Cos'è l'EsaBac

EsaBac: Un solo esame, due diplomi


A partire dall'anno scolastico 2011-2012 gli studenti del corso C del liceo Dini  integrano il loro percorso liceale con il Progetto ESABAC che darà loro la possibilità di conseguire un doppio diploma: l'Esame di Stato italiano e il Baccalaureato francese. L'ESABAC è infatti un diploma internazionale riconosciuto sia in Italia che in Francia. Il progetto riguarda specificatamente il triennio e prevede un potenziamento dello studio del francese, (4 ore settimanali invece di 3, con la compresenza di un assistente madrelingua) nonché l'insegnamento della storia in francese. Per accedervi è sufficiente che gli allievi abbiano iniziato lo studio del francese dalla prima superiore o che comunque presentino in Terza un livello di conoscenza della lingua corrispondente al livello A2 / B1 del Quadro Comune Europeo di Riferimento. 

Si tratta di un percorso di studi d'eccellenza, voluto dai Ministeri degli Esteri e dell'Istruzione dei due rispettivi paesi nell'ottica di una sempre maggiore integrazione europea. Per realizzarlo nel concreto, un'apposita commissione bilaterale ha lavorato alla riscrittura dei programmi d'insegnamento di letteratura e di storia, delineando un percorso culturalmente ricco proprio perché all'insegna dell'interdisciplinarietà. Così, dalla semplice compresenza degli insegnanti in classe, altre pratiche di lavoro in équipe vengono incoraggiate nel corso del triennio: dalle prove di verifica comuni, ai concorsi di finzione letteraria (sul modello del romanzo storico), ai laboratori teatrali, agli ateliers di storia dell'arte in francese.

Contemporaneamente si sta creando una rete di scuole sia in Italia che in Francia, dove il progetto esattamente speculare viene realizzato in quelle scuole dove si studia l'italiano come lingua straniera. Le classi italiane e quelle francesi coinvolte nel progetto potranno così approfondire la conoscenza delle rispettive culture e delle rispettive radici storiche, potranno effettuare soggiorni studio nella classe gemellata, realizzare scambi lunghi di singoli studenti (MIA, mobilità individuale alunni) o di singoli insegnanti (programma Jules Verne). Ma soprattutto al termine degli studi potranno scegliere se proseguire la loro formazione universitaria qui o nel paese d'oltralpe. Il diploma ESABAC dà infatti libero accesso a tutte le Università francesi ed apre un canale privilegiato per percorsi di ricerca post-laurea in Francia.

E per chi all'esame di maturità non superasse le prove ESABAC specifiche? Niente paura: il diploma italiano è comunque assicurato.

QUADRO ORARIO SETTIMANALE

  1°2 °3 °4 ° 5°
 Lingua e letteratura italiana
4
 Lingua e cultura latina33
 Lingua e cultura francese334
 Storia e geografia33   
 Storia
  22 2
 Filosofia  33 3
 Matematica55444
 Fisica *2233
 Scienze naturali *2233
 Disegno e storia dell'arte2222
 Scienze motorie e sportive22222
 Religione cattolica o attività alternative1111
 Totale ore 27/2927/293131 31


* con potenziamento di un'ora in 1° e in 2°.


FAQ (le domande più frequenti poste dagli studenti o dai loro genitori)


I numeri dell’ESABAC

  • circa 400  licei in tutte le regioni italiane (27 in Toscana)
  • 42 licei in Francia
  • Oltre 10 000 alunni italiani iscritti in sezione ESABAC nel triennio
  • 700 diplomati nel 2011,  2500 nel 2014, quasi 4000 nel 2015.
  • 85 %: percentuale di successo all’esame di francese
  • 15 %: percentuale dei diplomati ESABAC con il massimo dei voti (contro il 5 % della media nazionale)
  • Oltre 1000 docenti di lingua e letteratura francese e di storia in francese (DNL)
  • 20 insegnanti italiani di storia invitati a partecipare ad un corso di perfezionamento estivi dal MIUR e dall’Ambasciata di Francia ogni anno

I numeri dell’ESABAC al DINI

  • 62 alunni iscritti nel triennio
  • 100 %: percentuale di successo alla sessione d'esame 2015
  • 30 % di diplomati ESABAC con il massimo dei voti


Sito ufficiale del Progetto: http://www.vizavi-edu.it/


DECRETO MINISTERIALE


Seminario di Rimini: commissione bilaterale.


Consegna dei primi diplomi EsaBac - ottobre 2011