Storia delle epidemie influenzali
 

Disponibile su Amazon - Kindle Store


 Il tema affrontato in questa monografia è di scottante attualità e riguarda la storia delle epidemie influenzali e della ricerca scietifica finalizzata alla comprensione della dinamica evolutiva dei virus influenzali e delle loro caratterizzazione immunologica e biotecnologica. Il testo racconta il susseguirsi nei secoli delle epidemie influenzali, a partire dalle prime segnalazioni nella Grecia Classica, fino alle moderne interpretazioni scientifiche della virulenza e contagiosità del sottotipo virale responsabile della più devastante epidemia del XX secolo, la "Spagnola".


L'Autore


Guglielmo Paganetto

Dopo la laurea (conseguita presso l’Ateneo di Ferrara nel 1979), il dottor Guglielmo Paganetto, in una prima fase della sua attività, si è interessato di tematiche microbiologiche e farmacologiche, collaborando allo studio di un mutante sinciziale del virus Herpes simplex con il prof. Mauro Tognon presso l’Istituto di Genetica dell’Università di Verona.
L’approfondimento degli aspetti istologici orientano l’attività dell’autore verso lo studio della biocompatibilità dei materiali protesici con il prof. A. Pizzofferato dell’Istituto Ortopedico Rizzoli (Centro Ricerche “Codivilla Putti”). L’interesse per l’evoluzione della struttura del tessuto osseo, studiato con la Diffrazione a Raggi X, trova applicazione in alcuni ambiti di connotazione paleopatologica, e si sposa con l’interesse per l’epidemiologia storica, dalla quale trae origine anche la presente monografia. L’autore ha insegnato presso il Corso di Laurea in Medicina e Chirurgia dell’Ateneo di Ferrara, Tecnologie Biomediche ed Elettrofisiologia, ha insegnato Tossicologia nel Corso di Laurea in Scienze Biologiche e Igiene del Lavoro nel Corso di Laurea in Tecnologie Fisiche Innovative presso lo stesso Ateneo. Attualmente è consulente del Servizio di Igiene Sicurezza e Tutela Ambientale e professore a contratto presso la facoltà di Medicina e Chirurgia dell’Università di Ferrara. La su attività è documentata da una sessantina di pubblicazioni su riviste nazionali ed internazionali.