- LE NOTIZIE DEL GIORNO‎ > ‎2010‎ > ‎6 - Giugno 2010‎ > ‎14 giugno 2010‎ > ‎

Manovra, è scontro aperto con le Regioni



www.rassegna.it


Per il ministro Tremonti " se si fermano per un giro non succede niente". Immediata replica del presidente Errani: "Pronti alla mobilitazione e spiegheremo gli effetti dei tagli". E anche Formigoni va all'attacco: "Saremo costretti ad aumentare le tasse"


Il presidente della Conferenza delle Regioni, Vasco Errani, chiede una manovra più equa. Il ministro Tremonti risponde: "Fino ad ora alle regioni è stato dato, se si fermano per un giro non è che succede...". In questo botta e risposta che si è consumato nel weekend si può leggere con chiarezza lo scontro in atto tra Governo e Regioni che si ribellano ai tagli imposti dall'esecutivo centrale.

"Nessuno mette in dubbio
- ha spiegato Errani - la fase difficile attraversata dal Paese e la necessità di interventi finanziari adeguati, ma occorre costruire una manovra equa che coinvolga tutti i livelli istituzionali della Repubblica e che, soprattutto, abbia il minore impatto possibile sui servizi ai cittadini e alle imprese" Errani ha poi annunciato per domani, martedì 15 giugno, la convocazione straordinaria della Conferenza delle Regioni. Un incontro che terminerà con la convocazione di una conferenza stampa (alle 13 circa) che vedrà la partecipazione di tutti presidenti delle Regioni presenti.

E se Tremonti
, parlando della manovra economica alla Festa nazionale della Cisl sostiene di aver "cercato di disegnare la manovra nel modo socialmente meno incisivo, meno negativo possibile, lasciando fuori la sanità e molte altre voci sociali", non sono dello stesso parere presidenti di Regioni anche di centrodestra, come ad esempio il presidente della Lombardia Formigoni: "Se la manovra non cambia - afferma oggi il Governatore in un'intervista a La Repubblica - saremo costretti a tagliare i servizi o ad aumentare le tasse, cioè a mettere le mani nelle tasche dei cittadini, che è il contrario della politica che il centrodestra sostiene".

Comments