LETTERE DI UN PADRE OMOSESSUALE ALLA FIGLIA

Lettera di un padre omosessuale alla figlia, Daniele Scalise 
 
 « Disc. precedente | Disc. successiva »Notifica nuove risposte | Invia tramite email | Stampa Discussione
 
 
 /*/go_deep\*\  Inviato il: 8/1/2009, 01:54 
 

Advanced Member


Gruppo: Utente
Messaggi: 66


Stato: 


 
 Consigliato da un caro amico sposato con figli come me conosciuto una sera qui in chat è di fatto il mio primo libro a tematica che ho comprato dopo la mia accettazione.

Vi quoto la presentazione in copertina:

CITAZIONEPeccatori, colpevoli e sofferenti. Come facevano gli omosessuali nell'Italia bigotta degli anni Sessanta e Settanta? Daniele Scalise lo confida a sua figlia, ormai adulta, in questo libro: "Cercherò di raccontarti chi sono e perché sono così. Cercherò di spiegarti chi sono quelli come me". Una lettera appassionata in cui parla di sé, della propria vita e delle proprie scelte, di come e quando ha scoperto di amare gli uomini, del perché ha scelto di concederselo senza più nascondersi. Sullo sfondo, un paese governato dall'ipocrisia, dominato dalle formalità e incapace di tenere il passo con le svolte epocali che lo investono. La generazione di Scalise ha dovuto lottare per esprimere liberamente la propria sessualità, vincendo i sensi di colpa e l'ossessione del peccato. L'autore è stato testimone dei traguardi raggiunti in trent'anni di battaglie, e in questa lettera ripercorre dal principio i propri passi. Dai primi scontri con i genitori "all'antica" divisi tra affetto e compassione, all'amore per la moglie, e per le donne che gli hanno insegnato a mettersi in discussione. Fino al "coming out" organizzato dalla figlia nella sua classe per spiegare ai compagni che si può essere omosessuali e anche padri. Scalise insegna a non aver paura dei pregiudizi, racconta le mille sfumature della parola famiglia e denuncia senza mezzi termini l'ipocrisia delle istituzioni italiane. E mostra il mondo gay com'era ieri e come è oggi, ancora al centro di dibattiti, sempre in cerca di una banale normalità.

(Pubblicato da Rizzoli, 141 pagine, prezzo 15 Euro)

Buona lettura
 
      
 
 
  
 

 0 risposte dal 8/1/2009, 01:54
 

Comments