DIGNITA' GAY 2

DIGNITÀ GAY 2, quando i sogni ti abbandonano 
 
 « Disc. precedente | Disc. successiva »Notifica nuove risposte | Invia tramite email | Stampa Discussione
 
 
 gayproject    Inviato il: 23/7/2008, 11:02 
 
Senior Member


Gruppo: Amministratore
Messaggi: 721


Stato: 


 
 DIGNITÀ GAY 2

e-mail di Alberto, di cui ho pubblicato una precedente mail: http://progettogay.forumfree.net/?t=29040167

Ciao Project,

ti scrivo perché mi è difficilissimo sentirti in chat e quando arrivo a casa devo assolutamente dormire e per me non c’è né sabato né domenica. Penso di essere vicino al tracollo, non ce la faccio sto lavorando come un matto per cercare di mettere un po’ di soldi da parte che mi permettano di sopravvivere da settembre in poi, perché da settembre dovrò tornare a scuola e ho la maturità che mi aspetta, quindi di lavoro per guadagnare qualche soldo ne potrò fare ben poco e vorrei cercare di mantenere questa mini-casa per non essere costretto a tornare in famiglia. I miei non mi cercano nemmeno, per loro sono solo un problema risolto in tutti i sensi, se riesco a spesarmi da solo, ma poi, dopo la maturità, che potrò fare? Come farò a sopravvivere, a lavorare, a studiare? Non ci sarà proprio il tempo materiale, la vedo come un incubo che si avvicina. I miei amici di scuola, chiamiamoli così, se ne stanno tutti comodi a fare nulla, se ne vanno in vacanza e si divertono, io sto qui ad ammazzarmi di lavoro per sopravvivere. Queste sono le prospettive di studio e di lavoro, belle vero! Almeno prima avevo Luca vicino, ma adesso lavora fuori città, c’ha la ragazza, quando ci vediamo sono contento perché ci vogliamo bene ma mi prendono pure delle malinconie terribili, a lui, di me, non ho detto nulla, siamo due buoni amici che adesso non lavorano più insieme e che si vedono sì e no due ore alla settimana. Una volta è venuto alla pizzeria e mi sono sentito in un imbarazzo terribile, l’ho servito al tavolo, stava con la ragazza, io sono stato sorridente e disinvolto come se niente fosse, ma dentro mi sentivo morire. Io dicevo che Luca mi sarebbe stato bene comunque ma adesso lo sento come un estraneo, un estraneo al quale in qualche modo voglio pure bene, ma lui ha la sua vita e io non c’entro niente. Quindi adesso coi miei genitori partita finita, con Luca pure, che cosa mi resta? Lavorare fino alla follia, studiare, e poi l’università per me non esisterà proprio, i miei amici si stanno facendo tutti i loro conti, uno vuole andare a medicina, l’altro a ingegneria, ecc. ecc. e quando lo chiedono a me io che posso rispondere? Io non ci andrò! Perché per poterci andare dovrei tornare a casa dei miei e dovrei chiedere a loro i soldi e io non lo farò, poi adesso, da quello che sento l’università è tosta e selettiva, quindi o fai solo quello o non vai da nessuna parte. Il mio sogno sarebbe stato fare statistica, non so perché ma ho sempre avuto questa fissa e lì ci sono pochissimi studenti e si deve frequentare per forza. Che schifo la vita! È tutto casuale, puoi vincere la lotteria o finire sotto il treno, con c’è un perché. Ho provato a dare uno sguardo a quel sito Universo-MIUR che mi hai mandato, ma è un caos, non ci si capisce nulla, ti perdi in un mare enorme di possibilità e di scelte. Magari potremmo provare a guardarcelo insieme, ma tanto temo che alla fine sarà solo una cosa inutile perché per me resteranno solo sogni. Come mi sento in questi giorni non te lo puoi immaginare, ho proprio la sensazione che per me la vita non sarà altro che lavoro. Un ragazzo? Ma è solo un sogno balordo, qui ognuno pensa ai fatti suoi e poi che cosa posso offrire a un ragazzo, una vita da morto di fame oppure se lui lavora e magari molto meglio di me io posso fare il mantenuto. No! È meglio stare soli e penso che dovrò cominciare ad abituarmici.
Ciao Project. Se mi rispondi almeno mi rendo conto che qualcuno 10 minuti per me ce li ha persi. Lo so che lo farai.
Tuo Alberto


 
     
 
 
  
 
 frederic.78  Inviato il: 25/7/2008, 13:36 
 

face your fears, live your dreams


Gruppo: Utente
Messaggi: 227


Stato: 


 
 Io l'università l'ho fatta tutta così contando sulle mie forze, lavorando e studiando e ti dico che ce la puoi fare!! Guarda che esiste il diritto allo studio per cui se farai domanda avrai diritto all'appartamento ESU, avrai la mensa gratuita a mezzogiorno e sera, se avrai buoni voti avrai le borse ti studio che magari non sono in soldi correnti ma in buoni acquisto in materiale didattico e quindi fuori pure il problema di acquisto dei libri (eh .. io mi sono comprato il mio amato microscopio con una di quelle borse ...) .... insomma Alberto sarà molto più dura credimi l'anno prossimo per l'ultimo anno alle superiori che per l'Università.
Tu continua a credere in te, le persone in gamba vengono sempre fuori, magari alla distanza ma sono quelle che poi bucano nella vita!
In an interstellar burst I am back to save the universe
      
 
 
  
 
 Aster_86  Inviato il: 25/7/2008, 16:04 
 

Advanced Member


Gruppo: Utente
Messaggi: 188
Provenienza: Da qualche parte nel NE


Stato: 


 
 Sì, Frederic ha ragione devi informarti perché l'università offre moltissime possibilità a chi è in difficoltà economica. Quindi... oddio... come diavolo si dice... mettiti le mani intorno! (ma che bei modi di dire dalle mie parti...)
FRATTAGLIE: s. f. pl.; il cervello, il cuore, il fegato, l'anima e tutte le altre interiora.
       
 
 
  
 
 Jek70  Inviato il: 28/7/2008, 22:59 
 
Advanced Member


Gruppo: Utente
Messaggi: 149


Stato: 


 
 Sei un ragazzo del quale ho quasi soggezione tanto è il rispetto che meriti per quello che stati facendo. Non puoi che farcela nella vita. Se sei riuscito ad arrivare fin dove sei non puoi non farcela anche per il resto. E poi chi l'ha detto che devi restare solo? Uno come te la vedo dura che resti solo. Semmai dovrai scegliere la persona giusta perchè tu, meriti il meglio che c'è. Ora vedi tutto nero perchè stai facendo cose forse più grandi della tua età ma le stai facendo. Se fosse capitato a me alla tua età non so che avrei fatto, sarei impazzito. Forza, che sei un grande!

Un abbraccio e coraggio, non abbatterti mai. Qui c'è gente che ti rispetta e ti apprezza.

Modificato da Jek70 - 29/7/2008, 01:10
     
 
 
  
 
 Survived  Inviato il: 2/8/2008, 23:30 
 

 


Gruppo: Utente
Messaggi: 635


Stato: 


 
 </ Uno come te la vedo dura che resti solo>


Beh è proprio il genere di persone rare e serie che sta più solo rispetto a quello di persone scopus day
o mi sbaglio?


"I will survive abandonment, I will survive a broken heart, I will survive loneliness"

my blog
www.speakmyvoice.spaces.live.com
 
     
 
 
  
 
 Jek70  Inviato il: 2/8/2008, 23:37 
 
Advanced Member


Gruppo: Utente
Messaggi: 149


Stato: 


 
 Intendevo che una persona così dinamica ed indipendente sarà senz'altro notato da altre persone serie.
     
 
 
  
 
 Survived  Inviato il: 2/8/2008, 23:46 
 

 


Gruppo: Utente
Messaggi: 635


Stato: 


 
 Io ormai son convinto che non esistono piu

 

"I will survive abandonment, I will survive a broken heart, I will survive loneliness"

my blog
www.speakmyvoice.spaces.live.com
 
     
 
 
  
 

 6 risposte dal 23/7/2008, 11:02
 

 

Comments