Edizion 2008‎ > ‎

Australia

L'Australia è una delle mete più importanti per la migrazione friulana. Per quella di ieri e anche per quella di oggi.
Il viaggio di Sgarfefurlans inizia ai tropici, nel Queensland, nelle campagne di Mareeba. Guidati da Liviana Marcolongo, intervistiamo parecchi emigrati e figli di emigrati, ascoltando con attenzione le loro storie di tagliacanne, coltivatori di tabacco ed imprenditori.
A Sydney, nel New South Wales, intervistiamo invece gli ozzies friulani di città.
Gli italiani in Australia, un tempo, venivano chiamati dagos. Oppure wags. Non erano parole carine...
Qualche parola di Friulo-Australiano: Ghenghe (Gruppo), Monede (Soldi),  Farme (Fattoria), Sneic (Serpente), Sharfarme (Mezzadro),  e Dagos, appunto... ((Sporco) italiano)

Per ascoltare la voce dei friulani d'Australia, clicca sul bollino blu della mappa qui sotto...


Giuliano e Gina Cordenos (originari di San Vito al Tagliamento) e Enore Querin (Mereto di Tomba) fanno parte di un gruppo di ballerini di Mareeba. Essi sono ospiti fissi al Mareeba Multicultural Festival e hanno ballato in giro per l'Australia e l'Asia.


Toni Turchet di Porcia (PN) e Narcisa Santarossa (Palse di Porcia, PN) di fronte alla loro casa di Mareeba


Liviana Marcolongo (figlia di Bruno Polonio e Pia Fanna di Bottenicco, UD) ci fa da guida e ci porta in giro a Mareeba a visitare e intervistare gli immigrati friulani.

Bruno Polonio e Pia Fanna di Bottenicco (UD) davanti alla loro casa di Mareeba.


Peter Cibau (pronipote di Arturo Malignani e figlio di discendenti di Cividale, UD) con la moglie; a sinistra, Marina Tonizzo (Rivignano, UD)


La signora Elisabetta (originaria della Calabria) prende l'aereo con me all'aereoporto di Cairns. Mi racconta che nel suo paese la chiamavano Betta. Da quando vive in Australia, tutti la chiamano Lisa.


Canecutters Pub, Ingham (Queensland). Danza Aborigena.




Italiano "Ozzie"




 
Quinto Zanuttini (Clauiano) mi aiuta a scovare alcuni friulani di Casarsa al Club Italia di Sydney, sede del Fogolar Furlan

La sede del Fogolar di Sydney


Filiberto "Bob" Donati  (Sedegliano) presidente del Fogolar di Sydney (a destra)  con Giovanni Di Francesco (Remanzacco) 


Wilma Watkins del Fabbro ed il marito a Sydney. Wilma ha scritto un bellissimo libro intitolato "Pukunja, a place far away" che parla della avventurosa  storia di migrazione del padre Roberto (partito da Nimis negli anni 20 prima per la Romania e poi per l'Australia) tra successi e insuccessi lavorativi, discriminazione razziale e un doloroso periodo di internamento durante la seconda guerra mondiale.



Gina Morgante di Sydney (figlia di emigrati da Tarcento), titolare della Omega Travel viaggi.

Alina Castronini, miss FVG australiana, all'inizio degli anni 60



La bellissima miss Alisa Castronini (figlia di un immigrato da Udine), con Erminio Galasso (Pertegada). Il suo sogno era quello di comprare una casa a Udine in Piazza San Giacomo, in modo che ci fosse un campanello con su scritto "Castronini", in onore del padre. E' riuscita a realizzare il suo sogno. Da poco ho saputo che Alina, putroppo, non è più con noi.



Visualizza Sgarfefurlans in una mappa di dimensioni maggiori
Comments