Home‎ > ‎

Sharing European Memories at School



Progetto SEME at School
In seguito all’esperienza del Progetto Sharing European Memories (S.E.ME) presentato sul Programma Europeo Cultura e partendo dalla consapevolezza che la Memoria Storica Europea necessita di essere recuperata e condivisa con i giovani, affinché possano capire meglio l’Europa in cui vivono, alcuni partner hanno deciso di portare avanti e consolidare questa esperienza.
Nel 2010 è stato presentato sul Programma Settoriale Comenius (Life-Long Learning Programme) il progetto SEME at School (S.E.ME@S) con l’obiettivo di sviluppare una metodologia d’insegnamento inerente la Memoria Storica che ne faciliti l’inserimento nei curricula scolastici ed un prodotto finale determinato dalla partecipazione attiva degli studenti.
Gli studenti acquisiranno competenze trasversali (linguistiche, informatiche, capacità decisionali e di apprendimento) e incrementeranno il loro senso di appartenenza alla propria comunità grazie ad una migliore comprensione della società in cui vivono, aumentando il senso di cittadinanza europea.
Il progetto avrà una durata di due anni e terminerà a dicembre del 2012. Sarà coordinato dalla Sociedad de Ciencias Aranzadi dei Paesi Baschi (ES) mentre ciascun partner (Italia, Gran Bretagna, Slovenia, Polonia, Norvegia) sarà responsabile di un’attività sviluppata in coordinamento con l’intero partenariato.

Per ulteriori informazioni è possibile visitare il sito www.memoriesatschool.eu
Scaricare
l'allegato in formato PDF (4 pag. 524 Kb)


- La prima newsletter Febbraio 2012 (.pdf)


Obiettivi
Obiettivo del progetto è lo sviluppo di una metodologia d’insegnamento che consenta ai docenti di includere i temi della memoria storica nelle scuole, facilitando il suo inserimento nei curricola scolastici e avendo come obiettivo l’elaborazione di un gruppo di lavoro finale sviluppato dagli studenti in un supporto interessante.
Da un punto di vista pedagogico gli obiettivi saranno:

  • Conoscere gli eventi passati del proprio territorio e compararli con le realtà degli altri paesi.
  • Adattare tali tematiche ai correnti curricola scolastici
  • Aumentare la consapevolezza sull’idea d’identità Europea
  • Introdurre un approccio attivo nel processo di apprendimento
  • Utilizzare le tecnologie multimediali per registrare le memorie e dare espressione al processo di apprendimento
  • Incrementare le competenze del lavoro di gruppo, il senso critico e la capacità di decisione degli studenti

Da un punto di vista sociale e personale gli obiettivi saranno:

  • Promuovere il dialogo intergenerazionale
  • Accrescere l’importanza di preservazione della memoria collettiva per comprendere il presente
  • Rinforzare il senso di appartenenza alla comunità
  • Promuovere la cittadinanza attiva fra gli studenti
  • Introdurre e valutare l’approccio europeo nella memoria storica locale.


Attività progettuali nelle scuole
Per il partner italiano (Futura s.p.a) saranno coinvolte due scuole: una classe terza dell’Istituto “Caduti della Direttissima” di Castiglione dei Pepoli e una classe dell’obbligo formativo di Forma Giovani. Da settembre a Dicembre del 2011 in collaborazione con gli insegnanti verrà definita la metodologia didattica da applicare nelle classi che a partire da Gennaio del 2012 coinvolgerà attivamente gli studenti. Svilupperemo una metodologia interdisciplinare per rendere gli studenti consapevoli della memoria storica. Attraverso un processo di apprendimento piacevole e attivo, gli studenti non acquisiranno solo familiarità con il concetto di memoria storica, ma svilupperanno competenze trasversali come il pensiero critico, il lavoro in team, il processo decisionale e la creatività, nonché un senso di cittadinanza attiva e una migliore conoscenza di come il passato ha influenzato la società in cui vivono.


Meeting
San Sebastian
(ES)
Si è svolto 11 e il 12 febbraio 2011 a San Sebastian- Paesi Baschi (ES), il kick-off meeting che ha dato il via alle attività progettuali. I partners, dopo una breve presentazione dei rispettivi enti e delle esperienze precedenti, hanno condiviso bisogni e problematiche inerenti il lavoro futuro. L’ente capofila ha aperto la sessione di lavoro con una panoramica sul progetto e sulla sua gestione anche da un punto di vista finanziario. In seguito la riunione si è concentrata sui seguenti punti:

  • Analisi e contestualizzazione della Memoria Storica nelle scuole
  • Concetto di Memoria Storica
  • Valorizzazione del progetto
  • Il piano di comunicazione
  • Il piano della qualità

Poznan (PL)
Nel secondo meeting (9-10 giugno 2011) il partner polacco ha presentato il report finale inerente l’analisi curriculare effettuata in ciascun paese. Si è poi proceduto alla presentazione e all’impostazione del “Methodological Framework” che verrà elaborato con i docenti e presentato nella sua versione definitiva a Novembre 2011 in occasione del meeting in Italia. Al termine del meeting l’ente capofila ha presentato il piano di comunicazione per la disseminazione dei risultati.


Bologna (IT)
Il meeting del 24 e 25 novembre 2011 è stato incentrato sull’elaborazione del prototipo metodologico che sarà in seguito applicato nelle scuole coinvolte nel progetto. Dopo un confronto con gli insegnanti, ogni partner ha riportato il lavoro che si sta svolgendo nelle scuole, i problemi riscontrati e il modo migliore di adattare la metodologia. Il confronto e la condivisione ha aiutato ciascun paese a procedere al meglio con le attività progettuali all’interno delle proprie scuole. Un altro punto su cui si è focalizzato il meeting e di cui è stata responsabile responsabile Futura S.p.A. è l’applicazione sperimentale della metodologia. Sarà necessario creare strumenti comuni per la raccolta delle esperienze, dei problemi e verificare l’incidenza che il lavoro ha avuto sulle classi coinvolte.


Kranj (SI)


Prodotti
Metodologia interdisciplinare
Gli studenti dai 14 ai 17 anni lavoreranno sulla memoria storica di un evento locale, nazionale, Europeo, passato, realizzando un prodotto creativo ( come un film, un fumetto, un gioco o una rappresentazione).La metodologia opererà su una base interdisciplinare: storia, inglese e una materia terza, adeguata al curriculum scolastico di ciascun paese. Altri lavori degli studenti saranno analizzati durante il processo, enfatizzando l’approccio Europeo con la condivisione e il confronto delle memorie con le altre scuole.

Database delle Memorie Europee
La condivisione delle memorie Europee è una parte chiave della metodologia, così sarà creato un database delle scuole che hanno lavorato con la Memoria Storica con l’obiettivo di permettere agli studenti di comparare le loro esperienze con le altre scuole europee. Materiali e prodotti creati dagli studenti saranno caricati e utilizzabili per gli usi futuri.

Le versioni finali di tutti i prodotti di progetto saranno pronte per giugno 2012.


Partner

Sociedad de Ciencias Aranzadi (ES), Ente capofila

Futura S.p.A. (IT)

Stiftelsen Arkivet (NO)

Uniwersytet im. Adama Mickiewicza (PL)

Osrednja knjižnica Kranj (SI)

The Royal Armouries Museum (EN)


Il presente progetto è finanziato con il sostegno della Commissione europea.
L’autore è il solo responsabile di questa pubblicazione (comunicazione) e la Commissione declina ogni responsabilità sull’uso che potrà essere fatto delle informazioni in essa contenute.


Ċ
Massimo Turchi,
21 nov 2011, 02:48
Ċ
Massimo Turchi,
06 mar 2012, 06:42
Comments