GAY CONTRO(PPA) NATURA

Gay contro(ppa) natura, Leggete 
 
 « Disc. precedente | Disc. successiva »Notifica nuove risposte | Invia tramite email | Stampa Discussione
 
 
 Survived  Inviato il: 5/2/2008, 22:03 
 

 


Gruppo: Utente
Messaggi: 635


Stato: 


 
 Ho scritto un breve saggio sul tema e sono contento ed ansioso di farvelo leggere.

Ci tengo perchè è il perno centrale del mio pensiero!

 

http://speakmyvoice.spaces.live.com/blog/c...A!973.entry


http://speakmyvoice.spaces.live.com/


"I will survive abandonment, I will survive a broken heart, I will survive loneliness"

my blog
www.speakmyvoice.spaces.live.com
 
     
 
 
  
 
 Aster_86  Inviato il: 5/2/2008, 22:31 
 

Advanced Member


Gruppo: Utente
Messaggi: 188
Provenienza: Da qualche parte nel NE


Stato: 


 
 Bravo Survived! Allora dico la mia, da naturalista.

La natura non può fare cose contronatura.


Fa parte dell'arroganza della nostra specie pensare di essere un'eccezione nell'universo. Ma non è così, contro la natura non si va, perché essa è governata da leggi che non possiamo e mai potremo cambiare. Un certo numero di persone sono gay, o almeno dicono di esserlo, questo è chiaro a tutti. Ma perché? Perché così dev'essere, perché avere un certo nuemro di gay è stato, in qualche misura, un vantaggio sul non averli. In accordo con le leggi della natura, che se ne fraga delle opinioni del Papa o dei gay stessi. Se essere gay (o, meglio, avere parenti gay) non fosse stato, entro una certa quota, un vantaggio, ora di gay non ce ne sarebbero più o quasi più, perché così funziona.

PS: Molti sottolineano che ci sono anche animali omosessuali, indicando in ciò la "prova" della naturalità del comportamento omosessuale. È vero, ma è inconsistente: visto che l'uomo è già di per sé un animale, basta il suo esempio a poter dire che questo comportamento esiste, ossia, è naturale.

Modificato da Aster_86 - 5/2/2008, 22:37
FRATTAGLIE: s. f. pl.; il cervello, il cuore, il fegato, l'anima e tutte le altre interiora.
       
 
 
  
 
 Survived  Inviato il: 5/2/2008, 22:34 
 

 


Gruppo: Utente
Messaggi: 635


Stato: 


 
 Sillogismo non solo giusto ma anche vero!
"I will survive abandonment, I will survive a broken heart, I will survive loneliness"

my blog
www.speakmyvoice.spaces.live.com
 
     
 
 
  
 
 Aster_86  Inviato il: 5/2/2008, 22:47 
 

Advanced Member


Gruppo: Utente
Messaggi: 188
Provenienza: Da qualche parte nel NE


Stato: 


 
 Aggiungo che non può per motivi che si riconducono alla stessa fisica e alla matematica, non c'è nulla di filosofico o spirituale in quello che scrivo. Leggere un testo, anche divulgativo, ma serio, sull'evoluzione farebbe molto bene, non solo per questo.
FRATTAGLIE: s. f. pl.; il cervello, il cuore, il fegato, l'anima e tutte le altre interiora.
       
 
 
  
 
 Survived    Inviato il: 5/2/2008, 23:18 
 

 


Gruppo: Utente
Messaggi: 635


Stato: 


 
 Ah il mio caro Galileo rivive anche attraverso te, grazie
"I will survive abandonment, I will survive a broken heart, I will survive loneliness"

my blog
www.speakmyvoice.spaces.live.com
 
     
 
 
  
 
 StevenL  Inviato il: 6/2/2008, 11:37 
 
Utente cancellato

 

 

 


 
 Beh volevo dire che il concetto di "natura" è lo stesso di "normale". Quando una persona dice "sono come natura mi ha fatto" oppure "sei contro natura" è lo stesso che dire"sono normale" "tu non sei normale" ma che significa essere come la natura vuole? Che significa essere normale? E' forse la normalità tutto ciò che la maggior parte delle persone fa? E' forse contro natura tutto ciò che la minor parte fa? Credo che questi concetti debbano trovare una maggiore chiarezza non tanto morfologica quanto semantica e cercare di allargare il termine non che il significato di "natura e contro natura" "normale e non normale". Molte sono le persone che definiscono contro natura coloro che sono diversi da sè (un etero dice che un gay è contro natura) da ciò consegue che la propria situazione sia nella norma (ovvero sia normale) e gli altri diversi perchè contro norma e quindi non normali (un etero chiama diverso un gay perchè non è come lui). Detto ciò (che non è niente di nuovo ma solo cose scontate) posso concludere che ognuno in quanto essere vivente e individuo pensante deve entrare nell'ottica che nessuno è diverso ne tanto meno contro natura ma semplicemente "individuo a se" e che non deve essere giudicato solo per i suoi orientamenti divesi dai nostri ma dobbiamo capire che siamo tutti uguali!!!
   
   
 
 
  
 
 lokiluk  Inviato il: 12/2/2008, 17:43 
 

Un angelo cozza contro un boeing e cade...


Gruppo: Utente
Messaggi: 68
Provenienza: Genova


Stato: 


 
 Innanzitutto quoto StevenL che ha inserito nel discorso il concetto importante di "normalità"
Cosa signifca essere normali? Se al mondo siamo tutti unici e diversi, accomunati forse da qualche caratteristica comune, la normalità è questa. Nessuno è perfetto, ognuno di noi ha un difetto o qualcosa che ci rende diversi... Ed in questo stala normalità.

Quoto anche le teorie naturaliste di Aster. Effettivamente la natura prevede le sue eccezioni che in se sono naturali, e non sono molto diffuse in quanto, seguendo il filo logico della conservazione della specie si tende comunque a far nascere più soggetti etero che gay... 

Ora passiamo a come la vedo io, specificando che quanto affermato sopra da Aster e StevenL non è affatto negato dalla mia tesi...
Perchè?!?!? Ecco... ci sarà o no un motivo per il quale queste eccezioni ci sono, o no???

Cosa ha di più un omosessuale rispetto ad un etero?
Precedentemente ho descritto da qualche parte il pensiero del mio migliore amico su Gay e Lesbiche.
Schematizziamo:

I Gay hanno: la sensibilità delle donne
l'umanità dell'uomo
Le Lesbiche (magari mi sbaglio, non vorrei rischiare il linciaggio  ): la stupidità degli uomini
la cattiveria delle donne

Ovviamente parlando di natura, non si escludono eccezioni...
Prendiamo il tipico gay sensibile e umano... Nella storia dell'uomo ne possiamo annoverare tanti... partendo dal poeta Catullo, approdando a Cesare, scorrendo nel tempo da Leonardo Da Vinci, Raffaello Sanzio e, in epoche più recenti, Oscar Wilde e molti altri, tra artisti, musicisti, scienziati e leaders...
Ecco il compito inplicito che l'universo ha dato al mondo gaio
Ai gay il progresso, la promulgazione di esso... Agli etero il compito di portare avanti la specie e procreare simili tra cui, a volte, anche noi


Eu não me curo de o que são… Eu sei não ao nuocere ao mundo…
"Non mi curo di quello che sono... So di non nuocere al mondo..."
      
 
 
  
 
 StevenL  Inviato il: 12/2/2008, 19:08 
 
Utente cancellato

 

 

 


 
 Il termine "normalità" ha valore di estistenza perchè si contrappone "diversità"...credo che questi due termini debbano essere applicati ad altre cose che possono essere più normali che diverse e viceversa, ma non a persone e/o gay...Nessuno ha più dell'altro,siamo stati creati da un Unico Dio a Sua Immagine e Somiglianza ed è per questo che esiste la frase "siamo tutti uguali" perchè appunto veniamo da uno stesso Padre...nessuno ha da affrire di più dell'altro perchè se iniziamo a dire cosa ha un gay che un etero non ha o un etero che una lesbica non ha allora non arriviamo da nessuna parte. Il progresso è da aggiudicare a tutti gli uomini e non solo ai gay perchè il progresso di una civiltà porta alla sua infinita riproduzione e sviluppo (basti pensare ai primi uomini...e noi che siamo figlio del loro progresso)...sono concorde sul concetto di procreazione (vista dal punto di vista naturale: uomo+donna+sesso=prole) ma non sul fatto di avere il compito di portare avanti la specie perchè anche due gay che possono adottare un bambino possono portare avanti la specie con gli stessi valori e principi degli etero.
   
 
 
  
 
 proyou  Inviato il: 12/2/2008, 19:37 
 

Advanced Member


Gruppo: Utente
Messaggi: 137
Provenienza: FIRENZE


Stato: 


 
 Io non credo che tutte le lesbiche siano cattive e stupide!  Certo non ne conosco nessuna. Ma d'altronde non penso neppure che tutti i gay siano sensibili e umani!  Insomma sono dell'idea che siamo uno diverso dall'altro sia gay che lesbiche che etero!  E comunque ci sono tanti etero che hanno fatto grandi cose e sicuramente tanti gay che non hanno fatto proprio un bel niente! Ma è una mia idea.
 
     
 
 
  
 
 Aster_86    Inviato il: 12/2/2008, 20:08 
 

Advanced Member


Gruppo: Utente
Messaggi: 188
Provenienza: Da qualche parte nel NE


Stato: 


 
 Io ne conosco una ed è cattiva e stupida, ma penso proprio che faccia caso a parte!
FRATTAGLIE: s. f. pl.; il cervello, il cuore, il fegato, l'anima e tutte le altre interiora.
       
 
 
  
 
 frederic.78  Inviato il: 12/2/2008, 21:21 
 

face your fears, live your dreams


Gruppo: Utente
Messaggi: 227


Stato: 


 
 Io conosco molti gay stupidi e cattivi e pure vigliacchi ... non conosco neppure una lesbica ma sono convinto che ci siano ragazze in gamba così come ragazze stupide ... siamo solo ragazzi, persone non diamoci etichette ... se qualche lesbica in cerca di amicizia o confronto leggesse certe affermazioni come pensate potrebbero sentirsi?
In an interstellar burst I am back to save the universe
      
 
 
  
 
 Aster_86  Inviato il: 12/2/2008, 23:05 
 

Advanced Member


Gruppo: Utente
Messaggi: 188
Provenienza: Da qualche parte nel NE


Stato: 


 
 Sì, infatti, sono pregiudizi gratuiti! Da noi poi, gay!
FRATTAGLIE: s. f. pl.; il cervello, il cuore, il fegato, l'anima e tutte le altre interiora.
       
 
 
  
 
 gayproject    Inviato il: 12/2/2008, 23:33 
 
Senior Member


Gruppo: Amministratore
Messaggi: 721


Stato: 


 
 Lokiluk ha alzato un bel polverone... aveva paura di essere linciato e c’è andato molto vicino perché, anche riportando un pensiero non suo, ha detto sulle lesbiche cose assolutamente folli. Quell’amico di Lokiluk doveva avere qualche grosso pregiudizio. Chiedo scusa alle lesbiche che ci leggono e vi invito a considerare chiusa la questione
     
 
 
  
 

 12 risposte dal 5/2/2008, 22:03
 

Comments