home‎ > ‎spettacoli‎ > ‎

alice nel paese della scienza

di e con Marina Carpineti, Marco Giliberti e Nicola Ludwig
regia di Emilano Bronzino
Alice nel paese della scienza rilegge l’opera di Lewis Carroll da una prospettiva “ribaltata”: il paese delle meraviglie altro non è se non il mondo della Scienza. Alice, giovane matricola universitaria un po’ diffidente, si sente “precipitare” di fronte alla difficoltà di imparare a vedere il mondo con occhio scientifico. E così si sentirà un po’ anche il pubblico, che seguirà un percorso simile a quello di Alice e, dopo lo smarrimento iniziale, verrà travolto come lei dalla vivacità della scienza e dalla meraviglia della scoperta.
Foto di Antonella Cucchiara

Lo spettacolo è ispirato ad Alice nel paese delle meraviglie di Lewis Carroll, un’opera ricca di significati e riferimenti. Chi la legge, al di là della favola, scopre un’infinità di simboli e rimandi, alla psicologia, al sogno, ma anche alla fisica. In fin dei conti Carroll è stato prima di tutto un matematico quindi un uomo di scienza.

Ecco perché, accanto ad Alice, in scena al Teatro Studio fino al 5 dicembre 2010, il Piccolo Teatro ha realizzato, in collaborazione con il Dipartimento di Fisica dell’Università degli Studi di Milano, la produzione di un nuovo spettacolo che si è inserito nel week end della scienza, tradizionale appuntamento di fine novembre dedicato al pubblico più giovane e alle scuole.


una produzione Teatro – Scienza
realizzata da Piccolo Teatro di Milano e Università degli Studi di Milano

promossa da Fondazione Silvio Tronchetti Provera, Fondazione Umberto Veronesi, Piccolo Teatro di Milano - Teatro d'Europa, Politecnico di Milano, Università degli Studi di Milano, Scienza Under 18