Descrizione del progetto

                                                         
Progetto  " rientaMente"

azioni innovative per la definizione e attuazione degli interventi di miglioramento   

elaborati in esito al processo di autovalutazione:

Individuate le criticità nonché i margini di miglioramento dell’azione educativa,  si ritiene opportuno progettare delle azioni mirate al potenziamento delle aree di intervento come di seguito indicato:

1)      migliorare  la preparazione degli studenti nei momenti di passaggio da un ordine all’altro attraverso incontri tra docenti finalizzati a:     
 - individuare e condividere strategie comuni , 
- stabilire priorità  educative-formative,
 - elaborare  prove  atte a monitorare il raggiungimento degli obiettivi proposti,

2)      progettare  curricula verticali  tesi al pieno raggiungimento delle competenze alla fine della scuola secondaria di primo grado e al termine del  primo biennio della scuola secondaria di secondo grado,

3)      guidare all’acquisizione di un metodo di lavoro autonomo e proficuo, privilegiando l’apprendimento induttivo in situazioni laboratoriali,

4)      aumentare la consapevolezza degli studenti nelle  scelte  facendo conoscere la specificità dei vari ordini e gradi di scuola,

5)      favorire  l’auto orientamento somministrando    test psicoattitudinali, organizzando incontri con specialisti di enti formatori, offrendo servizi di consulenza agli studenti,

6)      potenziare il rapporto con il territorio e le famiglie attraverso incontri ed occasioni formative relative alle necessità specifiche delle varie fasi dell’età del discente ivi incluso il benessere scolastico,

7)      offrire un valido supporto agli studenti e alle loro famiglie nel caso di disturbi dell’apprendimento e dell’attenzione, proponendo la partecipazione a seminari di formazione rivolti a docenti e genitori,

8)      stringere  rapporti sinergici, proficui ed efficaci con le famiglie ed il territorio, anche mediante l'apertura delle scuole in orario pomeridiano per sviluppare  le competenze chiave e di cittadinanza degli alunni dei diversi  ordini di scuola.

 

L’innovazione di tali iniziative consiste nel porre lo studente e la sua famiglia al centro del processo di formazione attraverso metodologie e strategie quali  learning by discovery, tutoring, peer  partnering, al fine di favorire la consapevolezza nelle scelte non solo come discente ma anche quale cittadino.

Inoltre ai fini di sviluppare una didattica inclusiva, vengono  promosse attività a classi aperte, laboratoriali, in cui i ragazzi condividano abilità e ottengano  aiuto reciproco per il superamento di difficoltà di vario genere.

le attività di formazione-informazione coinvolgono studenti, famiglie, docenti e enti territoriali.

La condivisione attraverso una piattaforma unitaria consente la diffusione delle buone pratiche  e la pubblicazione di materiali utili alla valutazione e alla autovalutazione .