La Cucina Vietnamita: conosciamola meglio.


La cucina vietnamita presenta una combinazione di cinque elementi fondamentali del gusto nel pasto complessivo. Ogni piatto vietnamita ha un sapore particolare che rispecchia uno o più di questi elementi. Gli ingredienti comuni includono salsa di pesce, pasta di gamberetti, salsa di soia, riso, erbe fresche, frutta e verdura. Le ricette vietnamite utilizzano citronella, zenzero, menta, coriandolo, cannella, peperoncino, lime e foglie di basilico. La tradizionale cucina vietnamita è molto ammirata per i suoi ingredienti freschi, uso minimo di olio, e la fiducia nella erbe e verdure. Grazie all'equilibrio tra le erbe e carni fresche, l’uso selettivo di spezie per raggiungere un gusto raffinato, la cucina vietnamita è considerata una delle più sane cucine di tutto il mondo.
I cinque elementi fondamentali del gusto sono: il piccante (metallo), l’acidità (legno), l’amaro (fuoco), il salato (acqua) e il dolce (terra).

I cuochi vietnamiti cercano di avere cinque colori nei loro piatti: bianco, verde, giallo, rosso e nero.
Le pietanze cercano di attrarre i gastronomi attraverso i cinque sensi: la composizione attrae la vista, i suoni che provengono dagli ingredienti croccanti toccano l’udito, le spezie, percepite dalla lingua solleticano il gusto, gli ingredienti aromatici, provenienti principalmente dall’uso delle erbe, stimolano l’olfatto, e alcuni pasti, tipo finger food, sono percepiti dal tocco.

Il principio dello yin e dello yang viene applicato nella composizione di ogni pasto in modo da fornire un equilibrio benefico per il corpo. La mescolanza dei sapori e dei colori così come le proprietà di “caldo” e “freddo”. Alcuni piatti sono serviti in determinate stagioni per offrire contrasti di temperatura e speziatura del cibo. Per esempio. La carne di anatra è considerata "cool", è servita durante l'estate con salsa di pesce allo zenzero, che è "caldo". Al contrario, il pollo e carne di maiale che sono "caldi", sono mangiati in inverno. I frutti di mare che vanno da "cool" a "freddo" sono adatti per l'uso con lo zenzero ("caldo"). I Cibi piccanti ("caldo") sono in genere equilibrati con l’acidità, che è considerata "cool".

Il sale viene usato come il collegamento tra il mondo dei vivi e quello dei morti. Bánh phu thê (letteralmente le torta del marito e della moglie) è utilizzato per ricordare alle nuove coppie l’dea di perfezione e di armonia a loro matrimoni. Il cibo viene spesso collocato presso l'altare ancestrale come offerta ai morti. Il cucinare e il mangiare svolgono un ruolo estremamente importante nella cultura vietnamita. La parola ăn (mangiare) è inclusa in un gran numero di proverbi e ha una vasta gamma di estensioni semantiche.

Le tradizioni culinarie tradizionali in tutte e tre le regioni del Vietnam condividono alcune caratteristiche fondamentali:
- freschezza del cibo: La maggior parte dei cibi sono solo brevemente cotti. Le verdure sono consumate fresche, se sono cotte, sono bollite o solo brevemente saltate in padella.
- presenza di erbe e verdure: Le erbe e le verdure sono essenziali ed abbondanti per molti piatti
- brodi o piatti a base di zuppa sono comuni a tutte e tre le regioni.
- presentazione: I condimenti che accompagnano i pasti vietnamiti sono di solito colorati e disposti in modo che siano piacevoli per gli occhi.

Pur condividendo alcune caratteristiche chiave, le tradizione culinarie vietnamite sono diverse da regione a regione.
Nel nord del Vietnam, il clima più freddo limita la produzione e la disponibilità di spezie. Come risultato, gli alimenti sono spesso un po meno piccanti (ma sempre decisamente piccanti rispetto alle nostre abitudini) rispetto a quelli di altre regioni. In generale, nel nord, la cucina vietnamita non eccede in un particolare sapore - dolce, salato, piccante, amaro, o acido. I cibi presentano sapori leggeri ed equilibrati che risultano da combinazioni sottili di molti diversi ingredienti aromatizzanti. L'uso di carni come il maiale, manzo e pollo sono stati relativamente limitati in passato. Pesci d'acqua dolce, crostacei e molluschi, come i gamberi, calamari, gamberi, granchi, vongole e capesante, sono ampiamente utilizzati. Salsa di pesce, salsa di soia (anche come colorante) salsa di gamberi, e lime sono tra i principali ingredienti aromatizzanti. Tra le componenti aromatiche spiccano anche l'uso della foglia del bamboo, del loto e del banano.

L'abbondanza di spezie prodotte dal terreno montagnoso del Vietnam centrale rende la cucina di questa regione, famosa per il suo cibo piccante, che lo distingue dalle altre due regioni del Vietnam, dove gli alimenti non lo sono. La cucina della regione centrale è molto decorativa e piena di colori così come era la tradizione della cucina legata alle dinastie reali che si sono avvicendate e che hanno vissuto in questa regione. E’ anche nota per i suoi piatti raffinati a base di piatti complessi serviti in piccole porzioni. Peperoncino e salse di gamberetti sono tra gli ingredienti utilizzati.
Il clima caldo e terreno fertile del sud del Vietnam creano una condizione ideale per la coltivazione di una grande varietà di frutta, verdura e bestiame. Come risultato, gli alimenti nel Vietnam meridionale sono spesso vivaci e saporiti, con usi liberali di aglio, scalogno ed erbe fresche. Lo zucchero viene aggiunto al cibo più che in altre regioni. La preferenza per la dolcezza nel sud del Vietnam può essere visto anche attraverso l'uso diffuso di latte di cocco. Utilizzatissimi i frutti di mare grazie alle vaste coste di questa regione.