News‎ > ‎

La ristorazione a Carpi è "insostenibile"?

pubblicato 10 ott 2010, 02:19 da Carpi Transizione   [ aggiornato il 21 ott 2010, 09:06 da Marco Pignatti ]
Ho inserito una nuova categoria tra le attività che vorremmo raccogliere in questa mappa: la ristorazione.
L'ho inserita ma è vuota. Che mi risulti, a Carpi non ci sono attività che fanno ristorazione sostenibile. Da questo deriva la provocazione del titolo.
 
Quest'estate la Confesercenti Emilia Romagna e la Fiepet (Federazione Italiana Esercizi Pubblici) in collaborazione con Arpa Emilia-Romagna e col patrocinio della Regione Emilia-Romagna hanno presentato la “Carta volontaria del ristorante sostenibile”.
In pratica, i ristoratori che intenderanno fregiarsi dell’etichetta ecologica dovranno attenersi ai parametri individuati nella “Carta” e rendere le proprie imprese più ecocompatibili, adottando posate e bicchieri biodegradabili, eliminando per quanto possibile i prodotti monouso, introducendo sistemi di risparmio energetico, proponendo piatti con prodotti del territorio e biologici ecc… Saranno poi oggetto di verifica per il successivo rilascio dell’etichetta.
 
Non so se questo strumento ha cominciato a funzionare, non so esattamente cosa sia richieso ad un ristorante per ottenere il marchio. Non è nemmeno il marchio che mi interessa davvero.
Però mi piacerebbe che a Carpi ci fosse qualcuno interessato a intraprendere questa strada. E mi illudo che quel qualcuno potrebbe trovare nella Mappa una rete di contatti per iniziare a muovere i primi passi nella direzione della ristorazione sostenibile.
 
Fateci sapere!
 
Marco Pignatti

Comments