PIUME DI STRUZZO

Piume di struzzo 
 
 « Disc. precedente | Disc. successiva »Notifica nuove risposte | Invia tramite email | Stampa Discussione
 
 
 *eni*  Inviato il: 24/8/2008, 00:27 
 

Advanced Member


Gruppo: Utente
Messaggi: 37


Stato: 


 
 Dopo tanti titoli di spessore (o quasi) perché non qualcosa di quasi-esclusivamente divertente?

Io l'ho visto un po di volte e mi ha sempre divertito molto.

Per chi non l'ha mai visto la trama (presa da yahoo) è questa:

CITAZIONEA South Beach in Florida il ménage di Albert con Armand Goldman è perfetto: omosessuali entrambi, i due convivono da un ventennio; vanno d'accordo e gestiscono un frequentatissimo locale per travestiti (il Birdcage), dove Albert, nel ruolo di Starina, si esibisce con successo. Però ha un figlio (Val, normalissimo e simpatico) e guai si profilano all'orizzonte il giorno in cui il giovane, innamoratosi di Barbara, la figlia del rigido senatore Keely, manifesta la volontà di convolare a nozze. La madre naturale di Val esiste, ma da Armand è separata da venti anni, per cui il giovane considera come "mamma" il compagno di papà. Tanto per complicare le cose, la fidanzata spaccia la famiglia dell'amato bene come appartenente addirittura al mondo diplomatico. Il senatore, un repubblicano dai più fieri costumi e ultraconservatore, vede nel fatto qualcosa di utile per le proprie ambizioni politiche e di "status". Con l'aiuto di Agador, l'eccentrico cameriere di Armand ed Albert avviene l'incontro tra i quattro prossimi consuoceri: Albert cui, conduce il gioco con brio, elegantemente abbigliata in vesti femminili, tanto da affascinare l'ostico parlamentare. Finché, altrettanto inattesa, arriva in scena al momento del pranzo la vera mamma di Val. Ma questi affronta, da maturo giovane dei tempi attuali, ogni imbarazzo, dichiarando che per lui la vera madre è Albert e tale rimane.

Mio consiglio, per chi ci riesce ovviamente, e di ascoltarlo in lingua originale perché rende ancora meglio. (The birdcage)
Un film che si ispira all'opera La Cage Aux Folles e di cui c'è la versione italiana del 1978 "Il vizietto".

Quest'ultimo sinceramente non l'ho trovato ne interessante ne divertente.
Mi ha da subito fatto entrare nella classica atmosfera di pregiudizi e luoghi comuni.
Trovo la versione americana decisamente più naturale e gioiosa.

A parte una leggera femminilità direi che Armand si avvina di più agli utenti di questo forum...
Albert è molto divertente ma impersona il trans ad hoc, così come quasi tutti i personaggi che girano intorno a quella famiglia.

Qualcuno che ha voglia di commentare?

ps.
sarà l'ora ma ammetto che ho scritto questo topic da cani!
sembra un telegramma...ma ora non riesco a fare di meglio, non me ne vogliate 
     
 
 
  
 

 0 risposte dal 24/8/2008, 00:27
 

Comments