Benvenuti nel sito web del corso su Strumenti digitali per lo studio del mondo antico! Questo breve corso da 3 CFU, inquadrato nel settore scientifico-disciplinare L-ANT/03 - Storia Romana, è rivolto agli studenti dei corsi di laurea magistrale in Scienze dell'Antichità e in Scienze storiche.



Argomento e obiettivi

Questo corso intende offrire un primo approccio ai nuovi strumenti digitali per lo studio delle discipline relative all’antichità classica (Archeologia, Filologia Classica, Letteratura Greca, Letteratura Latina, Storia Antica), mettendo in particolare l’accento sulle opportunità offerte dalla rete Internet. L'obiettivo fondamentale dell'insegnamento è quello di mostrare, attraverso esemplificazioni concrete, come le risorse digitali ci possano aiutare nelle diverse fase di una ricerca sul mondo antico. Allo stesso tempo, attraverso questo percorso, mi ripropongo di mettere in luce le principali differenze di approccio fra strumenti tradizionali e strumenti digitali nelle discipline antichistiche.

L'articolazione del corso

Questo corso prevede un carico didattico di 3 CFU, pari a circa 75 ore di lavoro da parte dello studente, così articolate:

  • Lezioni frontali (circa 21 ore), nel corso delle quali illustreremo in che modo gli strumenti digitali ci possono aiutare nelle diverse fasi di una ricerca nelle discipline antichistiche.
  • Esercitazioni (circa 54 ore), che saranno di volta in volta proposte a lezione, sui diversi argomenti affrontati, e che potranno essere compiute dagli studenti, anche riuniti in piccoli gruppi di 2-3 persone e naturalmente sempre con l'assistenza del docente, nei tempi scelti dagli studenti stessi.

Gli argomenti delle lezioni frontali

Come ricordato, nel nostro corso seguiremo la tradizionale partizione in fasi di una ricerca nelle discipline antichistiche, che si possono così delineare:

  1. La definizione dell'argomento
  2. La ricerca e il reperimento delle fonti primarie
  3. La ricerca e il reperimento della bibliografia secondaria
  4. La scrittura

Le lezioni saranno pertanto dedicate ai seguenti argomenti:

  1. La definizione dell'argomento: strumenti di orientamento e consultazione
  2. La ricerca e il reperimento delle fonti letterarie
  3. La ricerca e il reperimento delle fonti epigrafiche
  4. La ricerca e il reperimento delle fonti papiracee
  5. La ricerca e il reperimento delle fonti numismatiche
  6. La ricerca e il reperimento delle fonti archeologiche
  7. La ricerca e il reperimento della bibliografia secondaria
  8. La fase della scrittura

Bibliografia

Dato l'oggetto del corso e la sua natura è difficile indicare un manuale a stampa di riferimento. La guida principale sarà costituita dalle diapositive Power Point proiettate di volta in volta a lezione, che saranno progressivamente rese disponibili in questo stesso sito.

Per un rapido (ma un poco datato) sguardo all’oggetto del nostro corso vd. A. Cristofori, Internet e la ricerca scientifica nelle discipline antichistiche, «Memoria e Ricerca», 5 (gennaio - giugno 2000), pp. 180-198, disponibile via Internet in «Memoria e Ricerca Online», all'indirizzo http://www.fondazionecasadioriani.it/modules.php?name=MR&op=body&id=113.

Altre indicazioni bibliografiche si troveranno di volta in volta nelle diapositive relative alle singole lezioni, con indicazione tra parentesi quadrate della loro collocazione presso la Biblioteca dell'Area Unmanistica dell'Università della Calabria.

Modalità della verifica

La verifica, che non prevede la tradizionale votazione in trentesimi, ma solo l'attestazione del superamento della prova, avverà nella forma di un breve colloquio orale, dopo la consegna al docente di tutti i risultati delle esercitazioni. Tali risultati dovranno essere consegnati almeno una settimana prima della data dell'appello, in forma cartacea durante gli orari di ricevimento o nella mia cassetta postale (Dipartimento di Storia, cubo 28D, II piano), oppure in forma digitale all'indirizzo di posta elettronica alessandro.cristofori@unical.it.

Orari e sede delle lezioni

Nella seconda parte del nostro corso gli orari delle lezioni, leggermente mutati, saranno i seguenti

Martedì, ore 11-13

Mercoledì, ore 11-14

In considerazione del fatto che il numero dei frequentanti sarà verosimilmente piuttosto limitato, le lezioni si svolgeranno nel mio studio, presso il Dipartimento di Storia, cubo 28C, V piano. In caso di un'inaspettata affluenza cercheremo un'aula più capiente ...

Contatti

In presenza, presso lo studio del docente (Dipartimento di Storia, cubo 28C, V piano) negli orari di ricevimento che, durante lo svolgimento del corso sono fissati nel giorni di martedì e mercoledì, ore 11-13. Alla conclusione delle lezioni tali orari potranno cambiare, e verranno regolarmente affissi nella bacheca a fianco dello studio e all'ingresso del V piano del Dipartimento di Storia.

In assenza ai seguenti recapiti:

Chi è il docente

Prima di vincere (abbastanza fortunosamente) un'idoneità a professore associato nel settore scientifico-disciplinare L-ANT/03 - Storia Romana nel 2001 ed essere chiamato (molto fortunosamente) dalla Facoltà di Lettere e Filosofia dell'Università della Calabria alla fine del 2004, ho avuto modo di dedicarmi piuttosto spesso all'uso delle nuove tecnologie applicate agli studi antichistici.

La mia esperianza è iniziata, in modo piuttosto casuale, nel 1995 quando è andata in Rete la prima versione della Rassegna degli strumenti informatici per lo studio dell'Antichità classica, un indice di risorse digitali per il mondo antico di cui avremo modo di parlare nel corso delle nostre lezioni.

Da quel momento ho tenuto alcuni corsi e seminari dedicati al tema, in particolare:

  • Nell'a.a. 1997-1998 presso la Facoltà di Lettere e Filosofia dell'Università di Bologna.
  • Nell'a.a. 1998-1999 presso la Facoltà di Conservazione dei Beni Culturali dell'Università di Bologna - Sede di Ravenna.
  • Nell'a.s. 2000-2001 presso il Liceo Classico «G. Carducci» di Milano.
  • Nell'a.a. 2008-2009 presso la Facoltà di Lettere e Filosofia dell'Università della Calabria.

A proposito dei progetti di ricerca dedicati al soggetto a cui ho partecipato ricordo:

  • Dall'ottobre 1996 al febbraio 2003 sono stato membro del comitato scientifico internazionale del progetto «ARGOS» per la creazione di un motore di ricerca in Internet nei settori della Storia Antica e Medievale, progetto diretto da Anthony F. Beavers dell'Università di Evansville (USA).
  • Dal 1 ottobre 1998 al 31 gennaio 2001 sono stato ricercatore a contratto, nell'ambito del progetto di ricerca MURST «Amministrazione del territorio nelle aree greche del mondo antico», coordinato presso l'Università di Bologna da Giovanni Geraci, per la schedatura dei materiali scientifici diffusi via Internet o registrati su supporto magnetico ed ottico dedicati alla ricerca sull'antichità classica
  • Dal 1 gennaio 1999 al 20 giugno 2000 sono stato ricercatore a contratto, nell'ambito del progetto SOCRATES-ODL «Telemaco/Telemachos», coordinato presso l'Università di Bologna da Carla Salvaterra, per la schedatura delle risorse e dei prodotti multimediali per la didattica delle antichità classiche ed orientali.
  • Dall'anno 2000 sono membro di «La Storia - Consorzio italiano per le discipline storiche online» (http://lastoria.unipv.it/index.html).
  • Dal 15 settembre al 15 novembre 2000 risono stato cercatore a contratto, nell'ambito della ricerca MURST coordinata presso l'Università di Parma da Arnaldo Marcone, per la predisposizione di un sito web che raccogliesse gli scritti editi e inediti di Mikhail Rostovtzeff.
  • Dal 1 giugno 2001 ad oggi ricopro il ruolo di curatore del sito web della Fondazione «Niccolò Canussio» di Cividale del Friuli (http://www.fondazionecanussio.org).
  • Dal 1 novembre 2003 al 31 maggio 2004 sono stato ricercatore a contratto presso l'Università di Udine, nell'ambito del progetto di ricerca finanziato dalla LR 3/98 "Il Friuli e le Alpi orientali come crocevia commerciale e culturale dall'età preromana alla Tarda Antichità (coordinatore Arnaldo Marcone), per la creazione di un sito web di ausilio alla didattica della Storia Romana.
  • Dall'agosto 2002 sono assistant editor nel comitato editoriale del progetto «Links to web-based epigraphical resources" dell'American Society for Greek and Latin Epigraphy, diretto da Tom Elliott della University of North Carolina (http://asgle.classics.unc.edu/links.html).
  • Dal 2005 ad oggi sono coordinatore del progetto di ricerca annuale ex MURST 60% su «Strumenti digitali per la didattica e la ricerca in Storia Antica, tra applicazioni pratiche e riflessioni metodologiche», presso l'Università della Calabria.

Tra le mie pubblicazioni inerenti al tema dell'uso degli strumenti informatici per la ricerca e la didattica dell'antichità classica ricordo:

  • Storia Antica e Computer, «I viaggi di Erodoto», 11, fasc. 32 (maggio settembre 1997), pp. 22-34.
  • Due guide agli studi classici su Internet: la Rassegna e Argos, «L'uso dell'informatica nell'insegnamento delle lingue classiche», Verona 1997, pp. 113-121.
  • Il mondo antico su Internet, «L'Indice dei Libri del Mese», 14 (novembre 1997), 10, p. 50.
  • Con Internet attraverso le periferie del mondo antico, «Atti del convegno NIR-IT "Didattica, Società, Cultura, Mercato: le nuove frontiere di Internet"», pubblicati nel CD-ROM n° 10 allegato a «PC Interactive», Giugno 1998.
  • Internet e la ricerca scientifica nelle discipline antichistiche, «Memoria e Ricerca», 5 (gennaio-giugno 2000), pp. 180-198.
  • Risorse a testo pieno sull'Antichità classica in Internet, «Alte Geschichte und neue Medien - Zum EDV - Einsatz in der Altertumsforschung», a cura di M. Hainzmann - C. Schäfer, St. Katharinen 2000, pp. 1-5.
  • La Rete di Arachne - Arachnes Netz. Beiträge zu Antike, EDV und Internet im Rahmen des Projekts Telemachos - Contributi su nuove tecnologie, Didattica e Antichità Classica nell'ambito del progetto Telemaco, a cura di A. Cristofori, C. Salvaterra, U. Schmitzer, Stuttgart 2000 (Palingenesia LXXI).
  • A. Cristofori - C. Salvaterra, Il futuro del Passato. Osservazioni sulle applicazioni di Internet alla didattica delle discipline antichistiche, «Tecnologie didattiche e scuola. Atti del convegno TED», a cura di D. Persico, Roma - Genova 2001, pp. 161-170.
  • Percorsi web - Storia antica, «L'Informazione Bibliografica», 27 (Ottobre - Dicembre 2001), 4, pp. 535-549.
  • A. Cristofori - P. Rivero, Internet y el estudio de la península ibérica en la Antigüedad, «3.° Congresso de arqueologia peninsular. UTAD, Vila Real, Portugal, setembro del 1999. Actas, Vol. 9, Contributos das ciências e das tecnologias para a arqueologia da península ibérica», Porto 2002, pp. 489-499.
  • L'esperienza del consorzio per le discipline storiche online «La Storia», «Memoria e Ricerca», 11 (settembre-dicembre 2002), pp. 175-179.
  • Edizioni digitali della documentazione numismatica: prospettive e rischi, «Monete in rete. Banche dati, CD-ROM e Internet nella numismatica italiana», a cura di P. Giovetti – F. Lenzi, Bologna 2004, pp. 116-123.
  • Informatica umanistica e obiettivi didattici, «Storic@Mente» [2005], disponibile in Internet all'indirizzo http://www.storicamente.org/04_comunicare/formazione/cristofori.htm.

Pagine secondarie (2): Diapositive Tutorials
Comments