Conservazione di Aglio orsino

Squadra di Galenica: Medicina popolare, laica, complementare, non convenzionale, alternativa HOME

L' Allium ursinum (in volgare aglio orsino) è una pianta dal bulbo bianco della famiglia delle liliacee , con fiori bianchi e foglie larghe ellittiche e acute su lungo picciolo. Lo si trova facilmente nei boschi, sui suoli calcarei, presso i ruscelli. Lo riconosciamo per il forte odore di aglio che esso emana. Ma attenzione a non fare confusione con le foglie velenose del colchico e dei mughetti! Fiorisce da maggio a giugno, ma la raccolta delle foglie va fatta preferibilmente prima della fioritura, in aprile - maggio.

Raccogliete unicamente le foglie giovani e tenere, mondatele e disponetele su un canovaccio fino a completa asciugatura. Ponete le foglie nel mixer (o meglio ancora tritatele finemente con la mezza luna). Aggiungete olio vergine di oliva e del sale marino bio (ideale il "fleur de sel" della Camargue).

Riponete il tutto in vasetti a chiusura ermetica, facendo sempre attenzione che l'olio d'oliva ricopra completamente il composto.

Potrete gustarlo sia utilizzandolo quale condimento di insalate, minestre, riso, pasta, ecc., in questa forma base, oppure aggiungendo un trito di pinoli e/o noci e del parmigiano grattugiato, otterrete una variante molto interessante e un po' più aggressiva del classico pesto alla genovese.