestra (dal sito della Provincia).

Leggi la risposta ai Verdi del presidente della Provincia (non del Parco!): "La richiesta è ingiustificata, il Consiglio mi ha giudicato positivamente, senza pronunciarsi sul merito del sì e del no al progetto". Appunto.


La senatrice Verde Anna Donati in un comunicato del 27 luglio commenta con soddisfazione il ritiro da parte dell'ANAS del progetto dell'autostrada Mestre-Orte (o "Autostrada Romea"). Anche l'ANAS riconosce la fondatezza delle osservazioni dei Verdi sull'inutilità e la dannosità della progettata autostrada. Ma il consiglio provinciale di Rovigo il 30 luglio approva all'unanimità un documento che "non condivide" la decisione dell'ANAS (dal sito della provincia).

 

Pubblicato un comunicato dei Verdi in occasione del consiglio provinciale convocato per mercoledì 5 settembre: la maggioranza di centrosinistra dica un "no" chiaro alla riconversione a carbone, sulla scia del documento presentato da associazioni di categoria e da cinque comuni.


La portavoce provinciale dei Verdi scrive al Prefetto di Rovigo perchè trasmetta al Governo anche le ragioni di chi (come i Verdi, ma anche le associazioni di categoria, i comuni, i cittadini) si oppone al progetto di riconversione a carbone di Porto Tolle.



Presentato il 28 luglio alla stampa un comunicato congiunto di Verdi, Rifondazione, Comunisti italiani e Sinistra Democratica: "Sulla centrale di Porto Tolle No a ricatti, No al carbone, Sì allo sviluppo".

 


Il Ministro Alfonso Pecoraro Scanio è intervenuto a Chioggia martedì 24 luglio per inaugurare una centrale fotovoltaica, frutto dell'impegno di un'azienda che investe nelle energie rinnovabili. Pecoraro, accolto dal Consiglio Comunale dove ha siglato il "Protocollo di Chioggia" ad indicare l'impegno a ridurre i gas serra, ha iniziato proprio da Chioggia il percorso per la presentazione del Patto per il clima. Accanto al Ministro c'erano Erasmo Venosi, esperto di energia e consulente del Ministero, e l'assessore provinciale Verde Ezio Da Villa.
C'eravamo anche noi Verdi polesani con una piccola delegazione di amministratori, imprenditori turistici e pescatori bassopolesani.


 

Si è sparsa notizia che la Commissione nazionale di Valutazione Impatto Ambientale abbia giudicato negativamente la conversione a carbone della centrale di Porto Tolle: mentre i Verdi polesani esultano, in consiglio regionale i Verdi si preparano a fermare un emendamento ad hoc per favorire l'Enel. Il consigliere comunale di Rovigo Romanin chiede di far decollare l'economia del Delta ed Erasmo Venosi, consulente del ministro dell'ambiente, rilascia un'intervista al Gazzettino: Il carbone pulito non esiste.

 


Pubblicato un comunicato dei Verdi polesani: cittadini e stampa sono stati allontanati dalla Provincia mentre si riunivano le Commissioni Ambiente di Comune di Rovigo e Provincia. Ciò è contro la legge e non favorisce la partecipazione democratica.




Pubblicato un comunicato dei Verdi: la riunione congiunta delle Commissioni Ambiente di Provincia e Comune di Rovigo del 12 giugno è un primo passo utile perchè la politica ascolti tutte le voci del territorio, anche quelle che criticano la riconversione di Porto Tolle. I Verdi dicono sì a un tavolo istituzionale, a patto che includa tutti: partiti, categorie economiche, associazioni e comitati.

 


Il presidente dei Verdi veneti De Marchi e il consigliere regionale verde Bettin criticano in un comunicato il "patto del carbone" tra il governatore Galan e il sottosegretario Letta: scambiare il via libera regionale al carbone a Porto Tolle con il via libera nazionale a strade e autostrade è sbagliato.

De Marchi e Bettin denunciano le strane manovre che in Consiglio Regionale cercano di modificare la legge per permettere di alimentare a carbone Porto Tolle.

 

La scadenza della campagna di adesione ai Verdi è stata spostata al 16 luglio 2007. Per aderire contattaci ora!

 

Taglio di Po. Su iniziativa dei Verdi locali, il consiglio comunale di Taglio di Po ha votato nella seduta del 12 giugno un documento contro la riconversione a carbone della centrale di Porto Tolle. 

 

Secondo quanto riporta la stampa, l'Avvocatura dello Stato si è espressa negativamente sulla riconversione della centrale Enel. Il progetto è contrario alla legge istitutiva del Parco veneto, che prevede l'alimentazione a metano o combustibili di pari o minore impatto ambientale. Uguale valutazione è stata più volte espressa dai Verdi (da ultimo col comunicato del 7 febbraio scorso).

 

Rovigo. Il Consiglio Comunale il 22 maggio ha votato all'unanimità la mozione contro l'impiego del carbone per la centrale di Porto Tolle presentata dal consigliere Verde Guido Romanin


Rovigo. i Verdi con un comunicato intervengono sulla bozza del regolamento di tutela degli animali, ora in discussione nelle commissioni consiliari: attenzione a circhi, mostre e negozi di animali.

 

Pubblicato un comunicato dei Verdi polesani: contro la riconversione della centrale di Porto Tolle c'è bisogno di un patto tra cittadini, le categorie economiche e la politica che escluda il carbone.

 

Il 27 e 28 maggio si tengono le elezioni amministrative in 4 comuni polesani: Lusia, Trecenta, Giacciano con Baruchella e Fratta Polesine (qui si presenta una lista con candidati Verdi).

 



I Verdi nell'assemblea programmatica del 15 aprile 2007 hanno eletto il nuovo portavoce provinciale: è Maria Luisa Rizzato, 42 anni, di Villadose.


Aderisci al Patto per il clima, l'appello per la riconversione ecologica dell'economia e della società.

 

E' in corso fino al 1° luglio la raccolta delle firme per la proposta di legge di iniziativa popolare per la gestione pubblica del "bene comune" acqua. Referente per Rovigo è Luciano Marangoni, dei Verdi di Rovigo (tel. 338 8128643)



Iscriviti ai Verdi: c'è tempo fino al 30 giugno. E se hai meno di 27 anni, ci vogliono solo 15 euro. Per informazioni visita la nostra pagina oppure la pagina nazionale con tutti i dettagli.

Comments