QUANDO I TUOI AMICI SONO GAY

QUANDO I TUOI AMICI SONO GAY, a volte non ci si capisce 
 
 « Disc. precedente | Disc. successiva »Notifica nuove risposte | Invia tramite email | Stampa Discussione
 
 
 Emma17    Inviato il: 28/2/2008, 18:54 
 

questa sono io


Gruppo: Utente
Messaggi: 64
Provenienza: Brescia


Stato: 


 
 Da tempo non vedo alcuni miei amici. Fino a qualche mese fa ce ne stavamo insieme a folleggiare, tutti i sabato sera, o a casa di X o a casa di Y.Una volta era una spaghetatta, una volta era la torta, una volta la grigliata..insomma ci si trovava sempre, in compagnia:io, single con opzione uomo a fasi alterne; Anna e Marco; Massimo e Mario. Questi ultimi sono una coppia, convivono ormai da anni. Questo per descrivere, per sommi capi, la situazione. Un bel giorno, vado da Anna a bere il caffè e gli dico che da tempo non li vedo in giro. Anche ai messaggi non hanno mai risposto. Su questo nulla di strano, ma non può essere un caso. Anna mi fulmina, a momenti mi spavento.Ho sempre l'impressione di dire o fare qualcosa di sbagliato e quindi anche li le chiedo " che ho detto? cosa ho fatto" ridendo. Ma lei è seria.
Mi dice: "so anche io che non si fanno vedere. Massimo ci ha provato con Marco" mi risponde secca. A momenti cado dalla sedia per la sorpresa.
"stai scherzando, dai, lo sai come è fatto...prende in giro Marco perchè a volte si veste strano e Massimo dice che gli ricorda un suo amico.." dico ridendo.
Ma lei rimane seria.Mi ricordo le parole e il contesto come se fosse ieri, ed è passato molto tempo.
"no, è vero. Lo sapevo che andava a finire così".dice.
Ok, se avessi un fidanzato che viene preso di mira da una persona che so essere attratta dagli uomini reagirei anche io così...ma sono nostri amici, deve esserci stato uno sbaglio, non è possibile.
Ho tentato allora di contattare loro per capirci qualcosa di più, ma non hanno quasi mai risposto. Una volta sola, un sms. Massimo mi dice che si è sentito strano, giudicato: per sommi capi mi scrive che Marco è un suo amico, e se per una volta è successo che ha fatto la doccia insieme a lui e ha fatto apprezzamenti sul suo fisico, non vuol dire che gli voglia saltare addosso.Non ci ha provato, ha fatto un apprezzamento naturale.Marco però l'ha presa male. E anche se non c'entro niente, han tirato dentro anche me.
"con tutto quello che sto passando" gli dico " pensi che non possa capire le parole che mi scrivi" ? ho risposto io. Ma nulla da fare.
Non ci siamo capiti. Una battuta, un rapporto che sembrava sereno rovinato, loro chiusi a riccio che ci accusano di essere stati giudicati. Perhcè, che senso ha chiudersi? So che la situazione non è delle più facili,il paese è piccolo, la gente mormora...ma non siamo tutti uguali.A che serve tagliarci fuori da tutto così, solo per un fatto personale, una battuta? Giudicati, poi...di cosa?

Io non li ho più sentiti, ma reputo infantile un comportamento simile. Tanto quello di Marco, quanto il loro. Non era più facile prendersi e parlare?

Scusate la confusione, ma ho cercato di riportare una faccenda lunga mesi in poche righe, e la mia confusione è ancora tanta...

Modificato da gayproject - 29/2/2008, 13:22
      
 
 
  
 
 gayproject    Inviato il: 28/2/2008, 19:40 
 
Senior Member


Gruppo: Amministratore
Messaggi: 721


Stato: 


 
 Carissima,
la storia che racconti mi fa riflettere. La faccenda della doccia insieme di un gay e di un etero l’ho sentita diversi anni fa, ma senza gli “apprezzamenti”, e mi è stata riferita dal ragazzo etero che l’aveva effettivamente considerata una cosa un po’ al limite e aveva conservato netta memoria del fatto perché il suo amico gay era andato in erezione durante la doccia. Il ragazzo etero al quale mi riferisco non ha minimamente pensato di tagliare i ponti per questo con il ragazzo gay. Certo ha evitato di rimettersi in situazioni simili, ma niente di più. Aggiungo che il giorno del matrimonio del ragazzo etero, il ragazzo gay era presente e si sono abbracciati in un modo bellissimo sotto gli occhi della moglie che sapeva che l’amico del marito era gay perché era un ragazzo gay pubblicamente dichiarato. La storia che tu racconti e tendi a leggere come una fuga di un ragazzo gay di fonte a una incomprensione, in realtà è tutta giocata su una radicale imprudenza sia da una parte che dall’altra. Che un ragazzo gay accetti di fare la doccia insieme con l’amico etero è una cosa azzardata ma per nulla strana, che lo accetti un ragazzo etero che ha comunque dei pregiudizi è decisamente più strano. Riferire poi il fatto alla ragazza significa non voler capire che si è corresponsabili della imprudenza commessa. Situazioni di imbarazzo sono talvolta vissute dagli sportivi etero che si trovano nello spogliatoio o nelle docce con dei gay dichiarati, ma i gay ci sono e quelli non dichiarati sono molti di più di quelli dichiarati pubblicamente, quindi fare storie per non avere il gay dichiarato in palestra o nelle docce significa filtrare il moscerino e ingoiare l’elefante. Al termine del tuo intervento ti chiedi che senso ha chiudersi... beh si capisce che per conciliare i punti di vista gay e etero su faccende delicate come queste c’è ancora molta strada da percorrere.
 
     
 
 
  
 
 frederic.78  Inviato il: 29/2/2008, 10:47 
 

face your fears, live your dreams


Gruppo: Utente
Messaggi: 227


Stato: 


 
 L'errore è stato che i due amici non si chiarissero fin dal principio tra loro .. è inutile e solo deleterio poi chiamare in causa terzi ... soprattutto perchè poi uno rischia di ascoltare o credere ad una sola campana ... gli errori, i fraintendimenti si creano in due ... non sono mai di una sola esclusiva parte ... certo se un etero accetta di fare la doccia con un suo amico gay e si offende per un apprezzamento fisico ... mi chiedo ma se fosse stata una ragzza a farglielo si sarebbe sentito offeso o lusingato? La domanda forse sta anche solo qui .. ma già io sto facendo uno sbagliato ragionamento di parte ....
In an interstellar burst I am back to save the universe
      
 
 
  
 
 Emma17  Inviato il: 29/2/2008, 11:20 
 

questa sono io


Gruppo: Utente
Messaggi: 64
Provenienza: Brescia


Stato: 


 
 Mah.sai, nel rileggere il tuo intervento, project, mi sono sorti mille dubbi. Mi è balenato in testa pure a me di sta faccenda della doccia, mi sono chiesta come sono andati a finire lì, ma sai nella faccenda non sono voluta andare oltre.Hai sempre paura di ferire qualcuno, in un verso o nell'altro.Se avessi chiesto ulteriori spiegazioni ad Anna mi avrebbe dato una versione, Massimo un altra, se fossi andata a cercare una volta di più uno o l'altro avrei compromesso l'amicizia..oddio è successo comunque.La mia idea è che a volte si è già prevenuti in partenza, nonostante l'affetto che ti lega alle persona.Massimo è una persona discreta e so che i suoi apprezzamenti saranno stati sicuramente entro determinati limiti, ma ripeto non so nulla di più specifico e qui farei solo teoria.Mi fa un pò male ancora pensare a questa cosa. Chissà quanti sbagli, inconsapevolmente, ho fatto anche io. Mah. Comunque ieri sera, quando me ne sono andata a casa, ho provato dopo mesi a sentire qualcuno di loro..ancora nulla. Boh.
      
 
 
  
 
 Survived  Inviato il: 29/2/2008, 15:15 
 

 


Gruppo: Utente
Messaggi: 635


Stato: 


 
 crazy metter
"I will survive abandonment, I will survive a broken heart, I will survive loneliness"

my blog
www.speakmyvoice.spaces.live.com
 
     
 
 
  
 
 proyou  Inviato il: 1/3/2008, 22:15 
 

Advanced Member


Gruppo: Utente
Messaggi: 137
Provenienza: FIRENZE


Stato: 


 
 Se un tuo amico si dice offeso per un complimento fatto da te sapendo che sei gay e con cui ha accettato di fare la doccia insieme  allora semplicemente tu credevi che fosse un tuo amico. E poi come dice Federico le cose prima si devono se non risolvere almeno chiarire tra le parti in causa prima di metterci in mezzo degli altri  !
 
     
 
 
  
 
 gayproject  Inviato il: 2/3/2008, 00:08 
 
Senior Member


Gruppo: Amministratore
Messaggi: 721


Stato: 


 
 Condivido.  O non dai confidenza al tuo amico gay  , cosa possibilissima, oppure, se gli dai confidenza fino al punto di accettare di fare la doccia con lui  devi accettare anche i possibili rischi  , tanto più che quello che è accaduto era nell'ambto delle cose prevedibili. Quanto poi ad allargare la questione  ... beh è di pessimo gusto  .
     
 
 
  
 
 Asimo  Inviato il: 19/5/2008, 23:42 
 

Advanced Member


Gruppo: Utente
Messaggi: 57


Stato: 


 
 sono completamente in accordo con te, proyou! 
     
 
 
  
 

 7 risposte dal 28/2/2008, 18:54
 

Comments