I comportamenti disfunzionali

Tra le pieghe dei social network si nascondono una serie di comportamenti disfunzionali non sempre immediatamente visibili: dal cambiamento di identità ai comportamenti aggressivi (troll e stalking), alla violazione e all’abuso dell’informazione.

A causare questi comportamenti sono due aspetti. Da una parte l’anonimato, possibile anche in un mondo come quello dei social network dove l’identità apparentemente è sempre visibile. Dall’altra il desiderio di riconoscimento o di rivalsa che la struttura dei social network è in grado di amplificare.

Questa possibilità produce il primo dei paradossi dei social network: se io posso più facilmente cambiare la mia identità è vero che anche l’intervento esterno può modificare più facilmente il modo in cui gli altri percepiscono la mia identità.

 

Comments