- LE NOTIZIE DEL GIORNO‎ > ‎2010‎ > ‎6 - Giugno 2010‎ > ‎1 giugno 2010‎ > ‎

Assalto Ong: attivista a bordo, non eravamo armati


www.rassegna.it


L'esponente del Free Gaza Movement Renee Jaouadi, originaria di Newcastle a nord di Sydney, ha dichiarato da Cipro alla radio australiana Abc, ha respinto le asserzioni di Israele, secondo cui degli attivisti a bordo della flottiglia erano armati e legati a organizzazioni terroristiche. L'organizzatrice australiana della spedizione umanitaria oggetto del blitz della marina militare israeliana ha detto: "Non vi erano armi o munizioni in nessuna delle navi". Lo riferisce l'Ansa.

"Questo era l'impegno di tutte le organizzazioni partecipanti, prima di salpare le navi erano state ispezionate a fondo e certificate", ha detto Jaouadi, che ha preso parte a una 'flottiglia della pace' in passato. Le riprese mostrano che "i passeggeri agivano per autodifesa, quando le navi sono state abbordate da aerei, zodiac e forze speciali pesantemente armate, in piena notte e in acque internazionali", ha aggiunto. L'attivista ha anche respinto con decisione le accuse del governo israeliano, secondo cui persone a bordo avevano legami con organizzazioni terroristiche come al Qaida. "Lo so che 600-700 passeggeri sono tanti, ma abbiamo collaborato strettamente con le organizzazioni che hanno preparato le navi, e sono state attuati controlli molto rigidi dei passeggeri".

Comments