Home‎ > ‎

13-14 Novembre 2010 - Monte San Pietro e Monzuno: "Le stragi di guerra come fratture"

 
 

13-14 novembre Calderino Monzuno "Le stragi di guerra come fratture"

 
Regione Emilia Romagna
Provincia di Bologna
Comune di Monte San Pietro
Istituto per la storia della Resistenza e della società contemporanea nella provincia di Bologna
Associazione Linea Gotica - Officina della Memoria
Associazione La Rana dalla bocca larga - Cinerana
Associazione culturale La Conserva
 
13 NOVEMBRE 2010
Auditorium Scuola Media
Via IV Novembre 4 - Calderino di Monte San Pietro
ore 15
Seminario
Le stragi di guerra come fratture. Diverse prospettive di lettura

Interventi:
Fabio Dei, docente di Antropologia culturale all’Università di Pisa
Giorgio Diritti, regista del film “L’uomo che verrà” e “Il vento  fa il suo giro”
Andrea Speranzoni, avvocato di parte civile nei processi sulle stragi di Marzabotto, Casalecchio e Monchio
Paolo Pezzino, docente di Storia contemporanea all’Università di Pisa
Adriano Zamperini, docente di Psicologia sociale all’Università di Padova

Coordina: Giusi Marcante (Radio Città del Capo - Bologna)
 
Con il contributo di
Coop Reno
Intermediazioni immobiliari Leli
 
L'iniziativa rientra tra le attività del Festival della Storia 2010
 

Regione Emilia Romagna
Provincia di Bologna
Comune di Monzuno
Istituto per la storia della Resistenza e della società contemporanea nella provincia di Bologna
Associazione Linea Gotica - Officina della Memoria
Associazione La Rana dalla bocca larga - Cinerana
Associazione culturale La Conserva
Circolo Monte Adone

14 NOVEMBRE 2010
Monzuno
Escursione con diorama vivente
17 ottobre 1944: le voci dopo la strage
Ritrovo in piazza a Vado (Monzuno) ore 9,30 e trasferimento a Monterumici con mezzi propri
info: Massimo Turchi 335.7209899 massimoturchi@libero.it

Brento, ore 15 presso il Circolo Monte Adone
Conferenza
"Gli effetti del passaggio del fronte"
di Giancarlo Rivelli (presidente Ass. Linea Gotica - Officina della Memoria)
introduce Gabriele Ronchetti

Stand gastronimico del Circolo Monte Adone, prenotazioni: 338.5438966 - 338.1917149
(Crescentine doppie farcite - Patatine fritte - Acqua - Bibite - Caffé)
 
Con il contributo di
Emilbanca Credito Cooperativo
Coop Reno
Savenottica Plus
A.R. Alimentari
Si ringrazia l'assessore alla cultura del Comune di Monzuno Ermanno Pavesi
L'iniziativa rientra tra le attività del Festival della Storia 2010
 

 
Come si raggiunge CALDERINO DI MONTE SAN PIETRO
In auto
da Nord: A1 uscita Bologna Casalecchio, seguire la SS 569 in direzione Bazzano e la SP 26 Valle del Lavino in direzione Calderino - Monte San Pietro
da Sud: A1 uscita Sasso Marconi, seguire la SS 64 Porrettana in direzione Bologna, poi (alla periferia di Sasso Marconi) seguire le indicazione per Mongardino - Calderino
dalla Tangenziale: direzione Casalecchio ed uscire all'ultima uscita utile (Casalecchio), poi seguire le indicazione per Maranello - Zola Predosa - Monte San Pietro.
Arrivati a Ponterivabella oltrepassate il ponte e proseguite per Tolè, SP 26 Valle del Lavino, dopo circa 200 mt. girate a destra (Via Caduti di Via Fan), seguire le indicazioni per il Municipio, Scuole.
L'Auditorium è in Via IV Novembre 4
 
Con mezzi pubblici (da Bologna)
Linea ATC 83 da Via Lame (Bologna), oppure linea ATC 686 (Tolè) - orari sul sito ATC Bologna
www.atc.bo.it

Come si raggiunge VADO e BRENTO DI MONZUNO
In auto
VADO
Da Bologna: Autostrada A1 fino al casello di Sasso Marconi, quindi strada Provinciale 325 in direzione Castiglione dei Pepoli per circa 6 km.
Da Firenze: Autostrada A1 fino al casello di Rioveggio, quindi Strada Provinciale 325 in direzione Sasso Marconi per circa 9 km
BRENTO
Da Bologna: Strada fondovalle Savena in direzione Monghidoro, poco oltre Pianoro Vecchio deviazione a destra sulla Strada Comunale per Brento.
 
Con mezzi pubblici
Stazione di Monzuno-Vado sulla linea ferroviaria Bologna-Firenze (orari sul sito delle Ferrovie dello Stato), oppure linea ATC 826 (orario sul sito ATC Bologna), da Bologna o Sasso Marconi.
Brento. La frazione non è servita da linee di trasporto pubblico.
Comments