Home‎ > ‎

Storia del sito

QUESTA LA STORIA DI COME SI E' ORIGINATO QUESTO SITO, RIPORTATA RICOPIANDO LE STESSE MAIL CON CUI SI E' DESCRITTA.

Gentile e cortese Sigr.
Rodolfo Citro; 
con spirito di collaborazione

http://tavolesmeraldine.altervista.org
http://tavolesmeraldine.blogspot.com

I due link, conducono allo stesso sito.

Al momento, risulta essere la traduzione più completa e grammaticalmente meglio tradotta delle suddete tavole, pensiamo noi. Per questo le abbiamo messe on-line.

Sono gratuitamente scaricabili e diffondibili, anche in formato Pdf e Word.
Gradiremmo una "strigliata" se ci fossero delle correzzioni da fare.
Che Thoth e gli "altri" continuino ad aiutarci.
in servizio -

Elio Lupo
e Sheyla.


Prima di salutarla, vorrei farle presente che, il lavoro che vedrà, si è creato per una "sorta di coincidenze" fortuite.

Vorrei spiegarle che, io che le scrivo, non sono mai entrata in contatto con questo genere di argomenti per esempio, e se mi sono decisa a metterle online sotto copyleft, non è certo per il mio interesse. Almeno non in quel momento, che le trascrivevo.

Stavo solo facendo un favore a un amico, Elio Lupo appunto; conosciuto per altre vie, amico di un'amica, andai a trovarlo giù in Sicilia per conoscerlo e intervistarlo, su tutt'altro genere di questioni.

Quando ero lì, mi ricordo, ci capitò tra le mani un libro di Icke (David Icke); lo presi all'azar nella sua libreria. E, mentre stavamo chiacchierando delle cose per cui ero andata a trovarlo, non so come apro "casualmente" il libro sulla parte in cui esattamente l'autore spiegava queste Tavole. L'argomento non m'interessava più di tanto, e sarei passata oltre se, Elio, non mi avesse fatto notare prontamente questa "strana coincidenza": anche se io non avevo prestato attenzione, lui me ne aveva appena parlato.. pochi secondi prima! Si alza quindi, e ritorna con "la sua traduzione" delle Tavole in questione, e me la regala.

 

In quel momento non ci feci molto caso, e anzi non capivo perchè invece di parlare di quello che a me più importava, mi facesse "perder tempo" così. Ma, "a caval donato", non si guarda in bocca e anche se pensavo che non mi sarebbero mai ne servite a niente, nè interessate, le accettai con gioia. Ringraziandolo.

 

Passò più di un anno. A un certo punto, quando meno me lo aspettavo, mi ricade l'occhio sullo stesso pezzo di Tavole di Thot, dello stesso autore (Icke), seppur in un altro libro. Mi ricordo allora di Elio, e della "sua" traduzione..

 

La cerco, tra le mie cose, la trovo e la leggo.

 

Ora: in quel momento, come le posso spiegare, in quel "preciso" momento (prima no) quelle Tavole avevano assunto tutt' un "altro" significato per me, ben diverso, da prima; in quanto, le stavo "relazionando", assieme a tutto il libro di Icke, in un lavoro "comparativo" che questa volta, sì, concerneva l'argomento (sciamanico) per cui ero quella volta andata giù a trovare Elio.

 

Mio Dio!! Mi dissi.. Ma come ho fatto a non accorgermene prima!?.

 

Fu allora che, a distanza di un anno dall'ultima volta che ci eravamo visti, mi decido a ricontattare Elio, per fargli presente questa "strana" "casualità"..

 

Devo precisare che, ancora non avevo capito la sua fosse la miglior traduzione disponibile e, soprattutto, COMPLETA!

 

Capisce?!

 

In quel momento.. "realizzai" cioè, ... tutta la mia "fortuna" (o "grazia") che mi era stata concessa!! ad avere la sua versione!

 

Ecco perchè ho deciso di metterle On-Line, di modo che siano alla portata di tutti.

E le ho "protette" con la Creative Commons. Elio ha acconsentito a rilasciare il materiale sotto Copyleft.

 

L'ho fatto proprio perchè, cercando in rete, mi sono accorta che Elio aveva ragione.

La sua versione è davvero la più completa, non ne ho travata in fatti nessun'altra con i commenti di Doreal.

Ed è veramente la miglior traduzione, grammaticalmente parlando.

 

Quando ho chiesto ad Elio di raccontarmi come ne era entrato in possesso, come mai si era deciso a tradurle... e, soprattutto, PERCHE NON LE AVEVA PUBBLICATE, mi rispose:

 

che un giorno un tal Franz Winkler lo aveva spinto a tradurle, e gli aveva chiesto il "favore" di pubblicarle, diciendo che .. non so bene per quale ragione, non poteva farlo lui.

 

Gli aveva anche fornito tutti gli agganci editoriali, ecc; ma, per vari problemi e motivi, anche d'indole familiare, Elio non ha mai avuto il tempo di farlo. Quindi non lo fece.

 

Finch'è non sono arrivata io

 

Praticamente, lo "supplicai" di ... pubblicarle!! Dato che, il loro valore, andava al di là di quello che forse noi ci potevamo immaginare! Gli dissi. Lui mi rispose, semplicemente: fanne quel che vuoi.

 

Pensai al Copyleft... e mi decisi a creare quello che avrà già visto ai link di cui sopra: le Tavole, ora, sono pubbliche, diffondibili, scaricabili e .. gratuite.

 

Mi sto rivolgendo a persone come lei perchè, visto che lo abbiamo fatto per voi, cioè per chi è o dovrebbe esserne direttamente coinvolto e interessato, spero che in questo modo arrivino più velocemente alla portata della gente che più ne abbisogna.

 

Ecco è tutto.

 

Prima di lei avevo contattato Winkler come le dicevo, il telefono me lo dette Elio.

 

Mi aveva detto questo signore che avrebbe messo il collegamento nel suo sito, ma mi son sembrate parole vuote.. infatti non lo ha fatto.

 

Inoltre, anche se mi diceva che "mi dava la sua benedizione" sul lavoro che mi accingevo a fare, non capisco come mai si sia azzardato a dire che, i commenti di Doreal, andavano giust'appunto tolti perchè, a suo dire, erano delle stupidaggini.. Chi è lui per dirlo?

 

Lasciamo, casomai, che sia "il lettore" a deciderlo.

 

Inoltre, quando gli ho chiesto se mi poteva dire la "pronuncia corretta" dei suoni e delle "parole" che Thoth da nelle Tavole, NON ha voluto. Ha acconsentito solo a una: il nome di Thoth, quello quando lui dice "Chiamami se hai bisogno di me, Tre volte, con queste parole". E basta. Se ci facesse il favore lei, per le altre...

 

 

Ora la saluto, nella speranza che il lavoro fatto, sia di suo gradimento e soprattutto utile a qualcuno, come lo è stato per me.

 

 

Grazie per il lavoro che fa/fate.

 

A presto -

 

Sheyla
data    06 novembre 2008 23.12
oggetto    R: tavole

  06/11/08    


Sheyla buonasera,

grazie per avermi inviato di nuovo il link al vostro sito. Ho letto con attenzione la Sua lettera. E’ davvero interessante il modo con cui è venuta a conoscenza del lavoro di Elio Lupo. Leggerò le Tavole di Smeraldo e le saprò dare qualche impressione sul testo tra qualche giorno.

 

Vorrei sapere però, visto che mi parla di “traduzione” qual è la lingua “originale” del testo da cui Elio Lupo ha effettuato la traduzione. Proviene forse  dalla versione in inglese pubblicata qualche anno fa?  Nel 2006 credo.

 

C’è n’è una scaricabile gratuitamente dal sito http://www.crystalinks.com/emerald.html . So che ci sono dei dubbi sulla attendibilità del testo che sarebbe, secondo alcuni, di pura invenzione di Doreal.

 

In ogni caso credo che una lettura del testo possa dare importanti spunti di riflessione che possono indurre il lettore ad andare più in profondità del testo, ricavandone, secondo me, sempre beneficio.

 

Grazie ancora per il dono che avete voluto farmi.

 

Un caro saluto

 
data    07 novembre 2008 01.08
oggetto    Re: R: tavole

   07/11/08    


Gentile Sgr Rodolfo;

giusta osservazione.


Stavo proprio pensando oggi di chiedere una biblio-grafia a Elio dei testi originali IN INGLESE, su cui egli si sarebbe basato. Mi aveva detto che non aveva nessun problema a proporzionarmi i dati, ma ultimamente ha molto poco tempo da dedicare a tutto questo.

Se non ho capito male sono testi che comunque, gli averebbe proporzionato Winkler.

In qualche modo, a furia di insistere, cercherò di recuperare anche quelli e li metterò prontamente nel sito, di modo che la sua lettura sia il più possibile completa.

Quello che a me più sembra importante ora, invece, e che ho premura di ricordargli.. è, se ci può aiutare lei a mettere bene la CORRETTA PRONUNCIA FONETICA delle parole di potere esposte nel testo.

Winkler mi faceva notare che, essendo gli originali in inglese, dovevo pronunciarli in quella maniera. Ma, mi piacerebbe sapere anche da lei cosa ne pensa, prima di scriverlo nel blog.

Elio, assieme ad altra gente, sono arrivati "per caso" alle "Sale di Amenti" (in "Sogno Lucido") MOLTO TEMPO PRIMA di incontrare i libri e le tavole... ..forse per questo, a suo tempo, li ha dedicato tanto interesse.


Io comunque devo dire che, in tutto ciò, vedo invece una "splendida sintesi" su parecchie altre cose, che preferisco però scrivergli in seguito per non perderci troppo negli argomenti.

Lo considero un lavoro utile per "realizzare" certi obiettivi concreti e importanti nella nostra vita, più che materiale di fantasia. Questo perchè vi sono, in esso, numerose "sincronie" difficilmente spiegabili, se non su di una base logica e conseguentemente scientifica.


Si dice che "la Verità è Una", e quando ci avviciniamo ad Essa "vediamo" come le stesse cose, seppur espresse con altre parole e concetti, sono ripetute in tutte le latitudini del mondo, qualunque essa sia la tradizione.

Ora, c'è n'è una abbastanza dimenticata e, conseguentemente "nuova" per usare un termine, che secondo me è in grado di "guidare" più velocemente delle altre sul sentiero della Retta Vita. Ragione sufficiente per fare di tutto per cercare di darla a conoscere.

Questo sto cercando di fare. Ma, in passato, sono stata già parecchio attaccata per averci provato. Come tutte le cose "nuove", o "liberatrici", non sono certo aiutate.. anzi!

Ma io continuo a insistere.
Le Tavole, credo, sono a mio avviso un "tassello" molto importante per far capire tutto. Forse "la chiave" che può aiutarci a risolvere molti enigmi. Chiunque poi sia che le abbia scritte...

Solo il tempo potrà darmi ragione, oppure smentirmi.


Per adesso la saluto,

spero risentirla presto
e che ci possa aiutare.


Sheyla