Interrealtà: La fusione tra reti offline e digitali

I social network permettono per la prima volta la creazione di reti sociali ibride – contemporaneamente costituite da legami digitali e da legami faccia a faccia – dando vita a un nuovo spazio sociale l’«interrealtà» molto più malleabile e dinamico delle reti sociali precedenti.

A caratterizzare l’interrealtà è, infatti, la fusione di reti online e di reti offline mediante lo scambio di informazioni tra di esse. Ciò permette di controllare e modificare l’esperienza sociale e l’identità sociale in maniera totalmente nuova rispetto al passato con rischi e opportunità spesso sottovalutati.

Se nei forum e nelle chat, il mondo online e quello offline entravano raramente in contatto e comunque solo per esplicita volontà dei soggetti interagenti, nei social network questo avviene sempre e anche se i soggetti coinvolti non lo vogliono o non ne sono consapevoli.

Un esempio a questo proposito è il fenomeno del tagging (etichettare) con cui nei social network è possibile associare a un «amico», senza che lui lo voglia, un’immagine in cui lui è presente o una nota di testo a lui riferita (vedi anche il primo paradosso dei social network).

 

Comments