Didattica


L'arte di insegnare consiste tutta e soltanto nell'arte di destare la naturale
curiosità delle giovani menti, con l'intento di soddisfarla in seguito. Per digerire
il sapere, bisogna averlo divorato con appetito”.
 Anatole France
 

La cultura è l'unico strumento capace di emanciparsi dall'ignoranza, dalla superstizione e dalla povertà.
In quest'ottica e nella convinzione che, nel più ampio raggio della cultura, debba trovar posto la conoscenza del proprio territorio, intendiamo promuovere la conoscenza del suo patrimonio artistico, storico, culturale e ambientale e, parimenti, di sviluppare atteggiamenti democratici e pluralisti nei più piccoli, attraverso una serie di laboratori ludico-didattici.
Il nostro approccio, basandosi sul metodo montessoriano, è rivolto a favorire quelle "tendenze umane" che i bambini possiedono innatamente, fornendo loro "materiale attraente", oggetti di facile manipolazione e uso, ideato per invogliare il bambino all'attività di gioco-lavoro.
Ritenendo che il miglior metodo per comprendere e assimilare un concetto sia quello di fare concretamente (learning by doing), accostiamo all'insegnamento teorico tecniche artistiche in grado di interessare il bambino e, nello stesso tempo, di far emergere i suoi talenti nascosti.
In questo modo, il bambino (l'individuo) diviene protagonista della sua istruzione e attraverso l'immedesimazione nelle situazioni da analizzare e affrontare (role playing) diviene in grado di sviluppare attitudini psico-cognitive.
L'applicazione dei metodi Brainstorming e Problem-solving permette, inoltre, di far sviluppare al bambino l'autostima e un senso sia di individualità (come soggetto protagonista della propria esperienza di vita) sia di comunità (collaborazione, solidarietà e senso civico).
Tutto ciò, ovviamente, attraverso un momento ludico, attraverso "giochi culturali", creati per far divertire il bambino e per stimolare la sua curiosità.
La nostra offerta didattica comprende due momenti distinti: "On the mind", i laboratori ludico-didattici e "On the road", le uscite/visite didattiche.


 Finalità:
  • Sviluppare la conoscenza della tradizione locale;
  • sviluppare la curiosità per la storia;
  • sviluppare la conoscenza del territorio;
  • sviluppare la predisposizione all’ascolto;
  • sviluppare la propensione alla lettura;
  • sviluppare la comprensione e riflessione;
  • sviluppare attitudini artistiche;
  • sviluppare la scrittura creativa;
  • sviluppare la collaborazione attiva;
  • accrescere curiosità e rispetto verso il patrimonio civico;
  • favorire il senso di collettività e collaborazione reciproca;
  • sviluppare le competenze comunicative;
  • sviluppare atteggiamenti democratici;
  • sviluppare la naturale predisposizione del bambino al "perchè?";
  • sviluppare il rispetto verso l’altrui diversità come risorsa imprescindibile in una società interculturale;
  • sviluppare l’esplorazione delle alternative possibili nella soluzione di un problema;
  • favorire disposizioni mentali autonome, critico-inventive, motivandone la scelta;
  • favorire la cooperazione intellettuale;
  • attivare ed accrescere l’utilizzo critico dei mass-media;
  • promuovere la metacognizione.
 
Obiettivi:
  • Favorire la predisposizione alla ricerca culturale;
  • coltivare predisposizioni creative;
  • favorire il senso di collettività e collaborazione reciproca;
  • recuperare e salvaguardare la meraviglia;
  • creare una comunità di ricerca;
  • attivare e incrementare abilità cognitive complesse;
  • saper entrare in relazione dialogica con gli altri e cogliere il valore positivo del conflitto come momento utile alla costruzione di nuove conoscenze;
  • padronanza psico-emotiva per allargare i propri orizzonti e trovare risposta ai propri personali bisogni di convivenza.