GAY PRIDE

Risposte Voti Statistiche
Il gay pride, in quanto espressione del proprio essere, va tutelato così com'è! 6  [40.00%]
Il gay pride andrebbe cambiato e reso piu serio per evitare ghettizzazione e etichettaggio sociale! 9  [60.00%]
I visitatori non possono votare (totale voti: 15)
 
  

  Gay pride, Questione di urgenza 
 
 « Disc. precedente | Disc. successiva »Notifica nuove risposte | Invia tramite email | Stampa Discussione
 
 
 Survived  Inviato il: 1/6/2008, 18:49 
 

 


Gruppo: Utente
Messaggi: 635


Stato: 


 
 In italia (lettera piccola) il gay pride romano con l'arrivo della nuova amministrazione comunale e nazionale sta subendo notevoli censure!
Su gay.tv sono riportate le varie citazioni politiche e i vari spiacevoli inconvenienti che stanno vivendo gli organizzatori. Prima "si".. poi "ma".. in seguito "non si può"....


Qualunque sia la vostra opinione mai confondere il periodo di censura che stiamo vivendo con le modalità del gay pride!


"I will survive abandonment, I will survive a broken heart, I will survive loneliness"

my blog
www.speakmyvoice.spaces.live.com
 
     
 
 
  
 
 gayproject    Inviato il: 1/6/2008, 19:42 
 
Senior Member


Gruppo: Amministratore
Messaggi: 721


Stato: 


 
 Certamente le modalità organizzative liberamente determinate del Gay pride non vanno confuse con la censura, su questo non c’è dubbio. Tuttavia, nel rispondere al sondaggio in termini secchi (Il gay pride, in quanto espressione del proprio essere, va tutelato così com'è, oppure Il gay pride andrebbe cambiato e reso più serio per evitare ghettizzazione e etichettaggio sociale?) mi riesce piuttosto difficile. Tutto dipende da che cosa si intende per Gay pride, se si tratta di una libera espressione di singoli sarei certamente per la prima scelta perché la liberà individuale può essere limitata solo per ragioni gravissime, se invece il Gay pride è espressione dei Gay come gruppo, beh, allora sarei per la seconda ipotesi, con una perplessità di fondo legata al fatto che a parlare a nome “dei Gay” e non solo a nome proprio dovrebbero essere persone legittimate, ma se si tiene conto che la grande maggioranza dei gay non è dichiarata pubblicamente viene meno anche l’ipotesi di una rappresentanza legittimata. Mi piacerebbe che i Gay si autolimitassero, ipotesi che ha pure una sua relativa praticabilità. Allo stato attuale però, in concreto, mi sembra che sia praticabile solo la prima ipotesi anche per evitare una fioritura di rappresentati auto legittimati.
     
 
 
  
 
 gianeuge  Inviato il: 1/6/2008, 20:04 
 

Senior Member


Gruppo: Utente
Messaggi: 319


Stato: 


 
 Secondo la mia modesta opinione il "GAY PRIDE " dovrebbe essere manifestato 365 giorni all'anno ! Agendo , muovendoci , parlando , sempre e comunque , tenendo presente che siamo e rappresentiamo una bella fetta della popolazione italiana ! Se ci riduciamo a rivendicare la nostra posizione in una sola giornata , corriamo il rischio di essere veramente ghettizzati ! Dovremmo sempre , in tutte le azioni , che facciamo quotidianamente , essere fieri di essere GAY , e non abbassare mai la testa ! ( cerchiamo di essere tutti presenti , anche nella vita reale , come lo siamo tutti i giorni su questo Forum ! ) Un abbraccio a tutti Gianni .
     
 
 
  
 
 gayproject    Inviato il: 1/6/2008, 21:33 
 
Senior Member


Gruppo: Amministratore
Messaggi: 721


Stato: 


 
 Bellissima precisazione, Gianni! Veramente sacrosanta! Condivido al 100%! E aggiungo che pochi minuti fa, parlando con un ragazzo ho provato una soddifazione grandissima, mi ha detto che si sentiva felice di stare in mezzo a noi e anche di un tuo messaggio! Mi sa che siamo veramente un bella famiglia!
     
 
 
  
 
 gianeuge  Inviato il: 1/6/2008, 22:26 
 

Senior Member


Gruppo: Utente
Messaggi: 319


Stato: 


 
 Puoi essere certo , che siamo una gran bella famiglia ! Un abbraccio a tutti . Gianni .
     
 
 
  
 
 marco.naturop  Inviato il: 2/6/2008, 16:42 
 

Advanced Member


Gruppo: Utente
Messaggi: 51


Stato: 


 
 Concordo con Gianni, ogni giorno dovrebbe essere unico ed ogni giorno dovremmo sentirci liberi di comportarci come amiamo comportarci, nessuno dovrebbe "imporre" di vivere in un modo o nell'altro... e allora parliamo di quello che vogliamo, esprimiamo i ns pensieri, manifestiamo i ns dubbi, sorridiamo agli eventi e non guardiamo gli altri con preoccupazione... guardiamo la ns vita immersa nella vita con gli altri... fianco a fianco... non un colore bianco ed un colore nero ma un arcobaleno di colori che si fondono uno nell'altro... 
      
 
 
  
 
 StevenL  Inviato il: 5/6/2008, 14:14 
 
Utente cancellato

 

 

 


 
 Anche io sono d'accordo con voi,tutto l'anno dovrebbe essere GAY PRIDe però sappiamo benissimo che ci troviamo in italia e questo non è possibile.Ci bloccano per un giorno figuriamoci 365 giorni.Beh comunque io ho votato per la prima risposta perchè il Pride è così,strutturato così,è nato così e così deve essere tutelato!
Mi piacerebbe andarci!
   
 
 
  
 
 Figaro87  Inviato il: 18/6/2008, 14:24 
 

Advanced Member


Gruppo: Utente
Messaggi: 53


Stato: 


 
 Condivido il tuo commento, Gianni!!! E' tutti i giorni che dobbiamo cercare di muoverci, di fare tutto ciò che possiamo! 
     
 
 
  
 
 Survived  Inviato il: 18/6/2008, 22:09 
 

 


Gruppo: Utente
Messaggi: 635


Stato: 


 
 Ovviamente condivido anche io ma resta di fatto che il 98% delle persone continuerà sempre a vedere il gay pride come una parodia, e come dare loro torno se ormai è formato solo da pettorali in vista che ballano sculettando, o drag queen che amo con tutto il rispetto ma che credo, con i loro canti e balli, non possano risolvere alcun tipo di problema legato a questo ca*** di paese!


Un orgoglio gay è stanco di vivere in un paese chiuso e medioevale, non ha certo bisogno di radunare milioni di persone per cantare o limonare

quello si fa altrove e mi metto in prima fila per farlo, ma se abbiamo l'opportunità di farci sentire e di avere una ripercussione sociale, sarebbe la buon'ora che questa ripercussione non fosse solo legata ai muscoli addominali


"I will survive abandonment, I will survive a broken heart, I will survive loneliness"

my blog
www.speakmyvoice.spaces.live.com
 
     
 
 
  
 
 StevenL  Inviato il: 9/7/2008, 13:45 
 
Utente cancellato

 

 

 


 
 Survived ti adoro! 
   
 
 
  
 
 jiyu  Inviato il: 17/7/2008, 20:28 
 

Advanced Member


Gruppo: Utente
Messaggi: 81


Stato: 


 
 secondo me il fatto che esista il gay pride è già di per sè una sconfitta.Non solo dobbiamo rivendicare un posto su questa terra,ma ci viene anche reso difficile il tutto,invece di far lo sforzo di capire se quello che chiediamo a senso o meno.
"Giacché l'Arte è la vita,ma su un altro ritmo"
     
 
 
  
 
 Survived  Inviato il: 19/7/2008, 12:30 
 

 


Gruppo: Utente
Messaggi: 635


Stato: 


 
 Mi han fatto notare intelligentemente che la mia posizione è influenzata dai mass media che ci proiettano un'immagine sbagliata del gay pride. Andare ad un gaypride cambierebbe le nostre posizioni a riguardo!


"I will survive abandonment, I will survive a broken heart, I will survive loneliness"

my blog
www.speakmyvoice.spaces.live.com
 
     
 
 
  
 
 Jek70  Inviato il: 25/7/2008, 15:54 
 
Advanced Member


Gruppo: Utente
Messaggi: 149


Stato: 


 
 Per me il gay pride non rappresenta i gay realmente ma non fa altro che alimentare gli stereotipi che la società ci etichetta. Io onestamente non mi ci ritrovo su quella manifestazione. E poi perchè orgoglio gay? Che significa? Una persona deve essere orgogliosa per qualcosa che fa, che gli è riconosciuto, per quello che vale insomma. Ma un gay non ha scelto di esserlo, ci si trova, è una condizione, non se l'he conquistata quella situazione. Sarebbe come dire di essere orgogliosi di avere i capelli biondi o gli occhi azzurri.

Una manifestazione, non da piazza però, ma magari legata ad avvenimenti culturali facendoci vedere agli occhi della società che siamo anche persone per bene, capaci di sentimenti e relazioni sani come tutti gli altri forse allora la cosa verrebbe vista con occhi diversi e meno prevenuti. Allo stato attuale delle cose sembriamo invece una massa di pervertiti e basta. NO! Così non va proprio. E non lo dico per mia opinione personale ma perchè purtroppo da nessun etero conosciuto e non ho sentito parlare bene del gay pride. Quindi alla fine se vuole essere un modo per farci accettare e conoscere per quello che siamo realmente, il risultato che se ne ottiene è l'esatto contrario.
     
 
 
  
 
 Aster_86  Inviato il: 25/7/2008, 16:00 
 

Advanced Member


Gruppo: Utente
Messaggi: 188
Provenienza: Da qualche parte nel NE


Stato: 


 
 CITAZIONEUna persona deve essere orgogliosa per qualcosa che fa, che gli è riconosciuto, per quello che vale insomma. Ma un gay non ha scelto di esserlo, ci si trova, è una condizione, non se l'he conquistata quella situazione. Sarebbe come dire di essere orgogliosi di avere i capelli biondi o gli occhi azzurri.

Penso di aver detto la stessa cosa con parole quasi identiche in un altra discussione. Mi trovi perfettamente d'accordo anche sul fatto che la sfilata del Gay Pride (non "il gay pride", prego) sia al massimo controproducente.
FRATTAGLIE: s. f. pl.; il cervello, il cuore, il fegato, l'anima e tutte le altre interiora.
       
 
 
  
 
 back2back  Inviato il: 25/7/2008, 16:45 
 

Advanced Member


Gruppo: Utente
Messaggi: 80
Provenienza: Padova


Stato: 


 
 Mettiamola così: andare al Gay Pride per come è ora, è un pò farsi il giro per l'ipermercato del gay medio: sesso facile, incontri, chiacchierate e tan'altro in svendita a buon prezzo da tutto il nostro Beneamato Stivale
L'assenso generale e la mancanza di spirito critico non sono compatibili con la democrazia.
     
 
 
  
 

 14 risposte dal 1/6/2008, 18:49
 

Comments