Cosa vedere‎ > ‎

Pievi

Pieve di Santa Maria Assunta (Diecimo) 

La pieve di Santa Maria Assunta è probabilmente una delle ventotto fondate da San Frediano. Nel XII secolo la contessa Matilde di Canossa l'ampliò, trasformandola in una chiesa a tre navate. Questa pieve è una delle poche che ha mantenuto l'originale impianto medievale, la facciata è impreziosita da un architrave, un tralcio con figure umane, attribuibile a Biduino e presenta una sola bifora. Il suo interno è arricchito da diverse opere d'arte: una statua raffigurante il profeta Isaia, un sarcofago romano, due leoni in pietra, appartenenti forse a un ambone, un drago e un'edicola degli oli santi attribuibile alla bottega del Civitali. L'antico fonte battesimale è del duecento, ha forma esagonale e presenta piccole sculture di frutti. All'interno è possibile ammirare dipinti di autori toscani. Il campanile è in stile lombardo, con monofore, bifore e trifore.



    Pieve vecchia di Cerreto o pieve a Solazzo     di San Giovanni Battista
(Pieve di Cerreto - Cerreto)

Collocata lungo il percorso della Via Clodia, una pergamena del 995 ne attesta l’esistenza. La pieve allora era intitolata a San Salvatore, San Frediano e San Giovanni Battista, ma già nel XIII secolo prese la denominazione attuale. La pieve presenta un' unica navata, sviluppata più in larghezza che in lunghezza e un abside semicircolare, fu sicuramente ristrutturata più di una volta, visto che presenta materiali e tecniche costruttive diverse. Forse la costruzione attuale è frutto di un allungamento e  di un allargamento di un edificio già esistente o di una ristrutturazione. La torre campanaria, costruita probabilmente nel XIV secolo, si trova a destra della facciata, presenta parti in arenaria e parti in calcare. La chiesa conserva al suo interno pitture medievali e un fonte battesimale esagonale. 



    Pieve nuova di Cerreto di San Giovanni                          Battista (Cerreto)

La chiesa attuale è del 1660 circa, costruita in sostituzione della chiesetta preesistente, che si trovava al posto dell'attuale piazzale antistante la chiesa. Il piccolo belvedere del piazzale, era in antichità l'antico abside. Questa pieve assunse tale titolo intorno al 1500 sostituendosi alla pieve a Solazzo. L'interno è a una navata, sulla sinistra troviamo il fonte battesimale, con un dipinto di Pellegrino Lamberti, che rappresenta il Battista sulle rive del Giordano, segue l’altare di Santa Gemma Galgani. Prima dell’ingresso in sacrestia troviamo un altare in legno intitolato al Crocifisso, ma chiamato altare della Madonna del Consiglio per la presenza di un quadro  raffigurante la maternità. Presente anche il simulacro di San Luigi. L’altare maggiore è in marmo (1960). Molte pitture sono opera del pittore cerretino Lamberti, mentre la  grande tela dell'abside, raffigurante San Giovanni Battista, è di autore ignoto. Da vedere anche il simulacro di S. Rocco e l’altare della Madonna del Rosario e quello del Sacro Cuore.


            


        Pieve di San Pietro (Valdottavo)

Chiesa di architettura lombardo-toscana, a tre navate. Conserva in buona parte la forma originale, a parte tre finestre costruite successivamente, che però non alterano le vecchie feritoie con i loro bassorilievi. All'interno possiamo osservare un bel quadro di Maria Assunta in cielo, con San Giovanni, Santa Lucia e altri santi; un altro che rappresenta San Francesco, Sant' Antonio e la Vergine e un San Rocco del pittore, detto il "diecimino" Giuseppe Antonio Luchi. Nella canonica è conservata la croce parrocchiale del XVI. Il campanile è del 1850. 











 

                       Pieve di Santa Maria Assunta




 
  Pieve vecchia di Cerreto 






                        Pieve di San Giovanni Battista
 
 




 

   Pieve di San Pietro (Foto Luca Meconi)