Sonofmarketing

Approfondimenti

Pleasures of Unknown 64/2012: The First Third - Phil Cavalieri

24 Dicembre 2012

Il Jazz, L'improvvisazione e la contaminazione. Tre mondi strettamente legati e dal quale ha preso ispirazione il chitarrista Phil Cavalieri che ha riversato nell'album The First Third. Classe 1974,  una serie di chitarristi e musicisti che hanno avuto l'exploit a cavallo fra i decenni '60 e '70 gli hanno segnato la via (Jimi hendrix, Santana, Grateful Dead, John Scofield).

Prima di arrivare alla carriera solista è stato turnista di varie band e questo bagaglio si può sentire nella notevole qualità tecnica del lavoro. Per questo lavoro si rivela anche multi-strumentista cimentandosi anche con basso, piano e organo. Gli unici aiuti esterni sono quelli di Francesco Cavalieri (basso) e Ferruccio Dallabona (percussioni).

La cosa che più si apprezza dell'album è la capacità di Phil Cavalieri di aver composto pezzi che uniscono classicità e modernità. La linea retta del Jazz viene percorsa stravolgendola con prevalenza di strutture fusion e retaggi psichedelici (che verranno alla luce in "Lbo")  e blues a favore di ritmiche dinamiche e cangianti.

Apertura con uno dei pezzi più irregolari "Manatthan Delivery" (insieme alla successiva "Philantropy"): distorsioni, dilatazioni e depressioni sonore e improvvise accelerazioni. In "Euphoric Express" e "Coffee and Guitaremerge la contaminazione rock della musica di cavalieri e nella seconda si può sentire la sua passione per Hendrix.

Si prosegue su questa strada anche con "Fell Street", nella quale l'anima fusion prevale e anche un mood meno spensierato (soprattutto nelle decelerazioni) e un'amosfera più tirata (le stesse sensazioni sfociano in "Galanga"). L'inizio di "Pearl" è intenso e quasi robusto e solo successivamente vi è una distensione di ritmi che cambieranno spesso direzione e intensità col passare dei secondi.

The First Third è la rappresentazione del movimento e la dimostrazione come si possa creare qualcosa di personale partendo dai propri punti di riferimento. Il merito è della sensibilità artistica di Phil Cavalieri che ha anche tirato fuori un virtuosismo notevole.


Nicola Orlandino

 
 
 

Titolo: The First Third

Genere:
Jazz/Fusion

Anno:
2012

Casa Discografica:
Cdbaby

Provenienza: Ferrara

Contatti: Facebook

Autore Recensione:  Nicola Orlandino



Tracklist:

1. Manhattan Delivery    
2. Euphoric Express    
3. Galanga    
4. Coffee and Guitar    
5. Philanthropy    
6. Lbo    
7. Fell Street    
8. Pearl


Comments