004 SERGIO RAPETTI : ispirato pittore e scultore acquese!




    SERGIO RAPETTI : ispirato scultore e pittore acquese!

 

       La dottoressa, Elena IGUERA, scrittrice e psicologa astigiana, dopo aver preso visione di alcune opere significative del pittore e scultore acquese, Sergio RAPETTI, ci ha inviate alcune riflessioni, che ne mettono in giusto rilievo le qualità artistiche e capacità comunicative.

              Questo SITO, coerente con la sua finalità altamente culturale, è felicissimo d’inserire commento e immagini e offrirli agli affezionatissimi AMICI-LETTORI.

     !3 Luglio 2016                                                      LA PRESIDENZA

 


Il sito " Scientific and Cultural Promotion "  desidera ringraziare lo scultore e pittore acquese Sergio Rapetti che, con le sue opere improntate alla valorizzazione di principi irrinunciabili, ha scelto la materia quale strumento privilegiato per rendere opportuna testimonianza a tali principi.

Lo studio della storia e dei personaggi degni di nota che la popolano lasciando traccia indelebile della loro presenza, ha ispirato la scultura dedicata a Papa Giovanni Paolo II, uomo di fede sconfinata, trasfusa in opere concrete ed orientata al bene comune; egli prese le distanze da ogni bieco conformismo ed individualismo per abbracciare la totalità degli uomini e servirli come figlio di Dio.

Il valore della fratellanza, ispirato dalla figura del Santo Padre, oltrepassa il limite segnato dalla parentela e ci induce a pensare in grande e a volgere lo sguardo verso i più ampi orizzonti della “Madre Terra” dal cui grembo tutti proveniamo e che non ammette divisioni di sorta.

La fraternità familiare diventa internazionale quando l'uomo di fede si spende con cuore aperto verso tutti coloro che tendono la mano in cerca di aiuto e conforto.

A mezzo della scultura dalle sembianze plasticamente rese,  ricordiamo Giovanni Paolo II per la sua capacità coraggiosa e tenace di farsi esempio vivo del legame intrinseco tra annuncio evangelico e dimensione sociale, all'interno della quale spargere semi fecondi di giustizia ed equità per le generazioni odierne e per quelle a venire.

E ad una mistica della fraternità dovrebbe essere improntata anche la politica del nostro Paese che diventa illuminata solo quando è di tutti e per tutti.

Il “Dipinto per una Pace Mondiale” non demonizza né esalta alcun tipo di  regime governativo, se non quello dotato di un oggettivo spirito critico, teso alla realizzazione del bene comune e all'elevazione dell'interesse supremo su ogni particolarismo di specie e di genere.

Soltanto il potere consegnato a menti liberali e riformatrici diventa mezzo per edificare la società e nobilitarla, nella superiore consapevolezza che l'essere umano risponde del proprio operato in ultima istanza a Dio e da quest'ultimo trae la fonte di ispirazione autentica per costruire ed alimentare la pace su questa Terra.

Crediamo fermamente nell'arte educativa di cui si fa promotore l'artista Sergio Rapetti e lo ringraziamo per averci offerto un saggio della sua preziosa opera, capace di scuotere ed animare la coscienza collettiva ai più alti ideali.

                -------------------------------------------------------------------------

    L' ARTISTA AL LAVORO







============ F I N E ================

Si ringrazia sia l'ARTISTA sia la scrittrice Elena IGUERA del loro generoso intervento!

(Elena Iguera è presidente del nostro Comitato Scientifico)


                                                                                       La Presidenza del SITO







Comments