UN PEZZO DI CUORE CHE SE NE VA

Un pezzo di cuore che se ne va 
 
 « Disc. precedente | Disc. successiva »Notifica nuove risposte | Invia tramite email | Stampa Discussione
 
 
 Migdale  Inviato il: 2/7/2008, 13:28 
 

Member


Gruppo: Utente
Messaggi: 26
Provenienza: Toscana-Lucca


Stato: 


 
 Ho deciso di condividere quella che per me è stata la storia più importante...spero possa servire a qualcuno...

Era una calda estate di 10 anni fa, quando conobbi Giorgio... (nome di fantasia).
Giorgio era un uomo normale, forse un po' troppo timido per la sua età, ma decisamente socievole e gradevole nei modi. Non lo avevo mai visto prima, nonostante si abitasse vicini...e sopratutto non ero a conoscenza che, da li a poco, avrei incontrato anche colui che mi avrebbe rubato il cuore.
Io e Giorgio diventammo molto amici e cominciammo a frequentarci.
Un pomeriggio decidemmo ci incontrarci dopo il lavoro e fu allora che vidi per la prima volta suo figlio (chiamiamolo Mirco va! )
Mirco era un ragazzo molto interessante: alto, ben messo e esageratamente timido...assomigliava moltissimo a suo padre.Aveva quasi 18 anni e due occhi neri che manifestavano una profondità esagerata( a quel tempo avevo 23 anni).
Di lì a poco cominciammo a frequentarci e sempre più spesso uscivamo insieme... tanto che, dopo poco tempo io e Mirco passavamo insieme le nostre giornate.
Sentivo un grande affetto per quel ragazzo e sapevo che anche per lui ero una persona importante; ma feci di tutto per non innamorarmene: avevo troppa paura di perderlo...avevo paura di ciò che ero e di cosa avrei potuto vivere (fu in quel periodo che anch'io dovetti accettare quello che per lungo tempo avevo rifiutato...la mia omosessualità).
I giorni e i mesi volarono.
L'estate era ormai finita e come succedeva spesso, una sera mi trovamo a cenda da Mirco quando, dopo aver cenato, mi invitò ad andare a vedere un film in camera sua. Ci spostammo nella sua camera e seduti sul suo letto cominciammo a vedere la TV (ormai sapevo di provare qualcosa di più che una semplice amicizia, ma mai avrei avrei sfiorato il figlio di un caro amico).
Improvvisamente Mirco mi abbracciò: era successo altre volte, ma di li a poco mi trovai le sue labbra appoggiate sulle mie.Avevo il cuore che mi batteva a 200 all'ora...non sapevo se ero felice, se era un sogno o cosa; so solo che restai immobile...e mentre una parte di me mi diceva di non sognare, l'altra si scioglieva come neve al sole. Fu in quella occasione che mi scambia il mio primo bacio con un ragazzo.
Nei giorni a seguire la cosa si ripetè moltissime altre volte, fino al giorno in cui affrontammo la cosa parlandone.
Mirco diceva che non sapeva se era Gay: questa cosa gli era successa solo con me e che quindi non sapeva cosa dirmi ne cosa fare (il primo anno mi ha lasciato almeno 10 volte).
Di lì a poco però, dovette fare i conti con l'accettare che era diverso...che anche lui era omosessuale.
La nostra relazione continuò per due anni, ma furono davvero disastrosa: ci vedevamo di nascosto e Mirco si vergognava anche di uscire insieme a me.Non uscivamo mai insieme e ogni tot di tempo, mi diceva che voleva provare con una ragazza...che lui non era gay. (io tra le altre cose non ho atteggiamenti effemminati o altro...sono un ragazzo normalissimo nei modi e non ho mai capito quale problema ci fosse ad uscire insieme: mica dovevamo dire al mondo che eravamo gay!).Arrivai ad accontentarmi di vederlo anche solo 10 minuti al giorno... alcune volte non si faceva sentire anche per una settimana; ma ero troppo preso per non dargli tempo. Non ricordo più neppure quante lacrime versai, so solo che passavo le notti a piangere guardando fuori dalla finestra.
Ogni volta che si affrontava la problematica, iniziavano per lui le crisi; fu allora che decisi di chiudere quell'amore che tanto mi aveva dato a livello di conoscenza di me, ma che allo stesso modo mi aveva privato anche del respiro.Compresi che non si può amare da soli, ma che bisogna per forza essere in due.
Dai lì qualcosa cambiò: forse perchè messo alle strette, dopo qualche giorno in solitudine mi telefono per vederci: fu allora che mi disse che aveva capito quanto io fossi importante e di quanto male gratuito mi avesse regalato.Mi chiese di dargli una possibilità e che se gli fossi stato vicino, avrebbe vinto le sue paure.
La nostra storia è durata la bellezza di 8 anni...quasi 9...
Io e Mirco siamo cresciuti insieme ma ahimè ad un certo punto le cose cambiano e quello che pensavi risolto torna a galla.
Non so se lo amo ancora, sta di fatto che l'ho lasciato definitivamente da qualche mese. Si è verò che ero innamorato di lui...ma forse lui non lo è mai stato fino in fondo.Ho capito che quel dolore che ho vissuto mi ha lasciato cicatrici che, nonostante tutti i miei sforzi, mi hanno profondamente trasformato.Oggi so che Mirco non abiterà mai con me, nn si è ancora risolto il fatto che è omosessuale e io mi sento sempre meno propenso a scusarlo.
Oggi sono single: curo le mie amicizie e dedico il mio tempo libero ai miei hobby...ma ogni sera guardo il cielo e mi chiedo se da qualche parte, in questo immenso universo, qualcuno stia osservando il cielo proprio come me...mi chiedo se l'amore della mia vita arriverà mai.
Mig

 

Se avessi 5 palle non sarei un uomo ma un flipper!
     
 
 
  
 
 marco.naturop  Inviato il: 2/7/2008, 14:22 
 

Advanced Member


Gruppo: Utente
Messaggi: 51


Stato: 


 
 Non posso dire se una storia possa o debba durare per sempre ma sono certo che ogni storia dovrebbe essere vissuta con passione e facendosi travolgere dalla stessa… le barriere dovrebbero cadere ed ogni momento dovrebbe essere speciale… quando tutto questo viene a mancare significa che quella meravigliosa energia che si è creata sta man mano svanendo e dovremmo, pur con tristezza, renderci conto che le cose non sono più come prima, la magia si è dissolta ed un altro stadio della nostra vita si intravede all’orizzonte.
Come in un meraviglioso cielo stellato ognuno di noi è parte attiva in questo mondo ed anche quando ci sembra di star alla finestra ad aspettare, in realtà stiamo assaporando una delle meravigliose opere che ci sono state donate ed una di quelle opere siamo noi…

Un abbraccio… 
      
 
 
  
 
 Migdale  Inviato il: 2/7/2008, 17:21 
 

Member


Gruppo: Utente
Messaggi: 26
Provenienza: Toscana-Lucca


Stato: 


 
 CITAZIONE (marco.naturop @ 2/7/2008, 15:22)Non posso dire se una storia possa o debba durare per sempre ma sono certo che ogni storia dovrebbe essere vissuta con passione e facendosi travolgere dalla stessa… le barriere dovrebbero cadere ed ogni momento dovrebbe essere speciale… quando tutto questo viene a mancare significa che quella meravigliosa energia che si è creata sta man mano svanendo e dovremmo, pur con tristezza, renderci conto che le cose non sono più come prima, la magia si è dissolta ed un altro stadio della nostra vita si intravede all’orizzonte.
Come in un meraviglioso cielo stellato ognuno di noi è parte attiva in questo mondo ed anche quando ci sembra di star alla finestra ad aspettare, in realtà stiamo assaporando una delle meravigliose opere che ci sono state donate ed una di quelle opere siamo noi…

Un abbraccio…

Credo proprio che ti sposerò!
Se avessi 5 palle non sarei un uomo ma un flipper!
     
 
 
  
 
 gayproject    Inviato il: 5/7/2008, 00:35 
 
Senior Member


Gruppo: Amministratore
Messaggi: 721


Stato: 


 
 Ciao Migdale,
ho commentato il tuo post di apertura in una discussione a parte "Gay indecisi" sezione "capire di essere gay" : http://progettogay.forumfree.net/?t=29728827
     
 
 
  
 
 salvo87NA  Inviato il: 7/12/2008, 12:03 
 
Advanced Member


Gruppo: Utente
Messaggi: 30
Provenienza: NAPOLI


Stato: 


 
 beh nn so cm vi siate lasciati..cmq se lui nn t amava x davvero almeno considere ke x il tuo amor proprio e la tua felicità qst rottura è stato un bene.
     
 
 
  
 

 4 risposte dal 2/7/2008, 13:28
 

Comments