Principali oneri deducibili



Oneri deducibili

 

Oneri deducibili dal reddito complessivo

Descrizione

Note

Importo

¨  Assegno periodico corrisposto al coniuge.

 

...................

¨  Assegni periodici (rendite, vitalizi) corrisposti in forza di testamento o donazione.

 

...................

¨  Contributi Inps addetti servizi domestici e familiari.

Massimo

€ 1.549,37

...................

¨  Contributi previdenziali e assistenziali obbligatori e volontari versati all’ente pensionistico di appartenenza. Rientrano tra queste spese anche:

1.     i contributi agricoli unificati versati all’Inps – Gestione ex Scau – per costituire la propria posizione previdenziale e assistenziale;

2.     i contributi versati per l’assicurazione obbligatoria Inail contro gli infortuni domestici (c.d. assicurazione casalinghe);

3.     i contributi previdenziali e assistenziali versati facoltativamente all’ente pensionistico di appartenenza, compresi quelli per la ricongiunzione

4.     di periodi assicurativi, per il riscatto degli anni di laurea, per la prosecuzione volontaria e per il cosiddetto “fondo casalinghe”.

 

 

 

¨  Spese mediche e assistenziali a disabili.

50% delle spese

sostenute

...................

¨  Canoni, livelli, censi, altri oneri gravanti sui redditi di immobili.

 

...................

¨  Indennità per perdita di avviamento corrisposta al conduttore di immobili non abitativi.

 

...................

¨  Spese sostenute dai genitori adottivi di minori stranieri per l’espletamento della relativa procedura di adozione internazionale.

 

...................

¨  Contributi per Fondi integrativi del SSN.

Massimo
€ 3.615,20

...................

¨  Contributi per ONG e per Paesi in via di sviluppo.

Massimo 2% del

reddito dichiarato

...................

¨  Erogazioni liberali a favore di istituzioni religiose.

Massimo
€ 1.032,91

...................

¨  Erogazioni a enti universitari di ricerca ed enti parco.

 

...................

¨  Contributi versati alle forme pensionistiche complementari o individuali.

Massimo

€ 5.164,57

...................

¨  Somme restituite al soggetto, se tassate in anni precedenti.

 

...................

¨  Erogazioni liberali Onlus, Fondazioni e Associazioni riconosciute, associazioni di promozione sociale iscritte nel registro, associazioni di volontariato, fondazioni e associazioni riconosciute con scopo di promozione di attività di ricerca scientifica.

Massimo 10%

reddito dichiarato

...................

¨  Erogazioni liberali da parte di soggetti privati nei confronti di trust/fondi speciali a favore di persona con disabilità grave.

Massimo 20%

reddito dichiarato

e comunque

non superiore a

€ 100.000,00

...................

¨  Acquisto/costruzione di immobili abitativi destinati alla locazione, entro 6 mesi dall’acquisto/termine di costruzione, con contratto di almeno 8 anni.

Massimo

€ 300.000,00

- deduzione

del 20%

 

 

¨  Altri oneri:

 

 

 

-       ................................................................................................................

 

...................

-       ................................................................................................................

 

...................

 

Contributi per previdenza complementare

Descrizione

Importo

¨  Contributi a deducibilità ordinaria.

...................

¨  Contributi versati a fondi di squilibrio di monetario.

...................

¨  Contributi versati da lavoratori di prima occupazione.

...................

¨  Contributi versati per familiari a carico.

...................

¨  Fondo pensione negoziale dipendenti pubblici.

...................






Principali oneri detraibili





Dichiarazione dei redditi per anno ……………..


Cognome

……………………………………

Nome

……………………………………


Oneri detraibili


Oneri per i quali spetta la detrazione del 19%

Descrizione

Note

Importo

  • Premi per assicurazione vita e infortuni (anche familiari a carico) e per assicurazioni sul rischio morte, invalidità permanente.

  • Massimo detraibile € 530,00 per contratti rischio morte o invalidità permanente non inferiore al 5%.

  • Massimo detraibile € 750,00 per contratti rischio morte o finalizzati alla tutela delle persone con disabilità grave.

  • Massimo detraibile € 1.291,14 per contratti rischio non autosufficienza compimento attività quotidiana.

  • Se il contratto è stato stipulato o rinnovato dopo il 31.12.2000 necessitano speciali requisiti.

...................

  • Interessi mutui ipotecari per acquisto abitazione principale.

Massimo € 4.000,00.

...................

  • Interessi mutui contratti nel 1997 per recupero edilizio.

Massimo € 2.582,28.

...................

  • Interessi mutui ipotecari per acquisto altri immobili stipulati prima del 1993.

Massimo € 2.065,83.

...................

  • Interessi mutui ipotecari per costruzione abitazione principale.

Massimo € 2.582,28.

...................

  • Interessi per prestiti o mutui agrari.

Fino al valore dei redditi dei terreni.

...................

  • Spese sanitarie generiche e specialistiche (anche per familiari a carico).

  • Spese mediche.

  • Meno franchigia di € 129,11.

    ...................

    • Spese per acquisto di medicinali.

    ...................

    • Spese sanitarie per familiari non a carico affetti da patologie esenti.

    Massimo € 6.197,48 (meno franchigia di € 129,11).

    ...................

    • Spese sanitarie per persone con disabilità.


    ...................

    • Spese veicoli per persone con disabilità.

    Massimo € 18.075,99.

    ...................

    • Spese di interpretariato per soggetti sordi.


    ...................

    • Spese acquisto e mantenimento cani guida per non vedenti (anche per familiari a carico).

    • 1 sola volta in 4 anni.

    • Per il mantenimento del cane spetta una detrazione di € 516,46.

    ...................

    • Spese sanitarie rateizzate sostenute in anni precedenti.


    ...................

    • Contributi versati per i familiari a carico relativi al riscatto degli anni di laurea.


    ...................

    • Spese per asili nido.

    Non superiore a € 632,00 per ogni figlio.

    ...................

    • Spese relative a beni soggetti a regime vincolistico.


    ...................

    • Spese veterinarie.

    Franchigia di € 129,11 (massimo di € 387,34).

    ...................

    • Spese addetti assistenza personale (anche per familiari a carico).

    Massimo € 2.100,00 (reddito entro € 40.000,00) con documentazione medica.

    ...................

    • Spese attività sportive per ragazzi.

    Massimo € 210,00/ragazzo (tra 5 e 18 anni).

    ...................

    • Spese canoni locazione sostenute da studenti universitari fuori sede (anche per familiari a carico).

    Massimo € 2.633,00.

    ...................

    • Spese funebri.

    • Massimo € 1.550,00 a decesso.

    • Non è più richiesta una relazione di parentela tra il soggetto deceduto e il fruitore della detrazione.

    ...................

    • Spese istruzione (anche familiari a carico).

    • Primo ciclo istruzione per l’infanzia e istruzione secondaria di secondo grado, massimo € 717,00 per alunno o studente.

    • Istruzione universitaria nei limiti di quelle statali.

    • Per le università non statali la detrazione è ammessa in misura non superiore a quella stabilita per ciascuna facoltà con decreto del MIUR entro il 31.12.

    ...................

    • Spese per intermediazione immobiliare.

    Massimo € 1.000,00 per acquisto abitazione principale.

    ...................

    • Altri oneri per i quali spetta detrazione 19%.


    …………………


    Oneri con detrazione al 36% - 41% - 50%

    Descrizione

    Note

    Importo

    • Spese interventi per recupero patrimonio edilizio per i quali spetta la detrazione del 50%.

    • Il limite massimo su cui calcolare la detrazione è pari a € 96.000,00.

    …………………

    • Spese sostenute per l’acquisto o l’assegnazione di immobili ristrutturati per le quali spetta la detrazione del 50%.

    • L’importo pari al 25% del prezzo di acquisto / assegnazione non può superare € 96.000,00.

    …………………

    • Spese per acquisto mobili e grandi elettrodomestici a seguito di interventi per recupero patrimonio edilizio con detrazione al 50%.

    • Limite massimo di spesa: € 10.000,00.

    ...................

    • Spese per acquisto mobili destinati all’arredo dell’abitazione principale acquistata da giovani coppie con detrazione al 50% (fino al 2016).

    • Limite massimo di spesa: € 16.000,00.

    ………………….

    • Spese detrazione 41%.

    • Spese sostenute nel 2006 relative a fatture emesse dal 1.01 al 30.09.2006.

    • Rata n.: ................................

    ...................

    • Spese detrazione 36% - 50% anni precedenti.

    • Spese sostenute:

    • negli anni dal 2001 al 2005;

    • nel 2006 relative a fatture emesse in data antecedente al 1.01.2006 ovvero a quelle emesse dal 1.10 al 31.12.2006 e per le spese sostenute dal 2007 al 2016.

    • Rata n.: ............................

    ...................

    • Detrazione 50% dell’Iva sull’acquisto di immobili residenziali classe energetica A o B.

    ------

    …………………


    .

    Oneri con detrazione 55% - 65%

    Descrizione

    Note

    Importo

    • Spese per interventi di riqualificazione energetica sugli edifici sostenute nel 2017 (detrazione 65%).

    • Riqualificazione energetica su edifici esistenti.

    ...................

    • Interventi su involucro edifici.

    ...................

    • Installazione pannelli solari.

    ...................

    • Impianti climatizzazione invernale.

    ...................

    • Installazione schermature solari.

    …………………

    • Impianti climatizzazione invernale con generatori da biomasse combustibili

    …………………

    • Spese per interventi di riqualificazione energetica sugli edifici anni precedenti.

    • Riqualific. energetica edifici esistenti.

    Rata n. ......

    ...................

    • Interventi su involucro edifici.

    Rata n. ….....

    ...................

    • Installazione pannelli solari.

    Rata n. ….....

    ...................

    • Impianti climatizzazione.

    Rata n. ….....

    ...................

    • Installazione schermature solari.

    Rata n. ......

    ...................

    • Impianti climatizzazione invernale con generatori da biomasse combustibili

    Rata n. ......

    ...................

    • Spese sostenute per interventi di riqualificazione energetica di parti comuni degli edifici comunali, che interessino l’involucro dell’edificio con un’incidenza superiore al 25% della superficie disperdente lorda dell’edificio medesimo (detrazione 70%).

    • Riqualificazione energetica su edifici esistenti

    ...................

    • Interventi su involucro edifici.

    ...................

    • Installazione pannelli solari.

    ...................

    • Impianti climatizzazione invernale.

    ...................

    • Installazione schermature solari.

    ...................

    • Impianti climatizzazione invernale con generatori da biomasse combustibili

    ...................

    • Spese sostenute per interventi di riqualificazione energetica di parti comuni degli edifici condominiali, finalizzati a migliorare la prestazione energetica invernale ed estiva e che conseguano almeno la qualità media di cui al decreto del Ministro dello Sviluppo economico del 26.06.2015 (detrazione 75%).

    • Riqualificazione energetica su edifici esistenti

    ...................

    • Interventi su involucro edifici.

    ...................

    • Installazione pannelli solari.

    ...................

    • Impianti climatizzazione invernale.

    ...................

    • Installazione schermature solari.

    ...................

    • Impianti climatizzazione invernale con generatori da biomasse combustibili

    ...................

    • Adozione di misure antisismiche.

    • Detrazione 50% (70% riduz. rischio sismico di una classe, 80% riduz. rischio sismico di due classi) su un importo massimo di € 96.000,00. Le percentuali maggiorate per gli interventi su parti comuni condominiali sono rispettivamente 75 e 85%.

    ………………….

    • Adozione di misure antisismiche annui precedenti (fino al 2016).

    Detrazione del 65% su un importo massimo di € 96.000 su abitazioni o unità produttive ubicate in zone sismiche.

    ...................

    • Spese per controllo a distanza degli impianti di riscaldamento.

    Detrazione del 65% per acquisto, installazione e messa in opera di dispositivi multimediali per il controllo a distanza degli impianti di riscaldamento, climatizzazione e produzione di acqua calda nelle abitazioni per spese sostenute nel 2016.

    ...................


    .

    Detrazione per canoni di locazione

    Descrizione

    Note

    Importo

    • Detrazione del 19% delle spese, sostenute dal 1.01.2016 al 31.12.2020, per canoni e relativi oneri accessori, per un importo non superiore a € 8.000,00, e del costo di acquisto a fronte dell’esercizio dell’opzione finale, per un importo non superiore a € 20.000,00, derivanti da contratti di locazione finanziaria su unità immobiliari, anche da costruire, da adibire ad abitazione principale entro 1 anno dalla consegna.

    • Sostenuti da giovani di età inferiore a 35 anni con un reddito complessivo non superiore a € 55.000,00 all’atto della stipula del contratto di locazione finanziaria che non sono titolari di diritti di proprietà su immobili a destinazione abitativa; la detrazione spetta alle condizioni previste per la deduzione degli interessi passivi derivanti da mutui per l’acquisto dell’unità immobiliare.

    • Gli importi di cui sopra sono ridotti alla metà nell’ipotesi in cui il soggetto locatore, fatte salve le altre condizioni, abbia un età non inferiore a 35 anni.

    ...................

    • Detrazione per inquilini di alloggi adibiti ad abitazione principale.

    • € 300,00 per reddito fino a € 15.493,71.

    • € 150,00 per reddito da € 15.493,71 a
      30.987,41.

    ...................

    • Detrazione per inquilini di alloggi adibiti ad abitazione principale con contratti stipulati a regime convenzionale.

    • € 495,80 per reddito fino a € 15.493,71.

    • € 247,90 per reddito da € 15.493,71 a
      € 30.987,41.

    ...................

    • Detrazioni per giovani di età compresa tra i 20 e i 30 anni per fitto abitazione principale.

    • € 991,60 per reddito fino a € 15.493,71.

    • Limitatamente ai primi 3 anni.

    ...................

    • Detrazione per lavoratori dipendenti che hanno una casa in affitto poiché hanno trasferito la propria residenza per motivi di lavoro.

    • € 991,60 per reddito fino a € 15.493,71.

    • € 495,80 per reddito da € 15.493,71 a
      € 30.987,41.

    ...................


    Erogazioni per le quali spetta la detrazione in percentuale

    Descrizione

    Note

    Importo

    • Erogazioni liberali a partiti politici.

    • Erogazioni comprese tra € 30,00 e € 30.000,00.

    • Detrazione 26%.

    ..................

    • Erogazioni liberali a favore di istituti scolastici di ogni ordine e grado, istituzioni dell’alta formazione artistica, musicale e coreutica, istituti tecnici superiori.

    Detrazione 19%.

    ..................

    • Erogazioni liberali alle Onlus.

    • Massimo € 30.000,00.

    • Detrazione 26%.

    ..................

    • Erogazioni liberali associazioni di promozione sociale.

    • Massimo € 2.065,83.

    • Detrazione 19%.

    ..................

    • Erogazioni liberali associazioni sportive dilettantistiche.

    • Massimo € 1.500,00.

    • Detrazione 19%.

    ..................

    • Erogazioni liberali attività culturali e artistiche.

    Detrazione 19%.

    ..................

    • Erogazioni liberali enti operanti nello spettacolo.

    • Massimo 2% del reddito dichiarato.

    • Detrazione 19%.

    ..................

    • Erogazioni liberali fondazioni operanti nel settore musicale.

    • Massimo 2% del reddito dichiarato.

    • Detrazione 19%.

    In particolari ipotesi il limite è elevato al 30%.


    ..................

    • Erogazioni liberali società Biennale di Venezia.

    • Massimo 30% del reddito complessivo.

    ..................

    • Erogazioni liberali società di mutuo soccorso.

    • Massimo € 1.291,14.

    • Detrazione 19%.

    ..................

    • Erogazioni a favore delle popolazioni colpite da calamità o eventi straordinari, iniziative umanitarie, religiose o laiche, gestite da fondazioni, associazioni, comitati o enti riconosciuti.

    • Massimo € 2.065,83.

    • Detrazione 19%.

    ..................

    • Erogazioni liberali in denaro al fondo per l’ammortamento dei titoli di Stato.

    Detrazione 19%.

    ..................