Paolo De Poli (1905-1996) è stato un protagonista di una produzione artistica d’eccezione, che si è sviluppata a Padova per oltre cinquant’anni: lo smalto a gran fuoco.


Il merito dell’artista padovano, attraverso le nuove applicazioni, sperimentate a partire dagli anni Trenta, è di aver ridato nuova vita all’antica e dimenticata arte dello smalto su metallo, raggiungendo un indiscusso primato mondiale.

Grazie ad uno stretto rapporto con i protagonisti dell’arte del Novecento, egli è pervenuto ad altissimi risultati in campi artistici diversi. Dalla pittura alla scultura, dal gioiello al design, dall’arte decorativa all’architettura d’interni.

L’insieme della sua opera, presente in importanti musei del mondo, ha ottenuto i più vasti riconoscimenti internazionali. La raccolta principale, dai primi studi ideativi alle fastose opere policrome,  è conservata nel suo studio di Padova.