Perché studiare il francese?


 

     

 

        

 

 







 



 

 

 

 





 

 

 


 Perché è...

  • Utile per il tuo futuro nel mondo del lavoro: La Francia è il più grande partner economico dell’Italia in Europa.  

  • La Francia è la seconda destinazione degli investimenti Italiani all’estero; l’Italia è la terza destinazione degli investimenti francesi all’estero. Ci sono 800 filiali di aziende francesi in Italia.  

  • L’Italia e la Francia collaborano in ambito industriale e finanziario, nella gestione di imprese e banche. Molti imprenditori Italiani sono francofoni e alcuni dirigono aziende francesi.  

  • Il francese è una delle lingue ufficiali dell’U.E., degli organismi internazionali (ONU, UNESCO, FAO) e delle grandi ONG (Médecins sans frontières, Emergency). 

  • Il francese è lingua ufficiale o di utilizzo in 35 paesi ed è comunque parlato in 47 stati del mondo, per un totale dicirca 400 milioni di persone. Inoltre è una lingua che va conosciuta se si sceglie la carriera diplomatica.  


 Indispensabile se desideri...

  • Arricchire le tue conoscenze facendo ricerca grazie al programma GALILEO, con progetti sull’ambiente, sullo spazio e discipline affini: in questi ambiti l’Italia e la Francia sono i due grandi leader europei. Il sostegno agli scambi e all’innovazione professionale (programmi LEONARDO e VINCI) investe anche il settore delle scienze umanistiche, sociali e politiche, per le quali il francese è necessario.  

  • Operare nei campo dell’alta tecnologia: l’industria chimica e agroalimentare, i trasporti ferroviari, le telecomunicazioni e l’aeronautica europea (Airbus, Ariane, Eurocopter).  

  • Studiare in Francia grazie al programma di scambio universitario ERASMUS. La Francia è la seconda destinazione degli studenti Italiani ed europei, nonché il primo partner universitario dell’Italia, con oltre 230 accordi di cooperazione tra atenei. In particolare ricordiamo la collaborazione fra la Scuola Normale di Pisa e l'Ecole Normale Supérieure di Parigi, il partenariato fra il CNR di Pisa e il centro di ricerche Sophia Antipolis in Costa Azzurra, nonché la cooperazione fra la Scuola Sant'Anna e molti centri di ricerca europei come l'ESA.


    La lingua francese è il tuo passaporto per l’Europa! 
  Stimolante per...

  • Praticare tutti gli sport in svariati ambiti naturali: dallo sci al surf, dal calcio all’equitazione, dal rugby alla vela alla scherma e, chissà, incontrare grandi campioni come Zidane e Henry, o assistere a grandi competizioni internazionali: il Tour de France, il Torneo delle 6 Nazioni, Roland Garros. Il francese è una delle due lingue ufficiali dei Giochi Olimpici e lingua ufficiale delle competizioni internazionali di scherma. 
     

  • Scoprire le destinazioni turistiche più note al mondo. Nel 2003, su 75 milioni di stranieri che hanno visitato la Francia, ben 7 milioni erano Italiani. Versailles, Parigi, la Provenza, l’isola della Réunion, Tahiti, ti offrono i tesori della storia francese... e i paesaggi più straordinari. 
     

  • Conoscere i grandi momenti della cultura di ieri e di oggi, con Molière, Hugo, Rodin, Matisse, Sartre, Duras, ma anche spaziare in tutti i campi della creazione contemporanea: il cinema (Jean Réno, Isabelle Adjani, Gérard Depardieu, Sophie Marceau), la musica (Alizée, gli Air, gli lam), la moda (Dior, Lacroix, Gaultier) e la gastronomia... Il francese è chic! 
     

  • Italia e Francia possiedono, insieme, il 70% del patrimonio artistico mondiale! 

     

  Aperto sul mondo... della Francofonia

  • 56 Paesi sono membri dell’Organizzazione Internazionale della Francofonia e promuovono la diversità culturale e i diritti umani. 
     

  • 83 milioni di giovani imparano il francese nelle scuole, nelle università di tutti i Paesi, nei 151 Istituti culturalifrancesi e nelle 283 Alliances françaises che offrono corsi di formazione e certificazioni linguistiche (il DELF e il DALF) riconosciute in tutto il mondo.  


  
Grazie alla tua conoscenza della lingua   francese potrai :

  • Visitare e conoscere il Canada, il Senegal, la Polinesia, la Martinica...  
     

  • Studiare a Parigi come a Alessandria d’Egitto, a Montreal come nella Nuova Caledonia... 
     

  • Inserirti nella vita professionale stando vicino all’Italia in Tunisia, in Marocco... e scoprire l’incredibile diversità delle culture francofone, vivacemente illustrata dai grandi scrittori della francofonia (Léopold Sedar Senghor, Amadou Khourouma, Tahar Ben Jelloun), nonché dai ritmi dell’Africa che hanno fatto il giro del mondo.


Comments