RAPPORTI TRA GAY

RAPPORTI TRA GAY, Rapporti tra gay con diverse visioni dell'essere gay 
 
 « Disc. precedente | Disc. successiva »Notifica nuove risposte | Invia tramite email | Stampa Discussione
 
 
 gayproject    Inviato il: 10/3/2008, 21:29 
 
Senior Member


Gruppo: Amministratore
Messaggi: 721


Stato: 


 
 RAPPORTI TRA GAY

Questa discussione rappresenta la fase successiva a quella rappresentata nella discussione GAY ALLA RICERCA DI UN COMPAGNO http://progettogay.forumfree.net/?t=25001669 .

In questa discussione partiamo dall’ipotesi che un ragazzo gay sia riuscito ad incontrare un altro ragazzo gay e che il reciproco interesse sia autentico, tanto da scongiurare il rischio della “falsa coppia”, diamo anche per ipotesi che entrambi i ragazzi riescano a controllare l’ansia e ad esprimere i propri sentimenti senza ambiguità e senza mitizzazioni. Diamo cioè per scontato che ci siano tutte le ipotesi necessarie per la creazione di una vera coppia gay.

Bisogna tenere conto che ragazzi gay non hanno tutti la stessa idea della vita affettiva e della vita sessuale, sussistono in particolare molte differenze su questioni estremamente importanti come:
a) la fedeltà di coppia
b) il valore da dare alla sessualità all’interno della coppia
c) l’attitudine a vivere in dimensione più i meno privata una relazione gay
d) le fantasie sessuali e la sessualità fisica
Esaminerò le quattro questioni separatamente:

LA FEDELTA’ DI COPPIA
Il concetto di fedeltà è assai variabile. Se la fedeltà è esclusività affettiva e sessuale, possono essere considerati non fedeli:
a) i ragazzi che hanno amicizie importanti al di fuori della coppia, con la consapevolezza del compagno.
b) i ragazzi che hanno amicizie importanti fuori della coppia mantenendo il compagno deliberatamente all’oscuro.
c) i ragazzi che hanno relazioni affettive al di fuori della coppia, con coinvolgimento sessuale unilaterale (normalmente mantenendo il proprio compagno all’oscuro).
d) i ragazzi che hanno contatti fisici limitati (carezze, baci) ma non genitali al di fuori della coppia.
e) i ragazzi che hanno sporadici rapporti sessuali al di fuori della coppia.
f) i ragazzi che hanno normalmente rapporti sessuali al di fuori della coppia.
Avere criteri diversi di giudizio circa la fedeltà di coppia comporta spesso incomprensioni tardive insanabili.

VALORE DELLA SESSUALITA’
Il significato della sessualità all’interno della coppia non è assolutamente univoco. Ci sono ragazzi che ritengono che:
1) la dimensione sessuale sia prevalente, che senza sesso non c’è vita di coppia, che una incompatibilità di tipo sessuale sia dirompente e non possa essere superara e che una separazione della coppia per lunghi periodi sia sostanzialmente distruttiva della coppia stessa, per mancanza della intimità sessuale necessaria. (Quando i due ragazzi si incontrano è scontato che abbiano rapporti sessuali)
2) la sessualità sia utile ma non indispensabile e che, per esempio, periodi di separazione anche di mesi siano tollerabili. (Quando i due ragazzi si incontrano il sesso tra loro è una eventualità non data per scontata che, se non si realizza, non compromette nulla)
Considerare il valore della sessualità nella coppia gay in modo molto diverso costituisce un fattore di instabilità notevole.

SOCIALIZZAZIONE DELLA VITA AFFETTIVA
L’attitudine a socializzare la vita affettiva è quanto mai varia:
1) I ragazzi gay non dichiarati tendono a farne una questione assolutamente privata e segreta, della quale non si parla mai al di fuori della coppia. nel mondo di oggi questa eventualità è molto rara e si verifica in condizioni particolari (matrimonio, coppie creare all’interno di ambienti di lavoro)
2) I ragazzi gay che hanno effettuato un coming out limitato ai loro amici tendono a vivere la loro relazione gay manifestandola a quegli amici di cui si fidano. Quasi tutti i ragazzi gay si comportano così.
3) I gay pubblicamente dichiarati, che sono però una minoranza, tendono a vivere la loro relazione di coppia in una dimensione tipicamente pubblica.
Avere visioni moto diverse della socializzazione della vita gay di coppia può creare incomprensioni profonde.

FANTASIE SESSUALI E SESSUALITA’ FISICA
I ragazzi gay provengono delle più diverse esperienze ed hanno, al momento in cui si affacciano alla vita di coppia, un patrimonio di fantasie erotiche masturbatorie estremamente differenziato, che riflette i percorsi di formazione delle varie sessualità individuali. Possono sussistere forti differenze in termini di:
1) inibizione / disinibizione
2) grado di intraprendenza
3) ripetitività / non ripetitività
4) imitazione di modelli appresi / creatività
5) integrazione tra sessualità e affettività

A tutti gli elementi sopra riportati in genere si fa caso solo a posteriori. Nel caso in cui un ragazzo avverta con il suo compagno dissonanze sostanziali farebbe bene a valutare molto attentamente e razionalmente tutti i rischi della vita gay dei coppia.

 
     
 
 
  
 
 frederic.78  Inviato il: 11/3/2008, 14:20 
 

face your fears, live your dreams


Gruppo: Utente
Messaggi: 227


Stato: 


 
 Sottotitolo personale ... ecco perchè la coppia DavideFederico funziona!!!!!
Stessa idea di fedeltà totale. Coppia chiusa. Ma ampio spazio alle amicizie di coppia ma anche personali, ai propri spazi, ai propri interessi. Dialogo e sincerità assoluta
Stessa idea di sessualità come linguaggio corporeo ad ampio spettro. Sessualità di importanza fondamentale, creatività, mai ripetitività, si alle fantasie e no alla abitudine routinaria.
Stessa idea di socialità. Non sbandierare, viversi nel modo più normale possibile. Ci sono tanti limiti? Se si possono aggirare bene, altrimenti perchè sbattere la testa contro il muro? Gli spazi uno se li deve trovare, coltivare, imparare a gestire ... pure col gioco del provare ma sempre con la massima responsabilità perchè quando si vive in coppia si è in due ... sempre.
In an interstellar burst I am back to save the universe
      
 
 
  
 

 1 risposte dal 10/3/2008, 21:29
 

Comments