CHE COSA E' LA VITA GAY

CHE COSA E' LA VITA GAY, La vita gay e uoi contenuti più tipici, sogno o reltà? 
 
 « Disc. precedente | Disc. successiva »Notifica nuove risposte | Invia tramite email | Stampa Discussione
 
 
 gayproject  Inviato il: 18/1/2008, 17:55 
 
Senior Member


Gruppo: Amministratore
Messaggi: 721


Stato: 


 
 Ho intitolato questa sezione del forum VITA GAY. Mi piacerebbe, e piacerebbe a moltissimi di noi, direi a tutti, conoscere il parere degli altri ed esprimere il proprio a proposito della via gay, capire quale sia il modello di vita gay che rappresenta per gli altri un obiettivo da raggiungere.

Le domande che mi pongo spesso in proposito, anche in relazione alle conversazioni in chat, sono parecchie:

1) Esiste un modello condiviso, o almeno prevalente, di vita gay?

2) Se questo modello esiste è una pura utopia o rappresenta un’ipotesi, in una certa percentuale di casi almeno, realistica? Il che equivale a chiedersi se la vita gay è solo una proiezione fantastica o più diventare una realtà.

3) Quali sono i contenuti di questo archetipo di vita gay? Che ruolo vi assume l’effettività? Che ruolo la sessualità? Ma anche, quanto incidono sulla vita gay i condizionamenti esterni come l’ambiente familiare e sociale e le condizioni economiche.

4) Che cosa si può fare “in concreto” per cercare di realizzare quel modello di vita gay?

Personalmente, ieri sera ho avuto l’insperata fortuna di ricevere una bellissima mail con in allegato la storia di due ragazzi gay. Ho pubblicato la mail e la storia in un post del blog Progetto Gay Federico ama Davide . In questo post si trova sintetizzato il mio concetto di vita gay e la conclusione positiva della storia di Davide e Federico mi rafforza nella convinzione che il modello di vita gay da loro incarnato non è un parto della fantasia ma, come nel loro caso, può dare pienezza di senso e di valore alla vita di due ragazzi.

Ecco, io ho detto la mia. Se volete, dite il vostro parere. Grazie!
     
 
 
  
 
 Survived  Inviato il: 20/1/2008, 00:21 
 

 


Gruppo: Utente
Messaggi: 635


Stato: 


 
 E' una storia stupenda quell'e mail! E la rende stupenda il fatto che sia vera! Sembra quasi la trama di un film americano eppure la vita è anche questa! Mi ha riempito di gioia sapere che ci sono due ragazzi con un vissuto del genere alle spalle.

Per quanto riguarda il modello di vita gay io ne ho incontrati tre fin'ora.
Quello nascosto, alla ricerca dell'intimità.
Quello esibizionista e esplicito (ho paura di caderci a fitto:P)
Quello che sembra essere nascosto dalla quotidianità ma poi si ghettizza in luoghi dove poter sperimentare l'apertura mentale e non solo.
"I will survive abandonment, I will survive a broken heart, I will survive loneliness"

my blog
www.speakmyvoice.spaces.live.com
 
     
 
 
  
 
 Aster_86  Inviato il: 20/1/2008, 13:18 
 

Advanced Member


Gruppo: Utente
Messaggi: 188
Provenienza: Da qualche parte nel NE


Stato: 


 
 Mi chiedo se veramente le vie possibili siano queste tre o se è un'incasellamento. Insomma, come sarebbe stata la vita di Federico e Davide se i genitori e gli "amici" fossero stati più aperti?

Survived, ti dedico la citazione nella firma, tra le mie preferite di tu-sai-chi!
FRATTAGLIE: s. f. pl.; il cervello, il cuore, il fegato, l'anima e tutte le altre interiora.
       
 
 
  
 
 frederic.78  Inviato il: 20/1/2008, 22:15 
 

face your fears, live your dreams


Gruppo: Utente
Messaggi: 227


Stato: 


 
 Bhè Aster ti dirò se gli amici non ci avessero rifiutati e le nostre famiglie ci avessero non dico accettati ma almeno provato ad ascoltare, probabilmente per noi le cose sarebbero state molto più facili, il che non implica la valenza di migliori. Nel senso che il dover affrontare, nel momento in cui muovi i tuoi primi passi nella difficile impresa di costruzione di una coppia, tante difficoltà e rifiuti di come tu ti vedi e la mancanza di leggittimazione sociale sono penso le prime spinte distruttive che possono portare due ragazzi a fallire la loro opera. Dicevo prima non migliori, perchè per me e il mio amico sono in realtà stati l aprima conferma che volevamo seriamente impegnarci l'uno con l'altro e questo ci ha dato molta motivazione interiore ed è stata la prima spinta a dare fiducia nell'altro.

In an interstellar burst I am back to save the universe
      
 
 
  
 
 Survived  Inviato il: 21/1/2008, 22:22 
 

 


Gruppo: Utente
Messaggi: 635


Stato: 


 
 Ma come si fa a parlare di aiuto se piu che una famiglia la mia mi sembra un direttorio. Il tutto mi spinge ad essere sempre piu pronto a tutto.
"I will survive abandonment, I will survive a broken heart, I will survive loneliness"

my blog
www.speakmyvoice.spaces.live.com
 
     
 
 
  
 
 frederic.78  Inviato il: 21/1/2008, 22:26 
 

face your fears, live your dreams


Gruppo: Utente
Messaggi: 227


Stato: 


 
 Bhè essere pronti a tutto va anche bene, dipende da che tutto ... o no?
In an interstellar burst I am back to save the universe
      
 
 
  
 
 Survived  Inviato il: 22/1/2008, 15:23 
 

 


Gruppo: Utente
Messaggi: 635


Stato: 


 
 La cosa piu difficile è saper mantenere una razionalità interiore. Dovremmo elevarci tutti come veri filosofi per capire che se le cose cambiano attorno a noi dobbiamo comunque cercare di mantenerci sempre "noi stessi". Sarà forse l'eta, so solo che questo processo mentale mi sta iniziando a pesare.
"I will survive abandonment, I will survive a broken heart, I will survive loneliness"

my blog
www.speakmyvoice.spaces.live.com
 
     
 
 
  
 
 lokiluk  Inviato il: 23/1/2008, 19:50 
 

Un angelo cozza contro un boeing e cade...


Gruppo: Utente
Messaggi: 68
Provenienza: Genova


Stato: 


 
 Io, più che di modello parlerei di stereotipi.
Esistono vari stereotipi di vita gay e sono tanti, come le sfumature dei colori perchè ognuno ha sempre un suo personale approccio alla vita.
Certo molti hanno dei punti in comune come coloro che non essendo dichiarati cercano qualcosa di discreto, una alcova di intimità. Però anche in questo caso ognuno ha il suo perchè ed il suo approccio personale.

Modelli da seguire? Nessuno in particolare per quanto mi riguarda... Io preferisco essere sempre me stesso. Poi, come mi viene mi viene... Certe situazioni della vita posso pensare di affrontarle in modo diverso da come pensano gli altri.
Eu não me curo de o que são… Eu sei não ao nuocere ao mundo…
"Non mi curo di quello che sono... So di non nuocere al mondo..."
      
 
 
  
 
 Survived  Inviato il: 23/1/2008, 21:56 
 

 


Gruppo: Utente
Messaggi: 635


Stato: 


 
 La mente umana è portata a schedare tutto. Ma in realtà di gay, etero, bisessuali ce ne sono di milioni di tipi diversi, dovremmo capire che siamo un tutt'uno, magari si potesse!!!!
"I will survive abandonment, I will survive a broken heart, I will survive loneliness"

my blog
www.speakmyvoice.spaces.live.com
 
     
 
 
  
 
 Aster_86  Inviato il: 25/1/2008, 20:13 
 

Advanced Member


Gruppo: Utente
Messaggi: 188
Provenienza: Da qualche parte nel NE


Stato: 


 
 Sì, dovremmo capire che siamo un tutt'uno. La stessa dicotomia gay/etero cui certi sono così affezionati è abbastanza assurda, natura non facit saltus, qualcuno ha detto. Se si risponde all'omofobia con l' "etrofobia" non si va da nessuna parte, per cui, come dice il mio amico Ritter, che io scherzosamente chiamo "la mia icona gay", la chiave per trovare la serenità in questo campo (magari fossero tutti qua i problemi) è, secondo me, l'esperimento di normalità. Perché il gay-mito che si vede alla TV non è meno pericoloso del vecchietto col cappello a punta che troppo spesso ci fa da capro espiatorio.
FRATTAGLIE: s. f. pl.; il cervello, il cuore, il fegato, l'anima e tutte le altre interiora.
       
 
 
  
 
 Survived  Inviato il: 25/1/2008, 23:15 
 

 


Gruppo: Utente
Messaggi: 635


Stato: 


 
 Magari ci fossero gay miti in tv, ci sono solo gay che sgallettano ed inciammpano ai gradini.
"I will survive abandonment, I will survive a broken heart, I will survive loneliness"

my blog
www.speakmyvoice.spaces.live.com
 
     
 
 
  
 
 Aster_86  Inviato il: 25/1/2008, 23:18 
 

Advanced Member


Gruppo: Utente
Messaggi: 188
Provenienza: Da qualche parte nel NE


Stato: 


 
 ERRATA CORRIGE

gay-mito => gay-malgioglio
FRATTAGLIE: s. f. pl.; il cervello, il cuore, il fegato, l'anima e tutte le altre interiora.
       
 
 
  
 
 Survived  Inviato il: 25/1/2008, 23:24 
 

 


Gruppo: Utente
Messaggi: 635


Stato: 


 
 Si ecco, penso a lui, mi chiedo, ok a me sta anche simpatico ma capperina almeno capire k non è cosi che otterra nulla! le oche stanno gia al campidoglio
"I will survive abandonment, I will survive a broken heart, I will survive loneliness"

my blog
www.speakmyvoice.spaces.live.com
 
     
 
 
  
 
 frederic.78  Inviato il: 27/1/2008, 18:12 
 

face your fears, live your dreams


Gruppo: Utente
Messaggi: 227


Stato: 


 
 MAH!!! Ma cosa è questa benedetta mitologia gay? Vorrei tanto che quaclcuno me lo spiegasse! Io ancora non l'ho capito per niente ... forse forse è che sono ancora uno stramaledetto straight guy!?! Però è vera sta cosa del gay tutto moine e mossettine! Io al riguardo una opinione me la sono anche fatta ... penso che abbiano la necessità di credere che siamo davvero così perchè se si mettessero a rappresentarci per quello che in realtà siamo ovvero delle persone normali come loro, non potrebbero più esorcizzare questa assurda paura che hanno che potrebbe succedere un giorno anche ad uno qualsiasi di loro .... di innamorarsi di un ragazzo intendo! Così come è successo per fortuna a me!!!
Gli "amici" di allora se la sono svignata proprio per questo: il contagio della normalità gay!
..... oh mi raccomando mi aspetto spiegazioni mitologiche .....
In an interstellar burst I am back to save the universe
      
 
 
  
 
 Survived  Inviato il: 27/1/2008, 23:24 
 

 


Gruppo: Utente
Messaggi: 635


Stato: 


 
 Qualcosa si aggira per la città, una voce lontana (sicuro mariah carey o Beyoncè) già intona le prime note, è mezzanotte e le ombre si confondono nell'oscurità dei palazzi. Cunicoli, case chiuse a chiave (e anche case chiuse uahuah) cani che gironzolano, qualche risata per le vie di qualche ragazzo che rincasa ed eccola. Una creatura alquanto misteriosa e impressionante si aggira per l'isolato, tutti son dietro le finestre a guardare e chiudono bene le serrature, ma qualcosa di loro è li fuori, vorrebbero salvarla solo non sanno come, qualcosa che appartiene loro sta li fuori, mentre la grande creatura vaga ed in fondo cerca solo affetto, sguardi, tenerezza.

E' questo il mito gay, nulla di cui gioire
"I will survive abandonment, I will survive a broken heart, I will survive loneliness"

my blog
www.speakmyvoice.spaces.live.com
 
     
 
 
  
 

 18 risposte dal 18/1/2008, 17:55
 
Aster_86  Inviato il: 28/1/2008, 13:43 
 

Advanced Member


Gruppo: Utente
Messaggi: 188
Provenienza: Da qualche parte nel NE


Stato: 


 
 Io non credo che sia perché gli etero hanno paura di innamorarsi di un ragazzo. Credo che il gay-malgioglio sia uno dei tanti risultati della società di plastica in cui viviamo. Chi ha un piccolo cervello, di solito, non lo ammette e vuole lo stesso avere idee grandi come quelle di chi se le può permettere. L'omettino qualunque vuol sapere che cos'è un gay, ma non è in grado di capirlo da solo. Se non ne conosce uno in prima persona, cerca una risposta preconfezionata. La TV (perché è soprattutto Santa Tivvù) offre quello che cerca, una risposta che c'è ed è veloce, una risposta fast-food, usa-e-getta, rapida e pulita come l'ultimo detergente al cloro. La società oggi esaspera la tendenza ad essere superficiali, perché la superficilalità vende. Malgioglio è come "l'acqua con poco sodio" rispetto a "qual'è l'acqua migliore": una risposta idiota ad una domanda idiota cui Mario Rossi cerca una risposta che non ha né i mezzi né la voglia di dare da se.
FRATTAGLIE: s. f. pl.; il cervello, il cuore, il fegato, l'anima e tutte le altre interiora.
       
 
 
  
 
 lokiluk    Inviato il: 28/1/2008, 14:03 
 

Un angelo cozza contro un boeing e cade...


Gruppo: Utente
Messaggi: 68
Provenienza: Genova


Stato: 


 
 Diamine Survived!!!
Sei proprio disilluso e scoraggiato dalla vita!!!
Non essere così ostico...
E' vero, per noi ragazzi gay, vivere il sociale non è affatto facile. Però guardati intorno: puoi trovare altri ragazzi gay soli che assieme possono portare amicizia e supporto reciproco. E poi al mondo non sono tutti omofobici.
Se si sta a considerare quanto la gente sia superficiale allora sappi che questo vale per noi come anche per un ragazzo etero. La superficialità è appannaggio di tutti.

Ma se guardi bene lo sai anche tu che le persone in grado di superare i pregiudizi, di guardare dentro le persone e di mandare a quel paese la papessa, ce ne sono
Eu não me curo de o que são… Eu sei não ao nuocere ao mundo…
"Non mi curo di quello che sono... So di non nuocere al mondo..."
      
 
 
  
 
 StevenL    Inviato il: 3/2/2008, 11:33 
 
Utente cancellato

 

 

 


 
 Io nella mia vita non ho mai avuto un modello di vita gay perchè non ho mai avuto amici gay che potessero testimoniare il loro amore e quindi la loro vita. Con il tempo è divenuto mio modello di vita gay la Storia che da più di 1 anno vivo con il mio Luca! Una persona STRAORDINARIAMENTE SPECIALE.
Io e Luca ci siamo conosciuti per "caso" ed è stato un colpo di fulmine, è stato come trovare finalmente la persona che cercavi da tempo...troppo tempo e che magari credevi si identificasse in un'altra...
Gli appuntamenti sono cresciuti sia di quantità che di intensità. E' una Storia d'Amore molto principesca...(perchè? direte voi) beh perchè tutte le cose belle, come il primo abbraccio,il primo bacio,il primo TI AMO sono accaduti in posti SPECIALI,INCANTATI: Castel dell'Ovo (chi non lo conosce può trovare qualche foto in rete) al tramonto, il primo TI AMO vicino la cascata alla Reggia di Caserta (potete fare altrettanto così vi potete rendere conto della bellezza dei luoghi che ci hanno ispirato)...ma oltre i luoghi fondamentelmente C'ERAVAMO NOI che stavamo conoscendo quel nuovo sentimento. Tornando a casa ogni sera mi dicevo: "Ma allora esiste! Esiste l'Amore!". Quindi voglio dire che L'AMORE GAY (non quello sporco) ESISTE e con esso anche UNA VITA GAY.
Da quei momenti sono passati tanti altri, come andare a mangiare a casa sua con la sua famiglia
Andare a fare compere
Andara a cena,a pranzo in ristoranti o pizzeria McDonald's
i rispettivi compleanni,le feste degli amici e tante altre situazioni vissute insieme
e tutti che ci guardano e a noi non importa proprio nulla.
Con questo volevo portare la mia testimonianza, voglio dire a tutti di non perdere mai la speranza, mai la volontà a cercare e a conoscere perchè tutti abbiamo qualcuno che ci aspetta, che ci sta cercando e non molliamo MAI. Non c'è bisogno di tramonti o cascate, ne tanto meno di castelli...quello è un contorno che se c'è è bello ma se non ci dovessere essere poco conta perchè la cosa più importante e che viviate al 100% e in modo naturale la vostra vita.
Io sono una persona mooolto solitaria perchè non ho amici (però sto conoscendo delle persone che spero diventino MIEI AMICI) e credetemi l'unica persona che mi fa sentire vivo dentro, che mi da la forza, l'appoggio, l'aiuto che in certi casi mi serve per risalire dal fondo, ma sopratutto che mi da AMORE è il mio LUKINO...quindi anche voi che non siete fidanzati e innamorati non perdete le speranze perchè se una persona così sola come me ha trovato L'AMORE allora tanti possono farlo perchè tutti ne abbiamo bisogno (sopratutto quelli che come me soffrono di solitudine).E' difficile ma FORZA che l'AMORE è bello.
Concludo dicendo che il modello di vita gay per me sono IO E LUKINO  !
Un forte abbraccio a tutti!
   
 
 
  
 
 gayproject  Inviato il: 3/2/2008, 16:02 
 
Senior Member


Gruppo: Amministratore
Messaggi: 721


Stato: 


 
 Steven!!!
Che cose meravigliose scrivi! Tu ci dai una testimonianza bellissima e l’ennesima conferma di una verità che mi spinge a continuare ad andare avanti con i blog e con il Forum: un ragazzo gay può trovare la felicità! ... due ragazzi gay possono costituire la felicità l’uno dell’altro!
Tu e il tuo Luca siete in pratica la seconda coppia gay vera, stabile, unita da una forma seria d’amore, tra i frequentatori di questo Forum. Steven! Leggere della tua felicità mi dà coraggio! E poi il messaggio che la felicità è possibile e che l’Amore Gay, quello con la lettera maiuscola, esiste, è in effetti il messaggio di fondo che cerco di trasmettere ogni giorno e mi pare che le prospettive dei ragazzi gay di oggi siano straordinariamente migliori di quelle dei ragazzi dei miei tempi. Vedo che il mondo, nonostante tutti gli sforzi di quelli che remano contro, sta andando avanti e questo accade per gli sforzi di tantissimi gay che stanno combattendo, come facciamo noi nel nostro piccolo, una battaglia per la civiltà, per rendere migliore e più libera la vita di tutti. Grazie Steven!!! Leggere quello che hai scritto è stata per me una sferzata di entusiasmo.
 
     
 
 Aster_86  Inviato il: 28/1/2008, 13:43 
 

Advanced Member


Gruppo: Utente
Messaggi: 188
Provenienza: Da qualche parte nel NE


Stato: 


 
 Io non credo che sia perché gli etero hanno paura di innamorarsi di un ragazzo. Credo che il gay-malgioglio sia uno dei tanti risultati della società di plastica in cui viviamo. Chi ha un piccolo cervello, di solito, non lo ammette e vuole lo stesso avere idee grandi come quelle di chi se le può permettere. L'omettino qualunque vuol sapere che cos'è un gay, ma non è in grado di capirlo da solo. Se non ne conosce uno in prima persona, cerca una risposta preconfezionata. La TV (perché è soprattutto Santa Tivvù) offre quello che cerca, una risposta che c'è ed è veloce, una risposta fast-food, usa-e-getta, rapida e pulita come l'ultimo detergente al cloro. La società oggi esaspera la tendenza ad essere superficiali, perché la superficilalità vende. Malgioglio è come "l'acqua con poco sodio" rispetto a "qual'è l'acqua migliore": una risposta idiota ad una domanda idiota cui Mario Rossi cerca una risposta che non ha né i mezzi né la voglia di dare da se.
FRATTAGLIE: s. f. pl.; il cervello, il cuore, il fegato, l'anima e tutte le altre interiora.
       
 
 
  
 
 lokiluk    Inviato il: 28/1/2008, 14:03 
 

Un angelo cozza contro un boeing e cade...


Gruppo: Utente
Messaggi: 68
Provenienza: Genova


Stato: 


 
 Diamine Survived!!!
Sei proprio disilluso e scoraggiato dalla vita!!!
Non essere così ostico...
E' vero, per noi ragazzi gay, vivere il sociale non è affatto facile. Però guardati intorno: puoi trovare altri ragazzi gay soli che assieme possono portare amicizia e supporto reciproco. E poi al mondo non sono tutti omofobici.
Se si sta a considerare quanto la gente sia superficiale allora sappi che questo vale per noi come anche per un ragazzo etero. La superficialità è appannaggio di tutti.

Ma se guardi bene lo sai anche tu che le persone in grado di superare i pregiudizi, di guardare dentro le persone e di mandare a quel paese la papessa, ce ne sono
Eu não me curo de o que são… Eu sei não ao nuocere ao mundo…
"Non mi curo di quello che sono... So di non nuocere al mondo..."
      
 
 
  
 
 StevenL    Inviato il: 3/2/2008, 11:33 
 
Utente cancellato

 

 

 


 
 Io nella mia vita non ho mai avuto un modello di vita gay perchè non ho mai avuto amici gay che potessero testimoniare il loro amore e quindi la loro vita. Con il tempo è divenuto mio modello di vita gay la Storia che da più di 1 anno vivo con il mio Luca! Una persona STRAORDINARIAMENTE SPECIALE.
Io e Luca ci siamo conosciuti per "caso" ed è stato un colpo di fulmine, è stato come trovare finalmente la persona che cercavi da tempo...troppo tempo e che magari credevi si identificasse in un'altra...
Gli appuntamenti sono cresciuti sia di quantità che di intensità. E' una Storia d'Amore molto principesca...(perchè? direte voi) beh perchè tutte le cose belle, come il primo abbraccio,il primo bacio,il primo TI AMO sono accaduti in posti SPECIALI,INCANTATI: Castel dell'Ovo (chi non lo conosce può trovare qualche foto in rete) al tramonto, il primo TI AMO vicino la cascata alla Reggia di Caserta (potete fare altrettanto così vi potete rendere conto della bellezza dei luoghi che ci hanno ispirato)...ma oltre i luoghi fondamentelmente C'ERAVAMO NOI che stavamo conoscendo quel nuovo sentimento. Tornando a casa ogni sera mi dicevo: "Ma allora esiste! Esiste l'Amore!". Quindi voglio dire che L'AMORE GAY (non quello sporco) ESISTE e con esso anche UNA VITA GAY.
Da quei momenti sono passati tanti altri, come andare a mangiare a casa sua con la sua famiglia
Andare a fare compere
Andara a cena,a pranzo in ristoranti o pizzeria McDonald's
i rispettivi compleanni,le feste degli amici e tante altre situazioni vissute insieme
e tutti che ci guardano e a noi non importa proprio nulla.
Con questo volevo portare la mia testimonianza, voglio dire a tutti di non perdere mai la speranza, mai la volontà a cercare e a conoscere perchè tutti abbiamo qualcuno che ci aspetta, che ci sta cercando e non molliamo MAI. Non c'è bisogno di tramonti o cascate, ne tanto meno di castelli...quello è un contorno che se c'è è bello ma se non ci dovessere essere poco conta perchè la cosa più importante e che viviate al 100% e in modo naturale la vostra vita.
Io sono una persona mooolto solitaria perchè non ho amici (però sto conoscendo delle persone che spero diventino MIEI AMICI) e credetemi l'unica persona che mi fa sentire vivo dentro, che mi da la forza, l'appoggio, l'aiuto che in certi casi mi serve per risalire dal fondo, ma sopratutto che mi da AMORE è il mio LUKINO...quindi anche voi che non siete fidanzati e innamorati non perdete le speranze perchè se una persona così sola come me ha trovato L'AMORE allora tanti possono farlo perchè tutti ne abbiamo bisogno (sopratutto quelli che come me soffrono di solitudine).E' difficile ma FORZA che l'AMORE è bello.
Concludo dicendo che il modello di vita gay per me sono IO E LUKINO  !
Un forte abbraccio a tutti!
   
 
 
  
 
 gayproject  Inviato il: 3/2/2008, 16:02 
 
Senior Member


Gruppo: Amministratore
Messaggi: 721


Stato: 


 
 Steven!!!
Che cose meravigliose scrivi! Tu ci dai una testimonianza bellissima e l’ennesima conferma di una verità che mi spinge a continuare ad andare avanti con i blog e con il Forum: un ragazzo gay può trovare la felicità! ... due ragazzi gay possono costituire la felicità l’uno dell’altro!
Tu e il tuo Luca siete in pratica la seconda coppia gay vera, stabile, unita da una forma seria d’amore, tra i frequentatori di questo Forum. Steven! Leggere della tua felicità mi dà coraggio! E poi il messaggio che la felicità è possibile e che l’Amore Gay, quello con la lettera maiuscola, esiste, è in effetti il messaggio di fondo che cerco di trasmettere ogni giorno e mi pare che le prospettive dei ragazzi gay di oggi siano straordinariamente migliori di quelle dei ragazzi dei miei tempi. Vedo che il mondo, nonostante tutti gli sforzi di quelli che remano contro, sta andando avanti e questo accade per gli sforzi di tantissimi gay che stanno combattendo, come facciamo noi nel nostro piccolo, una battaglia per la civiltà, per rendere migliore e più libera la vita di tutti. Grazie Steven!!! Leggere quello che hai scritto è stata per me una sferzata di entusiasmo.
 
     
 
 
  
 

 18 risposte dal 18/1/2008, 17:55
 
 
  
 

 18 risposte dal 18/1/2008, 17:55
 

Comments