BUGIE

BUGIE, Bene o Male? 
 
 « Disc. precedente | Disc. successiva »Notifica nuove risposte | Invia tramite email | Stampa Discussione
 
 
 Emma17    Inviato il: 7/3/2008, 18:53 
 

questa sono io


Gruppo: Utente
Messaggi: 64
Provenienza: Brescia


Stato: 


 
 Ero indecisa riguardo la collocazione di questo intervento.Ma penso che qualsiasi collocazione possa andare, visto che la tematica è universale ed indipendente da ciò che una persona fa dentro e fuori le mura domestiche.
Leggo , emi provoca sincera tristezza, la questione di Gig73, ed è da qui che parte la mia riflessione.Sulle bugie.E in questo caso la "bugia" non è cosa da poco.
Ho vissuto sulla mia pelle cosa significa, da donna, pensare che la persona che ami è omosessuale, o, meglio ancora, è attratto da un'altra persona (perchè qui etero o gay c'entra fino ad un certo punto). Adesso io non me la sento e non voglio approfondire un discorso che già è stato intrapreso in altra sede, semplicemente vorrei dire che la verità, anche se fa male, paga sempre. Non è un fiorellino tra i capelli (cioè non è cosa leggera) ma va affrontato con coerenza e rispetto.
Mi sono sentita dire delle esperienze omosessuali di quello che è ora un "ex" forse con troppa franchezza, ma lo ringrazio tutt'ora, perchè nonostante la sofferenza provata, mi ha aiutato a prendere una direzione, a comprendere tante cose riguardo me stessa e a lui.
Sapere che c'è un'altra persona non è bello e facile da accettare.Personalmente ho pensato a qualsiasi cosa, in quel momento, sono passata dal crocerossinaggio, per così dire, ad ignorare la persona. No, le cose vanno affrontate, ponendosi delle domande. Ti devi chiedere se te la senti di accettare la bugia o vuoi la verità, cercare di pensare a come sarà la tua vita se accetti queste cose, se ti va di partecipare a questa bugia o pensare a te stesso.
Non è menefreghismo, neppure leggerezza: si tratta di salvare sè stessi da situazioni che per quanto possano sembrare belle sono tutt'altro che sane, perchè alla fine si fa i conti con sè stessi, e non importa se l'altro soffre di più o meno, in quel momento sei tu che stai male come un cane e "mal comune mezzo gaudio" non è una frase che tiene!!!!
La bugia può servire, in alcuni casi. Ma fa sempre male, sempre, specialmente a chi la subisce, pur con tutto il bene del mondo.
Sono stata tradita tante volte, ed ho tradito.Ed in entrambi i casi, con le dovute cautele, ho cercato di essere sincera, perchè inevitabilemente tutti i nodi vengono al pettine, ed è peggio quando arrivano "dopo". Non sono una fanatica della sincerità a tutti i costi ma quando c'è di mezzo un'altra persona, beh qui non si scherza con i sentimenti, l'affetto, l'amore e bisogna essere concreti e coerenti. E immedesimarsi nell'altra persona pensando a noi stessi.Voi cosa ne pensate?mi piacerebbe avere altri punti di vista, perchè solo così una persona può crescere e migliorare.
Barbara
 
      
 
 
  
 
 [.LobselVith.]  Inviato il: 7/3/2008, 19:03 
 

Junior Member


Gruppo: Utente
Messaggi: 7


Stato: 


 
 Il confronto è la base di una crescita personale, su questo sono d'accordo. Comunque, per quanto riguarda il discorso che tu hai fatto vorrei dire la mia precisando alcune cose: per prima cosa, da quello che ho capito, un tuo ex ti ha detto di essere omosessuale, e già è uno shock, seconda cosa tu hai detto che non è "Un fiore fra i capelli" essere sinceri, ed è proprio questo quello che penso, voglio dire, ti sembra facile essere sinceri con gli altri? Con chi ti sta vicino? Addirittura con se stessi se parliamo di tematiche così delicate come l'omosessualità? La verità, per quanto apparentemente semplice (una volta esplicata) è in realtà durissima sia da dire che da sentire (certo, poi in base all'argomento in discussione) ma qui si parla di gusti sessuali ed è dura da mandar giù.
     
 
 
  
 
 Emma17  Inviato il: 7/3/2008, 19:20 
 

questa sono io


Gruppo: Utente
Messaggi: 64
Provenienza: Brescia


Stato: 


 
 Non dico che la verità sia facile da ascoltare, chiedere e dare, perchè non lo è: ma per il rispetto che porti a te stesso e alla persona che ami, o per la quale provi comunque molto affetto, è una cosa dovuta...indipendentemente che la tematica sia un "gusto"sessuale o meno.Qui possono entrare in campo tante cose...
Ciao! Barbara
      
 
 
  
 
 [.LobselVith.]  Inviato il: 7/3/2008, 19:49 
 

Junior Member


Gruppo: Utente
Messaggi: 7


Stato: 


 
 Ecco appunto: "Tante cose". Magari, seppur gli vuoi bene, non c'è quel grado di confidenza adatto o semplicemente non c'è una consapevolezza che la persona con cui ci stiamo per rivolgere sia pronta a sapere quel che vogliamo dire. Porto un esempio personale: io ho due migliori amici, uno sa di me, l'altra no. Cosa vuol dire? Semplice, una dei due è di mentalità un attimo più chiusa (anche se è sbagliato dire così poiché è apertissima) ma a mio avviso non è "pronta" per svariati motivi che non vengo a riportare qui. Ciò non vuol dire che amo più l'uno che l'altra o viceversa. Bisogna vedere la situazione, non si può parlare così, in generale...
     
 
 
  
 
 Emma17  Inviato il: 8/3/2008, 12:11 
 

questa sono io


Gruppo: Utente
Messaggi: 64
Provenienza: Brescia


Stato: 


 
 Effettivamente, mi dovrei soffermare sul quel "tante cose". Quello che mi hai detto è vero, non tutti sono pronti per ascoltare, e questo indipendententemente dall'affetto che provi per queste persone...
      
 
 
  
 
 Survived  Inviato il: 8/3/2008, 15:53 
 

 


Gruppo: Utente
Messaggi: 635


Stato: 


 
 Giorgia dice sante parole:

La verità è una grande illusione
E né io né tu e né io né tu
E né io né tu ci capiremo di più
E' scritto tutto in cielo
Nelle stelle ormai


"I will survive abandonment, I will survive a broken heart, I will survive loneliness"

my blog
www.speakmyvoice.spaces.live.com
 
     
 
 
  
 

 5 risposte dal 7/3/2008, 18:53
 

Comments