AMORE GAY TRA UN VENTENNE E UN QUARANTENNE

AMORE GAY TRA UN VENTENNE E UN QUARANTENNE, Rapporti tra gay di età diversa 
 
 « Disc. precedente | Disc. successiva »Notifica nuove risposte | Invia tramite email | Stampa Discussione
 
 
 gayproject    Inviato il: 30/6/2008, 17:56 
 
Senior Member


Gruppo: Amministratore
Messaggi: 721


Stato: 


 
 AMORE GAY TRA UN VENTENNE E UN QUARANTENNE

 

 

 

Chat del 24 giugno 2008, ore 15.00

 

MaxMi ha scritto:

 

Ciao Project, c6?

 

il progettista ha scritto:

 

Ciao Max!!! Come va?

 

MaxMi ha scritto:

 

Hai un po’ di tempo per me?

 

il progettista ha scritto:

 

Certo, tutto quello che vuoi

 

MaxMi ha scritto:

 

Intanto grazie di avermi mandato il tuo contatto, leggo spesso il forum e per me è stato utilissimo

 

il progettista ha scritto:

 

Grazie!! Mi dici una cosa graditissima!

 

MaxMi ha scritto:

 

Ma è proprio cosi! Project, aspetta, se sei d’accordo vado subito al sodo perché mi serve molto poter parlare con qualcuno di quello che mi sta succedendo. Insomma, mi sono innamorato, questo è il problema!

 

il progettista ha scritto:

 

Magari fossero così tutti i problemi!

 

MaxMi ha scritto:

 

be, aspetta, qualche problema c’è, lui ha 20 anni e io 41!

 

il progettista ha scritto:

 

Mah, da quello che dici si vede che sei ansioso e che vedi la cosa come un problema. Se ti va di farmi capire le cose un po’ più dall’interno puoi provare un po’ a dirmi come è andata.

 

MaxMi ha scritto:

 

In effetti è il motivo per cui ti ho chiamato. Se vuoi io comincio.

 

il progettista ha scritto:

 

Certo, vai! Però parti dal presupposto che io non ne so nulla e che non ti conosco affatto.

 

MaxMi ha scritto:

 

Sì certo. Poi se ci sono cose che non capisci e che vuoi sapere fermami tu e chiedimi quello che vuoi. Però prima di comnciare una domanda, ma tu parli anche con gente della mia età? Peché mi sento un po’ in difficoltà.

 

il progettista ha scritto:

 

Max, guarda, la maggior parte dei ragazzi che mi contattano va dai 16 ai 30 anni. In genere, con i ragazzi tra i 22/23 e oltre, si affrontano problematiche meno ovvie. Diciamo che i 40enni sono abbastanza rari ma ne ho conosciuti comunque decine.

 

MaxMi ha scritto:

 

E di che cosa ti parlavano? Cioè, ce n’erano che si erano innamorati di ragazzi giovani?

 

il progettista ha scritto:

 

Un paio di volte mi è capitato

 

MaxMi ha scritto:

 

E tu come ti sei comportato? Cioè che cosa gli hai detto?

 

il progettista ha scritto:

 

Max, vedi, le risposte ai problemi non le trovo io, le trovano - se le trovano – i ragazzi che parlano con me. 

 

MaxMi ha scritto:

 

In un certo senso è vero, però uno certe volte non sa proprio come fare a fa casini tremendi e mi sa che io i casini tremendi li ho già fatti. Però ho bisogno sapere quello che ne pensi tu perché io una decisione l’ho presa e mi sa che ho fatto un casino ancora peggio.

 

il progettista ha scritto:

 

Però, Max, adesso cerca di farmi capire perché così non so nemmeno vagamente di che cosa stiamo parlando.

 

MaxMi ha scritto:

 

Ok, comincio. Lui si chiama Marco. Io ho un blog sulle motociclette, la mia fissa da quando ero ragazzo. Il blog è bello e lo visitano tanti ragazzi, diciamo così che un po’ lo tengo per le motociclette e un po’ perché qualche ragazzo interessato alla motociclette mi contatta e con la scusa delle motociclette io magari posso passare un pomeriggio vicino a un bel ragazzo. Però non pensare male, niente adescamento. Sarà successo in 5 anni non più di 30 volte. Un pomeriggio passato a chiacchierare e basta.

 

il progettista ha scritto:

 

Ma tu hai un compagno?

 

MaxMi ha scritto:

 

No, e non l’ho mai avuto. Aspetta, non ti spaventare, io fino a 41 anni non avevo mai fatto l’amore con nessuno. C’è internet e mi facevo bastare quello, non so se mi capisci.

 

il progettista ha scritto:

 

Sì, ma vivi solo?

 

MaxMi ha scritto:

 

sì, ma io quei ragazzi non li ho mai portati a casa mia, solo al bar a prendere un aperitivo, poi al massimo in macchina a chiacchierare. Io col sesso mi sento proprio imbranato.

 

il progettista ha scritto:

 

Ok, ma di questo ne parliamo dopo, adesso vai avanti con la storia.

 

MaxMi ha scritto:

 

Alla fine di febbraio, in pratica sono 4 mesi oggi, trovo un commento sul blog e come avatar c’era la foto di un ragazzo. Io ho guardato la foto e ho pensato che quel ragazzo era bellissimo. Ho cliccato la foto e mi si è aperto il suo blog, pure lì una marea di moto! Un patito come me! Il commento che mi aveva scritto era molto competente e poi, diciamolo, lui era bellissimo. Vado a vedere le foto. Non ti dico come ci sono rimasto! Era un po’ il ragazzo che avevo sempre sognato, non solo bellissimo ma dolcissimo. Ho pensato che se fosse stato gay, be’ sarebbe stato molto interessante. Ci sei Project?

 

il progettista ha scritto:

 

Certo, vai avanti.

 

MaxMi ha scritto:

 

Il blog me lo sono guardato tutto, le foto bellissime: lui da solo e non solo, in qualche foto era abbracciato a delle ragazze, ma non sempre alla stessa ragazza. Sai l’occhio clinico! Leggendo il suo blog vado a caccia di elementi per capire se è gay o no. Di elementi gay non ce ne sono ma non ci sono nemmeno elementi chiaramente etero. Decido di scrivergli una mail. Te la mando?

 

il progettista ha scritto:

 

Sì, certo.

 

ALLEGATO:

 

Ciao Marco,

 

sono Max. Ma hai un sito di moto bellissimo e te ne intendi proprio (io penso anche molto più di me). Se ti va di fare due chiacchiere, ti passo il mio contatto [omissis]. E ancora complimenti per il Blog!

 

Max

 

MaxMi ha scritto:

 

Io ho scritto così ma in genere a messaggi del genere non ti risponde nessuno. Ma lui ha risposto e dopo pochi minuti. Ti passo il testo.

 

il progettista ha scritto:

 

Ok.

 

ALLEGATO: Ciao Max, ti ho aggiunto, hai un sto bellissimo! E mi piacerebbe eccome fare due chiacchiere con te. Se vai sul mio blog e cerchi un po’ trovi la foto di una H. D. del 1952, era di mio nonno. Adesso me la tengo come un cimelio. Guardala un po’ e dimmi che ne pensi! Oh! Ti ho aggiunto, se ti va sono in linea!

 

MaxMi ha scritto:

 

Insomma ci siamo sentiti subito dopo, dopo mezz’ora di chat scritta mi ha chiesto se si poteva passare a una chiamata video e lo abbiamo fatto. Era Lui! Era bellissimo e aveva una voce bellissima. Siamo stati a parlare di moto per due ore, poi mi ha detto che doveva andare e che mi avrebbe richiamato. Nei giorni successivi ci siamo risentiti parecchie volte, non parlavamo più di moto, ma di tutto. E si stava bene. Accidenti se si stava bene! Che avevo 41 anni gliel’ho detto in modo diretto ma non ha fatto una grinza. Insomma per una quindicina di giorni ci siamo sentiti solo in chat. Io ero proprio imbranato, complessato e lui se ne deve essere accorto. Poi un giorno mi propone di andare in moto a fare un giro fuori città. Io non me lo faccio dire due volte. Project, tu non sai come mi sentivo io, me ne stavo innamorando follemente e nello stesso tempo non volevo che succedesse. C6?

 

il progettista ha scritto:

 

Sì, vai tranquillo!

 

MaxMi ha scritto:

 

La domenica siamo stati in giro insieme tutta la giornata. I discorsi che facevamo erano prudentissimi, ma piano piano, anche se non ce lo eravamo detto in modo esplicito, avevamo capito che aravamo tutti e due gay. Poi lui ha rotto il ghiaccio per primo e io gli ho detto “anche io”. Siamo rimasti seduti per terra  a parlare tutto il pomeriggio, gli ho parlato di me come non avevo mai pensato che avrei fatto con nessuno, lui mi ascoltava e si ricordava tutto, anche nei minimi dettagli. Poi mi ha parlato di sé e si è anche messo a piangere. Io l’avrei abbracciato, ma non l’ho fatto. Insomma non ci siamo neanche toccati. Poi siamo rientrati a Milano. Nei giorni successivi la chat era una cosa “nostra”, un modo privatissimo di parlare di noi. Io ormai lo amavo alla follia. Sarei stato disposto a tutto pur di restargli vicino. Lo desideravo in modo folle, a lui non l’avevo detto, ma lui mi aveva detto che lo aveva capito benissimo proprio perché non ci avevo provato e che se non ci avevo provato era segno che a lui ci tenevo proprio moltissimo. Project, io lo amavo, è vero, cioè lo desideravo proprio però gli volevo bene anche come un figlio. Lo so che è strano però è così. Tu pure dici che si senti papà dei ragazzi del forum, certo io di Marco ero innamorato alla follia, è vero, però gli volevo pure bene e per lui sarei stato disposto a mettermi da parte del tutto, ti giuro è così!

 

il progettista ha scritto:

 

Ci credo, non ho nessun motivo per pensare il contrario. Dai, non cercare giustificazioni, non ne hai bisogno!

 

MaxMi ha scritto:

 

Ok, grazie! Ormai tra noi tutto era esplicito ma io pensavo che un ragazzo di 20 anni a me non ci potesse pensare proprio, e poi uno come lui poteva avere qualunque ragazzo, e invece un giorno mi dice: “mi sono innamorato di te”. Io mi sento morire dentro. So che gli devo dire di no e che lo devo fare per lui distruggendo me stesso. Prendo il discorso alla lontana e comincio a fargli una specie di predica per arrivare alla conclusione che non si può. Lui mi dice: “Ti prego, non mi deludere. Io voglio che la prima volta sia con te!” La cosa mi cade in testa come un macigno. Penso che ha bisogno di un papà, perché il suo di lui se n’è infischiato e ricomincio a fargli la predica. Mi blocca e mi dice: “Max! Tanto succederà! Io voglio che succeda. Non voglio sprecare la mia prima volta, io voglio che sia con te, tu ormai lo sai, prima o poi succederà”. Ho cercato di rinviare, di prendere tempo, ma io lo desideravo alla follia. Lui con me scherzava, giocava, una cosa meravigliosa, io avrei dovuto essere felice ma soffrivo come un cane, io sapevo che lo dovevo rifiutare però capivo pure che farlo significava fargli veramente del male. Io sono stato educato in una famiglia cattolica seria, di gente che cercava di fare qualcosa di buono e che dei principi me li ha dati e io sapevo che se avessi detto di sì a Marco lo avrei comunque condizionato, mi sembrava una cosa immorale. C6?

 

il progettista ha scritto:

 

sì.

 

MaxMi ha scritto:

 

Il primo di giugno è venuto a casa mia (c’era venuto già altre volte) e ha preso lui l’iniziativa. Io ero contento ma terrorizzato. Imbranato fino all’incredibile. Lui si è spogliato e si è steso sul letto, io ero congelato, avevo il cuore a 200, poi mi dice “Vieni qui vicino a me!” Mi sono spogliato che ero imbarazzatissimo. Non ero mai stato in una situazione del genere con un ragazzo e starci con lui mi sconvolgeva proprio, un po’ per l’erezione e un po’ perché non sapevo che fare. Ci siamo solo abbracciati e siamo stati così per 10 minuti. Poi mi ha detto. “Adesso ci conosciamo meglio e sono felice che sia successo con te”. Siamo rimasti così stesi nudi sul letto a parlare per tantissimo tempo e la cosa sembrava quasi normale. Il sabato successivo è venuto a dormire da me, abbiamo dormito nello stesso letto ma ci siamo solo abbracciati nudi e basta. Per me Marco è sacro, non so come dire. Insomma che ne pensi? Poi ti dico il resto. 

 

il progettista ha scritto:

 

Beh, è una bellissima storia e credo che tantissimi ragazzi una cosa del genere se la sognerebbero.

 

MaxMi ha scritto:

 

Ma tu non ci vedi niente di male?

 

il progettista ha scritto:

 

Mah, lui ha 20 anni, non 12, quindi è in grado di capire quello che fa e, da quello che dici, lui la cosa l’ha proprio voluta.

 

MaxMi ha scritto:

 

In effetti sì. Però poi le cose sono cambiate. Ho pensato che stavo rovinando la vita di un ragazzo giovane e che una cosa come quella era un po’ come un approfittare della situazione. Non so come spiegarmi, forse sono stupidaggini, ma quando lo abbracciavo mi sentivo in colpa, pensavo che Marco il ricordo di quelle cose non se lo sarebbe più dimenticato, un po’ come se io stessi sporcando uno troppo pulito per me. Insomma non ce l’ho fatta più ad andare avanti e l’ho lasciato.

 

il progettista ha scritto:

 

Ma perché?

 

MaxMi ha scritto:

 

Ma non lo so nemmeno io, mi sono fatto cento complessi, fatto sta che gli ho detto che non me la sentivo più. Per lui deve essere stata come una pugnalata, come una cosa a tradimento. In effetti non se l’aspettava proprio. Ha reagito con la massima dignità ma si vedeva che si faceva forza per non piangere. Mi ha detto che gli stavo facendo malissimo e che non capito che lui aveva bisogno di me, ha detto “bisogno disperato” di me. Io sarei tornato indietro ma non l’ho fatto e ho tenuto duro. Ci siamo salutati formalmente e tutto è finito così. Mi ha mandato dei messaggi e c’è scritto solo: “Mi manchi alla disperata!” Che devo fare Project?

 

il progettista ha scritto:

 

Max, ma tu che cosa vorresti fare, proprio seguendo il tuo cuore spontaneamente?

 

MaxMi ha scritto:

 

Io lo chiamerei subito, ma so che non devo.

 

il progettista ha scritto:

 

Max, chiamalo subito, non lo fare soffrire, non è giusto!

 

MaxMi ha scritto:

 

Ok, ti richiamo più tardi.

 

il progettista ha scritto:

 

A dopo, ciao!

 

________________

 

Chat del 24 giugno 2008, ore 22.00

 

MaxMi ha scritto:

 

C6?

 

il progettista ha scritto:

 

 

MaxMi ha scritto:

 

Project, lo amo alla follia, adesso sto di nuovo bene, deve avere sofferto pure lui come un cane. È stato dolcissimo, proprio felice. Mi ha detto che se il sesso mi spaventa è disposto pure a stare con me senza sesso, ma vuole stare con me, mannaggia, ma sembra proprio innamorato, Project, ma è possibile?

 

il progettista ha scritto:

 

Sì è possibile, anzi penso che sia esattamente così.

 

MaxMi ha scritto:

 

Ti voglio bene Project e voglio bene a tutto il mondo! Non mi sembra vero di poter vivere così, io a 41 anni la mia vita l’avevo data completamente per andata e invece a 41 anni io sono rinato! Ho detto anche a Marco di te e ti ha scritto due righe, che faccio? Te le mando?

 

il progettista ha scritto:

 

 

ALLEGATO:

 

Ciao Project,

 

grazie per quello che hai fatto per me! Adesso mi sento felice.

 

Marco

 

MaxMi ha scritto:

 

Adesso scappo che lo vado a prendere, perché stasera sta da me, se ci sei dopo ci facciamo una chiacchierata in tre!

 

il progettista ha scritto:

 

Per me andrebbe benissimo, ma penso che abbiate di meglio da fare! Un abbraccio strettissimo, Max, a te e a Marco. E cerchiamo di restare amici. Ah, scusa ti posso chiedere una cosa?

 

MaxMi ha scritto:

 

Sì, tutto quello che vuoi!

 

il progettista ha scritto:

 

Il testo della Chat lo posso pubblicare?

 

MaxMi ha scritto:

 

Certo! Se ci sono cose personali identificabili toglile, ma non mi pare che ce ne siamo. Quindi tra un po’ mi rileggo sul forum wow! Lo so che non è da 41enne… ma il fatto è che non mi ci sento più. Ti saluta anche Marco! Un abbraccio Project e alla prossima!

 

il progettista ha scritto:

 

Un abbraccio a te! Ciao!

 

Modificato da gayproject - 30/6/2008, 20:52
     
 
 
  
 
 marco.naturop  Inviato il: 30/6/2008, 21:38 
 

Advanced Member


Gruppo: Utente
Messaggi: 51


Stato: 


 
 Spesso ci facciamo molte paranoie, pensiamo quello che sia più giusto per noi o per gli altri e non ci accorgiamo che dovremmo lasciar fare al ns istinto più che alla ns mente; i pensieri si accumulano nel ns cervello ed oscurano la realtà delle situazioni.
Mi sembra che quando Max si è lasciato andare ha scoperto "realmente" la persona che aveva al suo fianco, ha fatto cadere le sue barriere e tutto è sembrato più bello... tutto è sembrato + semplice...
Auguro a Max e Marco di poter passare dei bellissimi momenti insieme e scoprirsi poco alla volta, questo è il bello della vita, una tappa alla volta lasciandosi travolgere dalla vita stessa...

un abbraccio ad entrambi...

marco
      
 
 
  
 
 Migdale  Inviato il: 1/7/2008, 13:05 
 

Member


Gruppo: Utente
Messaggi: 26
Provenienza: Toscana-Lucca


Stato: 


 
 Riesco a sentire l'emozioni di questa bella storia, proprio come se fossero le mie.Oggi è davvero una grande fortuna sperimentare una storia d'amore così.
Personalmente sono convinto che l'amore non si possa controllare: l'amore rende folli...ci fa fare cose assurde...ci fa battere il cuore...e sopratutto ci fa sentire come mai ci siamo sentiti (mariaaaa come mi manca innamorarmi!).
Riguardo all'età: in questo caso direi di non preoccuparsi proprio (credo che 20 anni siano più che sufficienti per sapere cosa si vuole o non si vuole sperimenate)
Faccio moltissimi auguri a questi due ragazzi e gli auguro una storia meravigliosa!...mi raccomando, vivetevela con totalità!
Un abbraccio
Se avessi 5 palle non sarei un uomo ma un flipper!
     
 
 
  
 
 proyou  Inviato il: 1/7/2008, 13:56 
 

Advanced Member


Gruppo: Utente
Messaggi: 137
Provenienza: FIRENZE


Stato: 


 
 A certe persone mica interessano cose come l'età o se sei bello perchè ti vedono dentro  ! la tua fortuna è che hai incontrato 1 così! 
     
 
 
  
 
 Migdale  Inviato il: 1/7/2008, 23:04 
 

Member


Gruppo: Utente
Messaggi: 26
Provenienza: Toscana-Lucca


Stato: 


 
 CITAZIONE (proyou @ 1/7/2008, 14:56)A certe persone mica interessano cose come l'età o se sei bello perchè ti vedono dentro  ! la tua fortuna è che hai incontrato 1 così!

Ti quoto in toto!anch'io la penso così, ma oggi trovare persone disposte a mettersi in gioco per amore, non è facile!
Noi comunque continuiamo a sognare!    

Modificato da Migdale - 2/7/2008, 13:32
Se avessi 5 palle non sarei un uomo ma un flipper!
     
 
 
  
 
 Paoloangelitos  Inviato il: 13/8/2008, 14:15 
 
Junior Member


Gruppo: Utente
Messaggi: 1


Stato: 


 
 Ciao Paolo!!!

prima di scrivere devi cancellare il messaggio di preavviso! Aspetto di leggere il tuo primo post!!!

projecet

 


Modificato da gayproject - 13/8/2008, 15:47
     
 
 
  
 
 little85  Inviato il: 25/8/2008, 13:45 
 
Junior Member


Gruppo: Utente
Messaggi: 4


Stato: 


 
 Salve a tutti, sto per raccontarvi la mia storia che ha a che vedere con il racconto precedente.
Era il 2004 avevo 19 anni e sapevo già da molto di essere gay, ma non avevo mai avuto esperienza.
Mi trovavo a Torino, città in cui mi sentivo fortemente solo. Nonostante tutto era la mia opportunità potevo finalmente conoscere un ragazzo!!!!
Girando poi per la città vedevo che c'erano molti gay, ma tutti esagerati. Io non sono il tipo che cerca un ragazzo super figo che poi dentro non ha nulla e passati i giorni e le settimane mi sono un po' stufato di questo; anche le chat mi deludevano c'erano solo ragazzi che ti promettevano chissà cosa ma poi pensavano solo ad una cosa. ( Magari ci fossero stati dei ragazzi o uomini che mi avessero detto: "Va bhe ha 20 anni non lo rovino.......") Tutta una delusione

Un giorno poi nella mia solita chat di libero ho incontrato un ragazzo. Era così semplice così tenero, ho deciso di conoscerlo.
Lui aveva 14 anni in più di me, e a me la cosa non dava fastidio. Non ho mai sentito la differenza di età che ci separava, anzi io imparavo da lui e lui da me. Eravamo tutti e 2 nuovi di quell'ambiente.......E così ci siamo conosciuti piano piano. (E leggendo la storia precedente mi sembra un po' la mia vissuta)

Lui era tenero non voleva quasi toccarmi, voleva il mio bene. Sono stato io a fare i primi passi. A portalo da me a casa, dove parlavamo per ore. Stavamo in macchina a parlare per ore ore ed ore intere.
Finché dopo 4 mesi c'è stata la mia prima volta. L'ho fatto con lui e tuttora stiamo insieme. Lo adoro anche se abbiamo 14 anni di differenza, ma io lo amo per come è. Per quello che ha saputo darmi e continua a darmi. Per questo vorrei ribadire che spesso ci sono molti gay adulti che non hanno mai avuto esperienze o quasi che si sentono soli e incompresi, ma che sanno sicuramente dare il loro amore come i ventenni. L'età non conta in queste cose. conta il cuore.

 

 
     
 
 
  
 

 6 risposte dal 30/6/2008, 17:56
 

 

 

Comments