ROMA TRANSGENDER

Roma transgender, (Sono incazzato) 
 
 « Disc. precedente | Disc. successiva »Notifica nuove risposte | Invia tramite email | Stampa Discussione
 
 
 Survived  Inviato il: 19/5/2008, 22:10 
 

 


Gruppo: Utente
Messaggi: 635


Stato: 


 
 Ciao Vladimir, non so se ricordi, sono il ragazzo che ti ha chiesto gli auguri per i suoi diciottanni e che li ha ricevuti con emozione!

Ti scrivo più che per i transgender e trans, per me! Stasera ho visto un filmato in tv che mi ha lasciato senza parole: Roma, rivolta residenti contro i trans
Via Longoni, zona Prenestino: la retata della polizia e la rabbia della gente.


Il video di Marco Petruzzelli per tvreporter.it
[18 maggio 2008]
http://espresso.repubblica.it/multimedia/r...video/2219946/2


Ammetto che le situazioni di vita di quei trans non erano affatto positive e "possibili". Al telegiornale si vedevano chiaramente baracche e non credo sarebbe stato opportuno vivere e fare sesso in quelle condizioni pressochè igienicamente paurose! Ma non sopporto e non posso assolutamente accettare il modo in cui poliziotti e residenti si sono comportati! Insulti, violenza, discriminazione pura e schietta! Una sorta di ronda, come definirla?
Poliziotti che menano ai trans, che tirano calci, che spingono: Questo non lo tollero, e ti garantisco che non per una motivazione prodigiosa, ma per un MIO sentimento di RABBIA e indignazione farò di tutto. Scriverò a gay.tv, a gay.it, stasera sono talmente irrascibile che mi son convinto a scrivere al pd, lo pubblicherò sul mio blog...

Mi sono rotto letteralmente i testicoli di vedere scene ripugnanti.
Io non credo che la prostituzione sia qualcosa che possa realizzare le persone ma porto avanti questo LOGICO ragionamento:

In Italia un transgender quanto viene accolto e quanto viene integrato nella società? Trova lavoro con la stessa facilità degli altri cittadini? Viene rispettato per la sua propria identità di genere? Io credo proprio di no per cui mi pare ovvio che in momenti di solitudine generale e ripudio sociale ci si debba autodeterminare in quel modo! Ma parlo da un punto di vista ECONOMICO!!!! So bene che le famiglie spesso ripudiano i loro figli o le loro figlie trans o transgender per cui si rimane soli in un attimo, in un mese magari ci si ritrova buttati via ed E' STRAOVVIO che per sopravvivere si debba ricorrere alla prostituzione.

Ora quei cittadini che urlavano:Frocio, Puttana..mi danno una sensazione di tempesta gastrica che non riuscirò a trattenere e che NON voglio trattenere.

Vladimir ti ammiro tanto lo sai e so bene che parlerai di questo, e ti prego di farlo come sai fare te! mettendoci tutta te stessa. E soprattutto quando lo farai fallo non solo per te ma ANCHE PER ME, che sto qui a scriverti e che sinceramente penso a come si possano sentire ora tutti coloro che a calci nel sedere si ritrovano in una questura o in un centro di detenzione non perchè lavoravano in condizioni disagevoli, ma perchè trans!


Un trans di loro gridava: non sono un animale!!! Ecco io credo che queste tre parole me le fisserò bene in mente e saranno la base di quello che combinerò in questi giorni. Magari apro una petizione, SI.

Tu passa una buona settimana. Io sono sempre qui e lo so, magari è difficile fidarsi, io potrei essere chiunque, ma non so che dirti, ci metto la mia dignità di uomo laico e comunista! Perchè un giorno si possa far tornare in alto il nostro colore!


ti voglio bene!


"I will survive abandonment, I will survive a broken heart, I will survive loneliness"

my blog
www.speakmyvoice.spaces.live.com
 
     
 
 
  
 
 gianeuge  Inviato il: 19/5/2008, 22:45 
 

Senior Member


Gruppo: Utente
Messaggi: 319


Stato: 


 
 Non arrabbiarti così tanto ! Non è la prima volta e non sarà sicuramente l'ultima , che noi Gay , Trans , Transgender , veniamo trattati come una razza inferiore , purtroppo , è la vita , non urlare e fatti vedere freddo, di fronte a coloro che cercano a tutti i costi lo scontro , vedrai che otterrai risultati migliori ! Un abbraccio Gianni .
     
 
 
  
 
 Survived  Inviato il: 19/5/2008, 22:50 
 

 


Gruppo: Utente
Messaggi: 635


Stato: 


 
 Io non cerco lo scontro ma la DIGNITA'


L'italia è l'ultimo paese in europa ad avere questo concetto interno!


In quanto cittadino svolgo il mio ruolo DOVUTO che sento dentro!


nessuno scontro, solo DIGNITA'...QUELLA VERA!


"I will survive abandonment, I will survive a broken heart, I will survive loneliness"

my blog
www.speakmyvoice.spaces.live.com
 
     
 
 
  
 
 gianeuge  Inviato il: 19/5/2008, 22:54 
 

Senior Member


Gruppo: Utente
Messaggi: 319


Stato: 


 
 Scusa , hai ragione ! La dignità innanzi tutto ! Gianni .
     
 
 
  
 
 Survived  Inviato il: 19/5/2008, 23:00 
 

 


Gruppo: Utente
Messaggi: 635


Stato: 


 
 E guai a chi continua a realizzare il connubio fra prostituzione: mancanza dignità.

ho ben espresso logiche e determinate motivazioni per le quali chiaramente il fenomeno prostituzione diventa legittimo.

Non sto qui a dire che prostituirsi sia giusto o meno, sto qui solo a dire che se delle persone arrivano a vivere e poter vivere solo cosi, la colpa è nostra NOSTRA e non loro, la colpa e nostra e dobbiamo vergognarci noi di tirare i calci e gli schiaffi NON LORO


"I will survive abandonment, I will survive a broken heart, I will survive loneliness"

my blog
www.speakmyvoice.spaces.live.com
 
     
 
 
  
 
 Survived  Inviato il: 23/5/2008, 20:19 
 

 


Gruppo: Utente
Messaggi: 635


Stato: 


 
 Ecco, stasera ho inviato una lettera al partito democratico riguardo il tema!

 

Buonasera, a scrivervi un elettore, cittadino italiano.

Quando qualcuno rimane perplesso dalla realtà che lo circonda ha bisogno di comunicarlo. Ho pensato più volte che questa lettera potesse essere futile, inutile. Mi sono chiesto se inviarla al partito democratico fosse la scelta giusta. Adesso ne sono sicuro, è la scelta giusta! Per primo perché siete il partito più vicino alle mie ideologie nel parlamento. Secondo perché in quanto partito raccogliete le necessità, le preoccupazioni dei vostri cittadini! Spero che questa lettera non rimanga silenziosa nella mia posta elettronica. E’ una lettera che ha bisogno di risposte, di spiegazioni, di attenzione, me lo auguro!

Il giorno diciotto del mese corrente, a Roma, in via Longoni zona predestino c’è stata una retata della polizia e di alcune persone del luogo per arrestare prostitute.
Non pretendo affatto di intrattenere la vostra lettura facendo un elenco dei miei pensieri e ideologie a riguardo, ma un problema di fondo permane! Nell’arresto di quelle persone (alcune delle prostitute erano trans e spero che rimangano sempre persone ai vostri occhi!) è visibile e indubbio un comportamento violento e senza precedenti dal mio punto di vista.
Poliziotti hanno tirato calci, spintoni, capelli mentre la maggior parte delle persone hanno scaltrosamente qualificato le prostitute come: “froci, ricchioni”.
Ribadisco, non pretendo di farvi empatizzare con un omosessuale che vive ventiquattrore di omofobia al giorno, vorrei semplicemente chiedervi, anzi mi metto in gioco io, voglio porci una domanda e domandarci: le persone sono tutte uguali o no? L’uguaglianza è un’utopia o qualcosa di effettivo?

La prostituzione non può assolutamente esser considerata cosa “dignitosa” e siamo tutti d’accordo fin qui! Per di più i trans vivevano in condizioni igieniche pessime e paurose, non era possibile né lecito lasciare che le cose andassero cosi! MA

In Italia un transgender quanto viene accolto e quanto viene integrato nella società? Trova lavoro con la stessa facilità degli altri cittadini? Viene rispettato per la sua propria identità di genere? Io credo proprio di no per cui mi pare ovvio che in momenti di solitudine generale e ripudio sociale ci si debba autodeterminare in quel modo! Ma parlo da un punto di vista ECONOMICO! So bene che le famiglie spesso ripudiano i loro figli o le loro figlie trans o transgender per cui si rimane soli in un attimo, in un mese magari ci si ritrova buttati via ed E' STRAOVVIO che per sopravvivere si debba ricorrere alla prostituzione.

Dunque da punire c’è la nostra società, che ripudia e rigetta il diverso, non un trans con calci, spinte, sputi, insulti.

Una di loro gridava: non sono un animale!!! Ecco io credo che queste tre parole me le fisserò bene in mente e spero saranno alla base di qualche vostra considerazione.
Non sono qui a difendere una categoria piuttosto che un’altra, sono qui a gridare il mio allarme, a gridare la sofferenza di persone deboli che vengono buttate in una volante della polizia come animali e che in un paese come l’Italia più che animali non sono!
Sono qui perché vivo pregando per i diritti umani, per una speranza che non credo debba interessare solo laici o atei, ma davvero TUTTI!

Grazie per l’ascolto

Speranzoso in una risposta!

 


"I will survive abandonment, I will survive a broken heart, I will survive loneliness"

my blog
www.speakmyvoice.spaces.live.com
 
     
 
 
  
 
 sunburn89  Inviato il: 23/5/2008, 22:53 
 

Junior Member


Gruppo: Utente
Messaggi: 4


Stato: 


 
 voglio leggere la risposta del pd se mai arriverà..! troppo impegnati a farsi scaldare i piedi dalle loro borse d'acqua calda.. (con questo, volevo sottolineare, che secondo me alla camera stanno tutti sulla stessa barca)
     
 
 
  
 
 Survived  Inviato il: 24/5/2008, 14:59 
 

 


Gruppo: Utente
Messaggi: 635


Stato: 


 
 Un gruppo di radicali: radicalparty.org ha risposto esattamente un'ora fa in modo molto caloroso e gentile, il che mi ha molto rallegrato.
Meno di un giorno e ho ricevuto informazioni, e promesse che son sicuro verranno mantenute!


"I will survive abandonment, I will survive a broken heart, I will survive loneliness"

my blog
www.speakmyvoice.spaces.live.com
 
     
 
 
  
 

 7 risposte dal 19/5/2008, 22:10
 

 

Comments