Home page‎ > ‎

12 - DSA

Nell'ambito delle iniziative di doposcuola promosse da Studio 613 esperti in psicologia si sono occupati di strutturare intrerventi mirati per ragazzi con DSA.

E' stato possibile realizzare la proposta di intervento grazie al contributo della Fondazione Banca del Monte di Lombardia e alla collaborazione della Parrocchia del Carmine.

1) Che cosa sono i DSA? 
I Disturbi Specifici di Apprendimento non sono malattie ma un gruppo eterogeneo di disturbi che creano significative difficoltà nell'acquisizione delle abilità strumentali di lettura, scrittura e calcolo.
 
La loro caratteristica principale è la specificità: il disturbo riguarda uno specifico dominio di abilità, lasciando intatto il funzionamento intellettivo generale. Ciò significa che i bambini con diagnosi di DSA non presentano deficit di intelligenza, deficit sensoriali o neurologici. I DSA comprendono:

Dislessia: difficoltà nel leggere in modo corretto e fluente.

Disortografia: difficoltà nei processi di transcodifica, ovvero nel trasformare il linguaggio parlato nel linguaggio scritto.

Disgrafia: difficoltà nella realizzazione grafica, ovvero nell’ esecuzione della scrittura.

Discalculia: difficoltà negli automatismi del calcolo e nell’acquisizione del sistema dei numeri.

2) Perché un doposcuola per i ragazzi con DSA? Perché la psicologia nel doposcuola?
Il Doposcuola, a differenza di esperienze più brevi, può accompagnare i ragazzi con DSA durante tutto l'anno scolastico, supportandoli nello studio quotidiano, individuando con loro le strategie più efficaci per ciascuno, man mano che i problemi reali si presentano.
  
All’interno del doposcuola, la presenza di esperti in psicologia permette di offrire un aiuto specifico ai ragazzi con DSA, Si propone l’utilizzo di strategie e strumenti compensativi individualizzati allo scopo di rendere quanto più possibile indipendenti i ragazzi nello studio, alleviando nel contempo le fatiche e lo stress, specifici per ogni DSA.
  
Gli alunni con DSA imparano ma in modo un po’diverso dai compagni.
  
Per questo motivo gli insegnanti e le persone che seguono ragazzi con DSA devono approcciarsi a loro ed aiutarli in modo un po’diverso da come farebbero con gli altri bambini.
 
3) Proposta di intervento
La nostra proposta è quella di creare  piccoli gruppo di ragazzi con DSA (2-5 ragazzi) che possano essere seguiti da una figura specializzata. L'obiettivo sarà quello di supportare i ragazzi in un percorso specifico ed individualizzato verso l'autonomia nello studio e nell'acquisizione di competenze.
Durante il pomeriggio al Doposcuola non sarà importante soltanto "finire i compiti", ma anche acquisire metodi e strumenti per poter "affrontare i compiti in autonomia", riducendo al minimo l'aiuto di altre persone.


DESTINATARI

Il progetto è rivolto ad un piccolo numero di alunni con DSA o BES che frequentano la scuola secondaria di primo grado e che sono iscritti al Doposcuola “Studio613”. E’ prevista la possibilità di ampliare l’offerta fino ad un massimo di 6 alunni, suddividendoli in due gruppi da 3 alunni che operino in sessioni di lavoro differenti.


METODO

Nella sessione di lavoro ciascun ragazzo sarà seguito da una figura specializzata che li aiuterà nello studio mediante l’utilizzo degli strumenti compensativi già in uso presso la scuola di appartenenza o con la creazione di nuovi strumenti (mappe concettuali, tabelle, schemi). E’ previsto l’utilizzo di software specificiTali software  consentiranno di utilizzare libri digitali se disponibili nonchè la creazione di schemi , riassunti e mappe concettuali che potranno essere stampate ed utilizzate a casa per lo studio


TEMPI E LUOGHI

Il progetto DSA partirà, per l'anno scolastico 2017/2018 solo al raggiungimento di un numero minimo di iscritti


TARIFFE

E' possibile partecipare al doposcuola specifico DSA mediante iscrizione all'associazione e acquistando ingressi  per il progetto




Comments